CALCIO PROMOZIONE Analisi del campionato con il successo dell’Adriese arrivato all’ultima giornata. In casa granata si fa festa e si pensa già al prossimo torneo di Eccellenza con il derby contro il Lapecer che diventerà Rovigo Lpc 2012

A tinte granata

La festa promozione dell'Adriese promossa in Eccellenza sul campo dell'Union At Trecenta
La festa promozione dell'Adriese promossa in Eccellenza sul campo dell'Union At Trecenta
La festa promozione dell'Adriese promossa in Eccellenza sul campo dell'Union At Trecenta
La festa promozione dell'Adriese promossa in Eccellenza sul campo dell'Union At Trecenta
La festa promozione dell'Adriese promossa in Eccellenza sul campo dell'Union At Trecenta
La festa promozione dell'Adriese promossa in Eccellenza sul campo dell'Union At Trecenta
La festa promozione dell'Adriese promossa in Eccellenza sul campo dell'Union At Trecenta
La festa promozione dell'Adriese promossa in Eccellenza sul campo dell'Union At Trecenta
La festa promozione dell'Adriese promossa in Eccellenza sul campo dell'Union At Trecenta
Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Il campionato si è chiuso con il successo finale dell’Adriese di mister Beppe Pregnolato (foto a lato). Nonostante la sconfitta di Trecenta i granata si laureano campioni per l’insuccesso del Calvi Noale sul proprio campo. Ora l’obbiettivo è fare una grande squadra anche per l’Eccellenza dove ci sarà il derby contro il Lapecer che cambierà nome in Rovigo lpc 2012.

Leggi l'articolo sui Delta Porto Tolle
Leggi l'articolo sulla salvezza del Lapecer
Leggi l'articolo sull'Adriese campione 
Leggi l'articolo sulla Prima cat.
Leggi l'articolo sulla Seconda cat.

Sfoglia tutti i numeri di Calcio Polesine News



Adria – Il day-after ad Adria è dolcissimo. La città si risveglia e torna in un campionato importante, quello di Eccellenza, il primo, in ordine di categoria, della regione Veneto. Dopo un solo anno di Promozione il club, che ha cambiato quasi tutto rispetto alla scorsa annata, risale prontamente, senza aspettare i play-off.

Una vittoria meritata e conquistata ad inizio del 2012 con una serie meravigliosa di risultati utili. La nuova presidenza, della gestione Scantamburlo, ha iniziato a lavorare benissimo già l’estate scorsa, costruendo una formazione competitiva al massimo, con acquisti importantissimi, come gli esperti Fig e Dal Col (decisivi a metà campo), gli attaccanti prolifici Sabatini e Cazzadore (coppia d’oro davanti) e difensori coriacei e attenti come Gianella e Florindo. Da non sottovalutare anche il ritorno del portiere Carretta, già protagonista ad Adria nel campionato di Serie D di due anni fa.

Una rosa d’altra categoria guidata da Beppe Pregnolato. Ex calciatore di Serie B, un centrocampista che dettava i tempi. Pregnolato ha amalgamato il gruppo e ha ottenuto quello che tutti si aspettavano: la promozione in Eccellenza.

Una vittoria arrivata dopo una sconfitta. Una trama veramente strana, arrivata a Trecenta, dove chi ha vinto (l’Union At per 2-1 al 96’ su rigore) ha dovuto piangere per non aver centrato la salvezza matematica, mentre chi ha perso ha gioito. Impensabile alla vigilia, visti gli altri campi, ma il sorprendente risultato Calvi Noale-Casalserugo 1-2 ha regalato questo pirotecnico finale.

Ora ad Adria si può già lavorare per il futuro. Un bel campionato di Eccellenza dove duellare con il Lapecer. Tornerà quella sorta di derby con Rovigo, anche se la società di Pavarin non è quella di Scerra. La rivalità si sentirà? Lo vedremo già nelle prossime settimane quando si scatenerà il calciomercato. Nel frattempo Luciano Vianello è già al lavoro per confermare i big e trovare altri nuovi grandi acquisti per l’Adriese 2012/13.

Simone Chiarion

14 maggio 2012
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo