SANITA' ROVIGO Presentata la nuova apparecchiatura diagnostica di medicina nucleare dell'Ulss 18. LA struttura produrrà un utile annuo di oltre 2,5milioni di euro

Centro di eccellenza per le terapie anti tumore

nodiffamazione

Inaugurata all'ospedale di Rovigo la nuova apparecchiatura, Spect/Ct, per la struttura di medicina nucleare del primario Domenico Rubello (foto a lato). Un investimento da 750mila euro ma che assieme a tutta l’altra apparecchiatura diagnostica andrà a produrre un reddito di oltre 2,5milioni di euro all’anno


Rovigo - Con la nuova Spect/Ct l’ospedale di Rovigo si colloca al primo posto in Veneto per diagnostica nucleare per le terapie delle malattie tumorali e cardiologiche. Con un investimento di 750mila euro in un progetto originario dal oltre 7 milioni, il direttore generale Adriano Marcolongo ha inaugurato l’ultimo apparecchio di cui si è adottato il nosocomio rodigino. 

“Siamo ai vertici regionali - ha tenuto a sottolineare il primario Domenico Rubello - questo reparto è un fiore all’occhiello della nostra sanità, ogni anno analizziamo oltre 16mila pazienti, ed l’utilizzo di tutti i macchinari portano utile nelle casse dell’ospedale”. 

Marcolongo ha spiegato che ogni anno sono circa 2,5 milioni di euro i guadagni che ci sono con l'utilizzo dei macchinari nucleari. Con l’installazione dell’ultimo apparecchio, la Spect/Ct il reparto va a complottare ed innalzare i livelli diagnostici. L’utilizzo dei radiofarmaci nei pazienti ora saranno sfruttati appieno con le nuove apparecchiature. 

Alla cerimonia inaugurale erano presenti oltre ai vertici dell’azienda sanitaria locale, il sindaco di Rovigo Bruno Piva, il vice presidente della provincia Guglielmo Brusco, i consiglieri regionali Cristiano Corazzari e Graziano Azzalin. 

 
15 dicembre 2012




CASA DI CURA SANTA MARIA MADDALENA

Correlati:

  • “Perchè solo ora questa preoccupazione?”

    SANITA' ROVIGO L'ex assessore provinciale Guglielmo Brusco sorpreso per l'azione a suo parere tardiva della Cgil nel denunciare i tagli dei posti letto e del personale dell'Ulss 18

  • Tagli che portano al collasso

    SANITA' ROVIGO Davide Benazzo e Riccardo Mantovan sollevano le problematiche legate alle continue riduzioni di personale che sta subendo l'Ulss 18 Rovigo

  • Boom al Pronto soccorso. Attese, complicazioni e mancate vaccinazioni

    ULSS 18 ROVIGO Ospedale assediato: +18 di accessi al Ps e +10% di ricoveri rispetto allo scorso anno. I dirigenti dell’azienda sanitaria Ferdinando Sortino e Stefano Kusstatscher ne spiegano i motivi, non è solo l’influenza stagionale

  • Sotto i ferri per due polipi alla fine gli asportano la milza

    COLPA MEDICA OSPEDALE ROVIGO Cinque "camici bianchi" alla sbarra. La prima udienza ha visto la deposizione della vittima che ha raccontato il suo calvario

  • Un taglio che è un doppio autogol

    SANITA' CASTELMASSA (ROVIGO) La coordinatrice del Centro attività motorie, Ilaria Ferrari, illustra la situazione nella struttura che pare sia destinata a chiudere a causa del mancato accreditamento da parte della Regione Veneto

  • Doppio smacco con beffa

    SANITA' ROVIGO Radiologia diagnostica, la specialità accreditata fino al 31 dicembre 2014 al Centro attività motorie passa a Rovigo Medica. Lorenzo Marinelli, proprietario del Cam: “Pronto il ricorso al Tar"

  • “Sono stato troppo tenero, troppo moderato"

    SANITA’ ROVIGO Guglielmo Brusco, ex assessore provinciale, scrive una lettera aperta per protestare contro la cattiva organizzazione raccontando alcune odissee vissute da delle famiglie altopolesane

ARREDOLUCE 730X90