RUGBY ECCELLENZA Clamorosi sviluppi dal cda della Rugby Rovigo Delta. Il presidente Francesco Zambelli rimane per amore, sollevato dall'incarico Alejandro Canale, confermata la fiducia a Polla Roux. Massimiliano Dolcetto probabile nuovo direttore

Via il ds, confermato il tecnico

Polla Roux resta, Alejandro Canale parte, questo il verdetto del cda della Rugby Rovigo di venerdì sera allo stadio Battaglini
Massimiliano Dolcetto individuato come nuovo direttore sportivo, si aspetta una risposta a breve
Cda day: Il professor Costato (foto a lato) attende impazientemente dopo aver fatto le foto di squadra con la Junior di cui è presidente
Cda day: Una lunga passeggiata con Azzi per il professor Costato in attesa che arrivino tutti
Cda day: Volti tesi, segno che le decisioni saranno importanti
Cda day: Volti tesi, segno che le decisioni saranno importanti
Cda day: L'arrivo del presidente Francesco Zambelli, sorridente e cordiale come sempre
Cda day: Due ore di attesa prima del verdetto, i giornalisti della carta stampata lo indicano anche sulla maglietta (anche se ha un altro significato)
Cda day: Ore 20 e 55 il presidente Zambelli esce con il professor Costato, è l'ora della dichiarazioni, quelle tanto attese
Bancadria 730x90 Cna Rovigo

Francesco Zambelli (foto a lato) rimane alla guida di via Alfieri e il cda decide di rescindere il contratto con il direttore sportivo Alejandro Canale e di confermare il tecnico Polla Roux. Riunione durata due ore con volti tesi prima dell'inizio ma distesi all'imbrunire. La linea del presidente ha prevalso, individuato Massimiliano Dolcetto come nuovo ds che si è preso qualche ora per decidere essendo impegnato con il Rugby Badia.

Leggi l'articolo su Calvisano vs Rugby Rovigo
Leggi l'articolo sul dopo partita di Calvisano
Leggi l'articolo sullo sfogo di Polla Roux su facebook
Leggi le dichiarazioni di Alejandro Canale

Sfoglia tutti i numeri di Rugby Rovigo News


 

Rovigo - La giornata della svolta in via Alfieri, un cda programmato venerdì pomeriggio alle 18 e 30 e durato per ben due ore, facce tese in Rugby Rovigo alla vigilia di una riunione che ha prodotto delle decisioni importanti. Ad arrivare per primo il professor Costato che impegnato per le foto ufficiali con la Junior ha approfittato per fare una passeggiata intorno al campo prima di entrare in riunione.

Alla spicciolata tutti gli altri e per ultimo il presidente Zambelli che dopo la sconfitta di Calvisano, probabilmente preso dallo sconforto, aveva espresso la volontà di lasciare la guida dei rossoblù.

La notizia più importante è che Francesco Zambelli rimane in sella "Più per forza che per amore"  come dichiara appena sceso le scale della sala consigliare dello stadio Battaglini. Le altre novità sono di quelle di peso: riconfermata la fiducia a Polla Roux a cui viene data un altra possibilità e contestualmente viene rimosso dall'incarico il direttore sportivo Alejandro Canale. "Una decisione sofferta - afferma il presidente Zambelli - abbiamo comunque già preso contatti con Massimiliano Dolcetto che si è riservato di accettare l'incarico visto che è impegnato con il Rugby Badia".

Decisioni importanti, probabilmente con pochi precedenti, visto che Alejandro Canale ha un contratto in essere, ma evidentemente la frizione con la dirigenza dopo il risultato di Calvisano è diventata tale per cui si è imposto un out-out.

