CULTURA LOREO (ROVIGO) L’artista croata Melinda Sefcic ha creato due grandi quadri di 6 metri assieme agli alunni delle scuole medie. Il 13 giugno saranno inaugurati tre murales presso la rotonda della strada provinciale 45 Adria-Loreo

Passione murales in Bassopolesine

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Una scuola e una rotonda su una strada provinciale possono essere trasformati in luoghi artistici? In Polesine sì! Grazie al progetto Deltarte di Melania Ruggini il Delta del Po sta diventando un museo a cielo aperto dove giovani artisti creano le loro opere con l’aiuto degli abitanti. A giugno l’arte si ferma a Loreo


 

Rovigo - Ormai il Delta del Po è diventato un museo sotto il sole dove le opere sono disseminate nei centri di questo paesaggio unico e spettacolare. La trasformazione artistica del Polesine trova origine grazie ad un’idea di Melania Ruggini che, insieme all’associazione culturale voci per la libertà, hanno dato vita al progetto Deltarte il Festival della creatività per artisti con età inferiore ai 35 anni. L’iniziativa è stata realizzata grazie ai finanziamenti disponibili con il bando Culturalmente della Fondazione cassa di risparmio di Padova e Rovigo.

Si tratta di una serie di mostre itineranti di artisti che per un breve periodo scelgono un paese del Delta e lì vi passano un po’ di tempo, assaporando e conoscendo l’ambiente, le atmosfere, gli abitanti, le tradizioni e trasformano il tutto in opere di arte contemporanea che saranno esposte nel luogo scelto. Questa forma d’arte si chiama “residenza d’artista” e intende creare un dialogo intenso tra la comunità e il giovane artista.

La mostra itinerante è arrivata a Loreo dove ha deciso di passare un po’ del suo tempo l’artista croata Melinda Sefcic. L’arte di Melinda Sefcic si esprime in schizzi, geometrie, animali in stile op-art, autoritratti fotografici ed è strettamente legata alla terapia, infatti nel suo caso si parla di “arte terapia”. Le sue opere sono percepite come un riflesso del suo essere e della sua continua trasformazione. L’evoluzione della sua arte è strettamente connessa con la sua crescita personale sia della mente che dello spirito. In questo senso l’arte diventa espressione della pura emozione spirituale.

A Loreo l’artista croata ha incontrato gli studenti delle scuole medie e con loro ha sviluppato dei progetti artistici dove l’arte è stata “usata” come strumento per l’educazione e la conoscenza delle proprie capacità. Gli adolescenti sono diventati giovani artisti e, tra il 3 e il 4 giugno scorso assieme a Melinda Sefcic, hanno creato due grandi quadri di 6 metri di larghezza per 5 di altezza destinati ad essere esposti permanente nella loro scuola.

Le due opere degli artisti adolescenti traggono spunto dalla ricerca di Melinda Sefcic intitolata “Transformation of identities” e sono il risultato di una bellissima collaborazione tra i ragazzi che ha permesso loro di essere protagonisti tutti insieme di un grande progetto artistico. Naturalmente anche i docenti e la preside della scuola hanno valutato l’iniziativa con grande soddisfazione trovando la conferma che attraverso lo sviluppo della creatività si intensificano le relazioni tra gli studenti a vantaggio della crescita educativa.

“L'edificio della scuola – ha commentato Melinda Sefcic - con la sua ricca storia di anime, unito alla ricca storia della città di Loreo, mi ha ricordato un mondo dalle dimensioni essenziali, in cui l'arte può nascere, un globo smaterializzato come luogo di contemplazione e concettualizzazione del mio lavoro. Lavorare con i ragazzi è stata un’esperienza unica: nonostante la lingua diversa, abbiamo fin da subito comunicato grazie ai colori e alle forme che prendevano vita dai nostri pensieri e dalle nostre mani. Un’esperienza toccante e che noi tutti ci porteremo dentro”. 

Il lavoro della Sefcic a Loreo non si conclude qui. Il 13 giugno prossimo saranno inaugurati tre murales del suo grande progetto “Transformation of Identities” presso la rotonda della strada provinciale 45 Adria-Loreo che faranno parte del paesaggio di quella zona. Tutti coloro che passeranno da quelle parti potranno godere di un’opera d’arte che prevedibilmente, visto lo stile della giovane artista croata, sarà ricco di colori vivacissimi.

Francesca Maccatrozzo

7 giugno 2015
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe