RIFIUTI ROVIGO Rinviata alla prossima settimana la conferenza dei servizi provinciale: non si sa dove verrà conferita la spazzatura polesana alla chiusura della discarica di Villadose

Immondizia, emergenza alle porte

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Sembra inevitabile l'emergenza rifiuti in Polesine. La Conferenza dei servizi provinciale di giovedì 5 aprile è stata rinviata alla prossima settimana in attesa che il Consorzio Rsu procuri alcuni documenti. Per il vicesindaco di Villadose Matteo Barbieri, l'azzeramento dell'ecotassa regionale, se la Regione dovesse cncederlo, non arriverà in tempo utile per evitare il rincaro che i cittadini polesani pagheranno per il conferimento dei rifiuti nella discarica di Sant'Urbano (Pd)


Rovigo - Nulla di fatto nella conferenza dei servizi provinciale: la questione rifiuti verrà affrontata la prossima settimana, a ridosso della chiusura della discarica Taglietto zero.

Giovedì 5 aprile la riunione tecnica che avrebbe dovuto decidere se far partire i lavori di innalzamento e bonifica del sito di Villadose si è conclusa con un rinvio (leggi articolo). I componenti della conferenza si aggiorneranno la prossima settimana, nel frattempo aspettano che il Consorzio Rsu procuri la nuova documentazione che gli è stata chiesta.

A Villadose la preoccupazione aumenta. Il vicesindaco Matteo Barbieri commenta: "Sono due anni che questa giunta si è insediata, da due anni sentiamo parlare di rifiuti ma la Provincia e il Consorzio non hanno ancora concluso nulla. Che la discarica si sarebbe esaurita lo si sa da tempo, ma non una ruspa si è mossa".

A questo punto, il conferimento alla discarica di Sant'Urbano sembra l'unica strada da seguire, anche se la Provincia darà l'ok ai lavori di Taglietto zero. E l'aumento della tassa sui rifiuti a scapito dei cittadini è un rischio sempre più concreto. "Anche se la Regione concedesse l'azzeramento dell'ecotassa - conclude il vicesindaco - il provvedimento non arriverà entro i tempi di cui il Polesine ha bisogno per evitare l'emergenza rifiuti".

 

Elisa Barion

5 aprile 2012
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • L’abbandono dei rifiuti è da incivili, parte il contrasto  

    ECOAMBIENTE ROVIGO Venerdì 11 maggio alle ore 9 in pescheria Nuova parte con un convegno il progetto per contrastare il fenomeno dell’immondizia, rifiuti pericolosi e ingombranti abbandonati negli angoli nascosti del territorio polesano

  • Regna l’inciviltà

    RIFIUTI ROVIGO Esiste un Ecocentro funzionante, ma i cittadini continuano a lasciare nei pressi dei bidoni qualsiasi cosa

  • Oltre 60 quintali di rifiuti raccolti

    AMBIENTE CASTELNOVO BARIANO Per il ventennale della consueta giornata di pulizia degli argini di primavera il team castelnovese raddoppia l’impegno e si sposta anche a Sermide. Partecipazione straordinaria dei bambini della locale scuola elementare

  • Ecoambiente rimette in funzione il trituratore di Sarzano

    GESTIONE RIFIUTI PROVINCIA DI ROVIGO Riparte l’impianto Tmb di triturazione dei rifiuti del comune capoluogo. Salgono a 37.000 le tonnellate di rifiuti speciali gestite tra discarica e cosiddetto separatore

  • [VIDEO] I netturbini in attesa dei bidoni carrellati: salute a rischio

    RACCOLTA RIFIUTI PORTA A PORTA (ROVIGO) Gli operatori di Ecoambiente pretendono il rispetto delle norme sulla sicurezza nel lavoro. Già fatte denunce allo Spisal ma l’azienda è sorda. Fiadel lancia l’sos al commissario Carmine Fruncillo almeno per Adria

  • Ancora una discarica a cielo aperto: "Sono veramente delusa"

    SEGNALAZIONI PORTO VIRO Il sindaco Maura Veronese lancia l'allarme sulla situazione di degrado in cui versa l’area di via Gorghi. Il Comune ha già provveduto a contattare il custode dell’area 

  • Allarme eternit sulle sponde del collettore

    DEGRADO ADRIA (ROVIGO) Segnalato un abbandono sull'argine del collettore padano polesano, in zona Chieppara, indignazione da parte dei cittadini

Deltablues 2018