INFRASTRUTTURE ROVIGO Il rigassificatore Adriatic Lng premiato a New York come migliore struttura mondiale dell'anno

Invidia mondiale per il nostro Terminal

Cooking Chef Academy 730x90

Il terminal gasiero Adriatic Lng al largo di Porto levante è stato premiato come migliore infrastruttura mondiale dell'anno nell’ambito della dodicesima edizione dei Platts Global Energy Awards a New York. L'assessore regionale Chisso: "Il premio è testimone dell'ottimo progetto contrariamente all'avversione dimostrata dagli enti locali"


Milano - Il terminale Adriatic Lng, al largo delle coste polesane, è stato premiato come la migliore infrastruttura mondiale dell’anno nell’ambito della dodicesima edizione dei Platts Global Energy Awards, i riconoscimenti per aziende e manager del settore energetico che si sono contraddistinti.

La premiazione è avvenuta martedì 2 dicembre a New York. Il rigassificatore al largo delle coste polesane di Porto Levante è stato scelto tra i cinque finalisti della categoria Best Infrastructure Project of the Year dei 2010 Platts Global Energy Awards. La Platts è una società del gruppo editoriale Mc Graw Hill e dal 1909 è la fonte più autorevole del mondo di informazioni riguardanti il settore della produzione e distribuzione dell'energia e dei metalli.

Il terminale, prima struttura offshore al mondo per lo scarico, lo stoccaggio e la rigassificazione del gas naturale liquefatto, è stato specificamente progettato per rifornire il mercato energetico italiano con una fonte d’energia diversificata, affidabile e a ridotto impatto ambientale. Costruito con tecnologie d’avanguardia, aumenta la capacità d’importazione di Gnl in Italia tant’è che la struttura ha una capacità di rigassificazione nominale pari a 8 miliardi di metri cubi di gas naturale l’anno, corrispondenti a circa il 10% del consumo nazionale di gas.

Da quando è stato inaugurato nell’ottobre 2009, ha consentito l’apertura di nuove rotte per l’importazione del gas naturale in Italia. Dall’inizio dell’operatività ad oggi sono giunte al terminale oltre 90 navi metaniere, provenienti per la maggior parte dal Qatar, ma anche dall’Egitto, da Trinidad & Tobago e, più recentemente, dalla Guinea Equatoriale e dalla Norvegia. Il terminale rappresenta un punto d’ingresso strategico per l’importazione di Gnl in Italia da tutto il mondo.

Soddisfatto, l’assessore della Regione Veneto alle infrastrutture Renato Chisso, nel commetare il riconoscimento, non risparmia le critiche alle amministrazioni locali: "Abbiamo lavorato molto per l’infrastruttura polesana che ora viene annoverata tra quelle d’eccellenza a livello mondiale. Il premio testimonia la bontà del progetto che noi abbiamo da subito definito di utilità strategica, contrariamente all’avversione dimostrata a suo tempo per tale opera da vari enti locali. Avevamo ragione noi ed ora siamo orgogliosi di quella scelta”.
3 dicembre 2010
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Animazione estiva Baseball Camp 2018