CEREGNANO (ROVIGO) Falco pellegrino ferito attira l’attenzione di una docente che avverte la Lega italiana protezione uccelli, aveva una bruciatura all’ala destra. Tra qualche giorno si saprà se tornerà a volare

Salvato da un’insegnante e dalla Lipu

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni

Probabilmente ha sbattuto contro i fili elettrici, un incidente abbastanza comune per i grandi volatori dalle dimensioni medio-grandi. Uno spettacolare esemplare di Falco pellegrino è stato tratto in salvo domenica 3 gennaio


Ceregnano (Ro) - Un lamento, uno stridulo straziante incuriosisce Giulia Menon, docente residente nel comune di Ceregnano, era un uccello di medie dimensioni ferito, un Falco pellegrino. E’ accaduto domenica 3 gennaio, l’insegnante ha subito chiamato i volontari della Lega italiana protezione uccelli che lo hanno tratto in salvo. L'animale, immobilizzato, presentava una bruciatura all'ala destra dovuta ad elettrocuzione, un incidente frequente per i grandi volatori e dalle dimensioni medio-grandi, in sostanza vanno a sbattere con le ali sui fili della corrente elettrica.

L'animale trasportato al Cras (Centro recupero animali selvatici) di Polesella, è stato sottoposto alle cure del caso dal dottor Tarricone. Nel prossimi giorni si potrà sapere, se potrà ancora ritornare a volare, e riprendere il suo viaggio. L'importanza della struttura, ormai consolidata per tantissimi cittadini della nostra provincia, e punto di riferimento della Lipu e del Wwf.

Vengono raccolti oltre 300 animali l'anno, che vanno dal falco-cuculo, al pettirosso, alla volpe, ai ricci, rondini, civette, gufo comune. Una biodiversità che nella  provincia esiste, e deve essere protetta.

In tal senso l’associazione fa un'appello affinché con l'avvio del Mab-Unesco, Parco del Delta del Po in una  entità unica con il Parco dell'Emila-Romagna si valorizzi e si rendano funzionali con risorse economiche questa importante salvaguardia, realizzando delle voliere a tunnel per la riabilitazione al volo. “All'Enel, dovremmo chiedere, assieme al Parco del Delta del Po-Unesco di un paesaggio per l’uomo, per gli uccelli, nascondendo i tralicci e i cavi elettrici sotto terra”.

 

 

 

 

4 gennaio 2016




Correlati:

  • Già terminata l’esperienza di Amici 

    MUSICA CEREGNANO (ROVIGO) Nella punta di lunedì 11 dicembre la polesana Silvia Belluco è stata eliminata dalla scuola di Amici di Maria De Filippi

  • Lotta ai piccioni a due passi dal municipio

    DEGRADO ROVIGO Dopo la segnalazione del consigliere Antonio Rossini, il vice sindaco Ezio Conchi ha interessato Ecoambiente per la pulizia del guano e i proprietari degli immobili per la sistemazione di dispositivi anti-piccione

  • Per lui nessuna porta è chiusa

    ROSSINI SUPERSTAR (ROVIGO) Neppure l'aula di udienza penale gli è preclusa. Il micione tigrato adottato dal centro città presenzia al processo

  • "I campioni dell’aria non hanno sostanze tossiche" 

    AMBIENTE CEREGNANO (ROVIGO) I tecnici dell’Arpav lunedì 4 dicembre invitati dall’amministrazione comunale ha incontrato i cittadini per illustrare la situazione degli odori maleodoranti a Pezzoli

  • I cavalli sono tornati a casa

    LA STORIA A PORTO VIRO (ROVIGO) I sei animali di proprietà del Comune fanno ritorno a Ca’ Cappello, nel centro gestito dalla cooperativa Don Sandro Dordi, coi volontari dell’Asd Le Redini

  • Multato mentre salva un cane: non perderà punti

    STORICA SENTENZA A ROVIGO Il giudice riconosce lo stato di necessità e lo applica anche a un "non umano", alla luce della mutata percezione dei nostri animali domestici

  • Cane finisce nell'Adigetto, salvato dai pompieri

    VIGILI DEL FUOCO BADIA POLESINE (ROVIGO) Intervento nella serata di domenica 3 dicembre, il cane riusciva a nuotare ma non a risalire la riva

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe