ACCADEMIA DEI CONCORDI ROVIGO Nuovo capitolo della controversia tra comune ed ente, l'opposizione del Comune a versare i 370mila euro

L'interpretazione di Palazzo Nodari per non pagare l'istituzione culturale

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

L'accademia dei Concordi non riesce a vivere senza il denaro di palazzo Nodari e per i 370mila euro che avanza ha istruito un'ingiunzione di pagamento. Il Comune vi si oppone basando il proprio rifiuto sugli accordi del 1968 


 

Rovigo - I rappresentanti del Comune che siedono al tavolo del consiglio di amministrazione dell'accademia dei Concordi non essendo funzionari o assessori del comune non avrebbero potere nell'approvare il bilancio dell'ente. Inoltre in base all'accordo del 1968 il comune di Rovigo si sta opponendo all'ingiunzione di pagamento di 370mila euro, ovvero ciò che è rimasto da pagare, rispetto al già versato dal 2011 in poi, di metà del bilancio annuale dell'ente culturale.

Questioni di interpretazioni. Gli avvocati di entrambi le parti giocano sulle virgole degli atti e sull'interpretazioni delle parole, ma di fatto, se l'opposizione fosse accolta dal giudice, l'Accademia potrebbe non vedere più quei soldi sui quali si è già spesa. Secondo palazzo Nodari l'accordo parla sì di provvedere a metà bilancio ma quello approvato dal consiglio di amministrazione che sovrintende biblioteca e pinacoteca. Il resto delle attività dell'Accademia sono approvate dal bilancio del consiglio direttivo che per il Comune non sono quelle comprese dall'accordo storico.

All'orizzonte non sembra che ci sia una tregua nel trovare una soluzione, l'Accademia sta tenendo una linea dura contro il comune che replica fermamente che ciò che gli viene chiesto non è legittimo. Solamente le vie legali sapranno sciogliere i dubbi e chiarire la situazione. 

23 ottobre 2014
Bancadria 468x60




Correlati:

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni