MUSICA ROVIGO Il terzetto con Pia Zoe al clarinetto, Roberto De Nittis al pianoforte e Fabio Adamo alla batteria è stato selezionato per la tredicesima edizione del concorso “Chicco Bettinardi” nella sezione Gruppi. Domenica 24 gennaio il verdetto

I Krisis in finalissima al Milestone

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Pia Zoe al clarinetto, Roberto De Nittis al pianoforte e Fabio Adamo alla batteria, il terzetto di Rovigo denominato Krisis, è stato scelto tra i cinque gruppi che si contenderanno la finale del 13esimo concorso nazionale “Chicco Bettinardi” domenica 24 gennaio alle ore 18 presso il Milestone di Piacenza. In palio un premio in denaro del valore di 1.500 euro, un ingaggio al “Piacenza Jazz Fest 2017” e il “Premio Libertà” per il primo classificato, mentre 800 euro oltre alla segnalazione su prestigiose riviste di settore per il secondo 



Rovigo - Continua il concorso nazionale “Chicco Bettinardi”, giunto alla 13esima edizione: dopo la prima finale di sabato scorso che ha decretato i due solisti migliori domenica 24 gennaio alle ore 18 presso il Milestone di Piacenza si esibiranno i gruppi jazz tra i quali i Krisis di Rovigo. 

Il risultato della selezione della giuria per la sezione dei gruppi, che ha ascoltato le incisioni inviate dai vari gruppi, è un buon equilibrio anche dal punto di vista geografico, con una rappresentanza dal nord, sud e dal centro Italia: rappresenteranno il nord i Krisis, di Rovigo, ovvero Pia Zoe al clarinetto, Roberto De Nittis al pianoforte e Fabio Adamo alla batteria oltre al Jacopo Mazza Trio di Crevalcore, in provincia di Biella, gruppo composto da Jacopo Mazza al pianoforte, Marco Rottoli al contrabbasso e Alessandro Rossi alla batteria. Dal sud invece, e più precisamente da Aversa, in provincia di Caserta, arrivano i Playground Project, con Marco Fiorenzano al pianoforte, Marco Galiero al basso ed Emiliano Barella alla batteria; l’unico quartetto della rosa di selezionati, la RuidalSud Elektric Band, di Barletta, in provincia di Bari, formati da Dario Savino Doronzo alla tromba, Pietro Gallo alle tastiere, Perchinunno Iury Pio al basso e Giovanni Lanotte alla batteria. A rappresentare invece simbolicamente il centro del nostro Paese sono i Three For Play, gruppo di Lariano in provincia di Roma che vanta i componenti anagraficamente più giovani, rispettivamente Vittorio Solimene al pianoforte, Dario Piccioni al contrabbasso e Alessio Baldelli alla batteria.

L’ordine di esibizione verrà stabilito per sorteggio: i cinque gruppi selezionati si contenderanno la vittoria proponendo ciascuno tre brani scelti liberamente, tra i quali per regolamento deve comparire almeno uno “standard”. I Krisis avranno in scaletta uno standard tutt’altro che semplice da maneggiare, quale è “Evidence” di Thelonious Monk e due brani composti dal loro pianista, Roberto De Nittis “Never Mind” e “Crooked”.

La giuria chiamata a valutare i due gruppi migliori di questa edizione è presieduta, come da tradizione, da un grande musicista, saxofonista, compositore e insegnante al Conservatorio di Milano: Tino Tracanna. Il presidente è affiancato da Giuseppe Parmigiani, altro saxofonista oltre che compositore e arrangiatore, Jody Borea, esperto di musica afroamericana della Sidma, Luca Conti, critico musicale e direttore della rivista "Musica Jazz", Oliviero Marchesi giornalista e critico musicale, Fabio Bianchi, giornalista del quotidiano “Libertà” e Paolo Menzani redattore di "Piacenza Sera”. Il pubblico del Milestone sarà invitato a esprimere una preferenza, votando il gruppo che ritiene più meritevole e determinando così l’assegnazione del “Premio del pubblico”, rappresentato da una targa offerta dagli organizzatori come riconoscimento del favore popolare.

Al termine di questa saranno annunciati i nomi dei due vincitori, ma la graduatoria sarà resa nota solo in occasione del “Galà di premiazione”, in programma sabato 19 marzo alle ore 21.15 presso lo spazio “Le Rotative” di Piacenza. Al primo classificato andrà un premio in denaro del valore di 1.500 euro, un ingaggio al “Piacenza Jazz Fest 2017” e il “Premio Libertà”, al secondo 800 euro, oltre alla segnalazione su prestigiose riviste di settore per entrambi.

22 gennaio 2016
Bancadria 468x60




Correlati:

  • E’ tempo di soddisfazioni nazionali per il jazz del Venezze 

    MUSICA ROVIGO Il conservatorio statale rodigino è stato prescelto dal Miur quale sede del Premio delle Arti 2018 per la sezione Jazz. Sarà nel ricordo di Marco Tamburini. Tre menzioni speciali agli allievi dello stesso dipartimento per il premio 2017

  • Focus on jazz, due giorni molto speciali

    EVENTI ROVIGO Appuntamenti dedicati al tema. Artisti rodigini, e non solo, in Pescheria Nuova sabato 7 e domenica 8 ottobre per parlare di musica. Con Federica Baccaglini, Nicola Ricci, Enzo Orso VAlsecchi

  • Passione e fascino sotto le stelle

    EVENTI ROVIGO Parte il programma agostano, una serie di serate di musica e non solo, organizzate dal Gruppo astrofili Polesani all'osservatorio astronomico Vanni Bazzan

  • Gran finale con le star 

    MUSICA ROVIGO Il “Jazz nights at Casalini’s garden” si conclude venerdì 28 luglio con le esibizioni di Giorgia Sallustio Quintet e aHria 

  • Oregon stellari 

    MUSICA ROVIGO Per il terzo appuntamento del Jazz Nights at Casalini’s Garden si sono esibiti gli Oregon ed il quartetto dell’originale e giovanissimo chitarrista Luca Zennaro

  • La batteria di Weckl pronta a conquistare la piazza

    DELTABLUES ROVIGO Mercoledì 12 luglio alle ore 21.30 in piazza Vittorio Emanuele II si terrà il concerto con Dave Weckl e la Venezze Big band

  • Tanta buona musica in memoria di Tamburini

    JAZZ NIGHT ROVIGO Torna, per la quarta edizione, l’evento dedicato al compianto maestro trombettista, anche quest’anno, carico di illustri ospiti di caratura internazionale. Dal 7 al 28 luglio 

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni