CEREGNANO (ROVIGO) Falco pellegrino ferito attira l’attenzione di una docente che avverte la Lega italiana protezione uccelli, aveva una bruciatura all’ala destra. Tra qualche giorno si saprà se tornerà a volare

Salvato da un’insegnante e dalla Lipu

Musica fondazione cariparo

Probabilmente ha sbattuto contro i fili elettrici, un incidente abbastanza comune per i grandi volatori dalle dimensioni medio-grandi. Uno spettacolare esemplare di Falco pellegrino è stato tratto in salvo domenica 3 gennaio


Ceregnano (Ro) - Un lamento, uno stridulo straziante incuriosisce Giulia Menon, docente residente nel comune di Ceregnano, era un uccello di medie dimensioni ferito, un Falco pellegrino. E’ accaduto domenica 3 gennaio, l’insegnante ha subito chiamato i volontari della Lega italiana protezione uccelli che lo hanno tratto in salvo. L'animale, immobilizzato, presentava una bruciatura all'ala destra dovuta ad elettrocuzione, un incidente frequente per i grandi volatori e dalle dimensioni medio-grandi, in sostanza vanno a sbattere con le ali sui fili della corrente elettrica.

L'animale trasportato al Cras (Centro recupero animali selvatici) di Polesella, è stato sottoposto alle cure del caso dal dottor Tarricone. Nel prossimi giorni si potrà sapere, se potrà ancora ritornare a volare, e riprendere il suo viaggio. L'importanza della struttura, ormai consolidata per tantissimi cittadini della nostra provincia, e punto di riferimento della Lipu e del Wwf.

Vengono raccolti oltre 300 animali l'anno, che vanno dal falco-cuculo, al pettirosso, alla volpe, ai ricci, rondini, civette, gufo comune. Una biodiversità che nella  provincia esiste, e deve essere protetta.

In tal senso l’associazione fa un'appello affinché con l'avvio del Mab-Unesco, Parco del Delta del Po in una  entità unica con il Parco dell'Emila-Romagna si valorizzi e si rendano funzionali con risorse economiche questa importante salvaguardia, realizzando delle voliere a tunnel per la riabilitazione al volo. “All'Enel, dovremmo chiedere, assieme al Parco del Delta del Po-Unesco di un paesaggio per l’uomo, per gli uccelli, nascondendo i tralicci e i cavi elettrici sotto terra”.

 

 

 

 

4 gennaio 2016
CASA DI CURA SANTA MARIA MADDALENA




Correlati:

Bagno e Calore Scegli il meglio 730-90