Non sapremo mai cosa è successo in quelle due ore di cda, di sicuro le riflessioni sono state impostate soprattutto sull'aspetto economico, il bilancio della società contava sulla finale per rimpinguare le casse e così non è stato. "Abbiamo un passivo di circa 200 mila euro - dichiara il presidente Zambelli - per metà se ne farà carico la FemiCz per il resto abbiamo dei crediti e faremo un po' di economia nella prossima stagione, l'unica cosa certa è che per un anno rimango". Uno sforzo importante del primo tifoso rossoblù che si accolla delle responsabilità probabilmente non sue e che giustamente mette i puntini sulle "i". "Sabato alle 10 durante la conferenza stampa vi illustrerò i dettagli - prosegue Zambelli - però concedetemi di evidenziare che non c'è nessun problema con l'assessore allo Sport Andrea Bimbatti e con Palazzo Nodari (riferendosi ad alcuni articoli comparsi sulla carta stampata riguardanti un contributo comunale non ancora percepito, dichiarazioni che sottolinea di non aver mai rilasciato, ndr)".

Massimiliano Dolcetto raggiunto telefonicamente esprime il suo orgoglio per la scelta del presidente Zambelli "Ci siamo incontrati questa mattina (venerdì 11 maggio, ndr), sono lusingato della proposta della dirigenza e mi sono riservato di accettare per rispetto nel club in cui lavoro (Zhermack Badia, ndr) e per l'importanza che il ruolo richiede". 


La lettura delle decisioni prese dal cda della Rugby Rovigo Delta sono molteplici, di fatto è stato individuato un responsabile tecnico della sconfitta dei Bersaglieri e probabilmente ne è stata messa in discussione anche la gestione finanziaria, un parco giocatori che proprio giovedì il ds aveva difeso con i denti (leggi articolo) giudicandolo superiore alla scorsa stagione, ma dai risultati inferiori. Salvato Polla Roux a cui viene data una seconda o forse terza possibilità: la finale persa con il Petrarca, il devastante derby, sempre contro i tutti neri, fallito nella regular season davanti al pubblico amico e la semifinale contro il Calvisano persa, per un punto, ma con un collettivo schiacciato dagli avversari. Al tecnico viene riconosciuto il fatto di aver fatto il massimo con la rosa a disposizione, di qui la bocciatura di colui che la squadra l'ha costruita. Ora Polla Roux avrà la possibilità di rifarsi, scegliendo gli uomini con il nuovo ds, e vincendo il prossimo campionato, una condizione sine qua non per la sua riconferma e per poter vendicare le critiche piovute in questi ultimi 12 mesi, anche da parte nostra.
In bocca al lupo.

 

Giorgio Achilli

 

 

11 maggio 2012




Correlati:

  • Doppia sfida in Giappone a giugno 

    RUGBY L’Italia affronterà la nazionale guidata da Jamie Joseph in due test-match in calendario sabato 9 e sabato 16 giugno. 

  • Quattro francesi ed un inglese per gli azzurri

    RUGBY SEI NAZIONI 2018 Ufficializzati i direttori di gara del prossimo torneo. Per l’Italia ci sono Mathieu Raynal, Romain Poite, Wayne Barnes, Jerome Garces e Pascal Gauzere

  • Quando cambiare nome è il meno

    RUGBY ECCELLENZA Coordinamento, tavolo, concertazione, tutte cose già viste. Rovigo e Padova ci provano, ma la Federazione sarà pronta a recepire il messaggio dei club

  • Doni ai giovani pazienti nel ricordo di Nicola

    RUGBY ROVIGO L’idea è stata dei genitori di Nicola Perin, il giovane atleta scomparso alla vigilia di Natale nel 2015. Un’auto piena di regali è partita con destinazione il Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale di Padova

  • Si tenta di riformare la Lega

    RUGBY ECCELLENZA ROVIGO Intanto nasce il coordinamento delle società del massimo campionato italiano, da Reggio Emilia decolla il progetto, Alberto Marusso nominato portavoce, come prima cosa si cambierà il nome del torneo

  • Nuovo piano strategico della formazione degli allenatori

    RUGBY Giocatori al centro dell’offerta didattica della Fir, quattro livelli di scuola per diventare allenatori, ma l’ultimo per l’abilitazione alle squadre nazionali o per le franchigie del Pro14 è su invito della Federazione

  • Borsari bloccata dal ghiaccio

    RUGBY SERIE B A Mirano il Badia (Rovigo) non riesce a giocare. Manto erboso ridotto ad una lastra di ghiaccio, troppo pericoloso per gli atleti. Match rinviato

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni