RUGBY GIOVANILE ROVIGO Under 18 sconfitta dal Tarvisium, batte il Benetton

I ragazzi di Capitozzo e Bordin vincono contro il Treviso

JOKER


Il derby Rovigo - Benetton under 18 è stato vinto dai polesani con il risultato di 39 a 22. La squadra di Capitozzo e Bordin ha recuperato in fretta la sconfitta subita sempre a Treviso govedì 15 aprile contro il Tarvisium, nel recupero infrasettimanale del match rinviato per neve


Rovigo - Archiviata in fretta la sconfitta subita nel turno di recupero infrasettimanale, l’Under 18 della Junior Rugby Rovigo domenica 18 aprile ha battuto 39 a 22 il Benetton Treviso. Il solito calo di concentrazione finale ha permesso ai trevigiani di rendere meno pesante il passivo ma nella Marca si è vista una squadra spumeggiante nel primo tempo con giocate egregie, azioni di grande continuità con off-load sull'asse a grande velocità. Tutta la terza linea in meta: Matteo Ferro ha aperto le danze ma hanno marcato anche Bellucco e De Marchi.
Le altre mete sono state realizzate dai tre quarti Pavanello, Arduin e Baracco. La formazione è stata: Bovolenta; Bianchini, Pavanello, Motica, Bassan; Arduin, Baracco; M. Ferro, De Marchi, Bellucco; Maran, Marchetto; Paterniani, Fornasaro, Gasparetto. Crivellin, Gualandi e Bicego, partiti in panchina hanno avuto spazio nella ripresa. Gualandi sta migliorando vistosamente.
Domenica, sempre a Treviso ma contro il Tarvisium l'Under 18 giocherà l'ultima gara di campionato alle 11.00. Rientra Buoso che giocherà centro al posto di Motica che a sua volta andrà al tallonaggio. Fornasaro invece partirà dalla panchina.

In settimana, sempre a Treviso ma contro il Tarvisium, la squadra di Bordin e Capitozzo è stata sconfitta 31 a 15. “Un arbitraggio scandaloso” fa sapere Giancarlo Capitozzo, indignato. Non è più tenero con il direttore di gara Maurizio Bordin: “Non ha rovinato solo una partita quest'arbitro, ha rovinato un anno di lavoro durissimo che nelle ultime gare ha fatto arrivare questa formazione al livello delle prime in classifica. La prestazione di oggi dei miei ragazzi è stata meravigliosa ma rovinata da una persona assolutamente non in grado di adempiere al suo ruolo: non ha assegnato due mete valide a Rovigo e ne ha concesse due non valide a Tarvisium, una clamorosa. Non mi lamento mai dell'arbitraggio e insegno ai ragazzi che non è mai determinante ma quando è troppo è troppo”.
Per Rovigo le mete sono state di Motica e De Marchi. La formazione di partenza è stata: Bovolenta; Bianchini, Pavanello, Buoso, Bassan; Arduin, Baracco; M. Ferro, De Marchi, Bellucco; Maran, Marchetto; Paterniani, Motica, Gasparetto. Crivellin, Gualandi, Bicego e Fornasaro sono partiti dalla panchina.
19 aprile 2010
CASA DI CURA SANTA MARIA MADDALENA




Tags

Correlati:

  • De Carli “Scozia migliore di noi”

    RUGBY AZZURRO Sabato a Cardiff ultimo test pre-mondiale per l’Italia. Dopo la sconfitta di sabato c’è bisogno di un segnale, dal 18 settembre non si scherza più

  • Ci sarà da lavorare

    RUGBY PRO12 Fabio Roselli si aggiunge a Victor Jimenez e Gianluca Guidi nello staff tecnico delle Zebre

  • Uno è infuriato, l’altro è piacevolmente sorpreso

    RUGBY Le Zebre hanno vinto al Battaglini 25-38 contro una vivace FemiCz Rovigo, ma hanno perso momentaneamente la faccia

  • Due graditi ritorni e la fame che serve

    RUGBY Andrea De Rossi, team manager e ds delle Zebre, analizza il mercato della FemiCz Rovigo e la prestazione offerta nella prima uscita stagionale. Le dichiarazioni di capitan Matteo Ferro e dell'ex Emiliano Caffini

  • Azzurri sepolti da una valanga di punti

    RUGBY Brutta, anzi bruttissima Italia quella vista ad Edinburgo. C’è poco da dire, il 48-7 rimediato nel secondo test pre-mondiale con la Scozia è più di un avvertimento

  • I Bersaglieri danno la sveglia alle ‘zebrette’

    RUGBY Un tonico ed aggressivo Rovigo mette paura alle Zebre di Gianluca Guidi. Sconfitta nel finale per la FemiCz con la franchigia federale che regola i conti con tre mete in sei minuti fissando il punteggio sul 25-38

  • Un privilegio per pochi

    RUGBY Sorpresa per la convocazione del tre-quarti centro delle Fiamme Oro Roberto Quartaroli, ex Zebre, tra i mitici Barbarians

Bagno e calore 730x90