RIFIUTI FIESSO UMBERTIANO (ROVIGO) Partiti i lavori per l’impianto che raccoglierà acque meteorologiche e batterie e oli esausti. 175 mila euro la somma richiesta per la realizzazione dell’opera che beneficerà di un contributo regionale

Avviato il cantiere per la realizzazione del nuovo ecocentro

Il progetto
Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Sono già iniziati i lavori per la realizzazione dell’ecocentro nel comune di Fiesso Umbertiano. Il progetto, per cui è previsto un contributo di circa 80 mila euro dalla Regione su una spesa di 175 mila, prevede la realizzazione di un impianto per la raccolta delle acque meteorologiche e un’area adibita allo stoccaggio di batterie e oli esausti. Saranno presenti anche 17 cassonetti, uno per ogni tipologia di rifiuto



Fiesso Umbertiano (Ro) - E’ già avviato il cantiere per la realizzazione dell’ecocentro di Fiesso Umbertiano. Il progetto, realizzato dall’ufficio tecnico comunale, prevede la creazione di un’area adibita a centro di raccolta di rifiuti differenziati. 

“Gli importi complessivi dell’intervento sono previsti in 175.000 euro cifra con la quale l’amministrazione si doterà di un servizio di raccolta efficiente ed efficace” spiega Sauro Buoso assessore all’urbanistica - non escludendo l’ipotesi che in futuro si possa fare del rifiuto una risorsa economica con la quale si possa abbassare l’attuale tariffa”.

Il piano prevederrà la demolizione di alcune strutture esistenti al fine di creare posto ad un impianto di raccolta e trattamento delle acque meteoriche, e ad un prefabbricato con funzione d’ufficio. Sarà realizzata anche una tettoia aperta su tutti i lati, che sarà adibita allo stoccaggio di batterie, oli usati ed altre tipologie di rifiuti sensibili. I 17 cassonetti, uno per ogni tipologia di rifiuto, saranno posizionati su un’area asfaltata e disposti in modo che il raggio di azione e di movimentazione degli automezzi, sia conferenti che quelli di raccolta, abbia un raggio di manovra non inferiore a 16 metri.

Il nuovo centro sarà dotato di rete fognaria, impianti di illuminazione, videosorveglianza e di apposita segnaletica che risponderà alle normative in ambito ambientale. Per migliorare poi l’impatto sull’ambiente verranno poi collocate diverse piante autoctone e piantata una siepe di recinzione.

“Buone notizie arrivano anche dalla Regione Veneto, - continua l’assessore Buoso - in particolare dall’assessorato all’Ambiente guidato da Maurizio Conte, il quale ci ha comunicato l’approvazione di un contributo assegnato alla realizzazione dell'Ecocentro per la rispettabilissima cifra di 80mila euro e tutto questo grazie anche alla collaborazione strettissima con Ecoambiente ed il suo direttore l’ingegnere Giuseppe Romanello che ha lavorato in grande sinergia con l’amministrazione comunale”.

16 gennaio 2015
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Deltablues 2018