JAZZ ROVIGO La band rodigina formata da Roberto de Nittis, Pia Zoe e Fabio Adamo si conquista la menzione alla prestigiosa rassegna di Piacenza. Ha impressionato la giuria che ha deciso di istituire su due piedi il riconoscimento

I Krisis stupiscono tutti: per loro il premio speciale del Bettinardi

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Non hanno vinto. Anzi sì. Perché convincere la giuria a istituire una menzione speciale ad hoc che neppure era prevista, in un concorso musicale di assoluto livello, è una vittoria eccome. Ci sono riusciti i componenti del gruppo rodigino Krisis ovvero Roberto de Nittis, Pia Zoe e Fabio Adamo


 

Rovigo – Sono i Playground Project da Aversa, in provincia di Caserta, e il Jacopo Mazza Trio da Biella i vincitori per la categoria Gruppi del Concorso nazionale “Chicco Bettinardi” per Nuovi talenti del Jazz italiano. Ma in questa rassegna di livello assoluto si sono distinti alla grande anche i rodigini Krisis, Roberto de Nittis, Pia Zoe e Fabio Adamo, che si sono guadagnati una menzione speciale. Basti pensare che in origine questa menzione non era prevista, ma è stata introdotta dalla regia, impressionata dalla proposta dei rodigini. La motivazione parla infatti della "originalità della proposta e la ricerca di sonorità inusuali”.

Domenica 24 gennaio si è svolta la finale al Milestone di Piacenza della sezione gruppi del concorso "Chicco Bettinardi" organizzato dall'associazione culturale Piacenza Jazz Club. I Playground Project sono un trio che ha convinto grazie a un brano originale composto dal pianista del gruppo, Marco Fiorenzano, dal titolo “Dawi” e due classici come “These Foolish Things” di Jack Strachey e “Looking up”. Jacopo Mazza Trio ha suonato con grande padronanza tecnica e uno spiccato interplay due standard di Benny Golson “Stablemates” e Hoagy Carmichael “Skylark” oltre a un brano composto dal pianista e leader del trio, lo stesso Mazza. 

I gruppi in lizza ammessi alla finale erano cinque e a valutarli c’era una giuria davvero d’eccezione: un protagonista assoluto del Jazz italiano, il saxofonista Tino Tracanna presiedeva la giuria, in cui sedevano anche il maestro piacentino Giuseppe Parmigiani, l’esperto della Sidma, Società italiana di musicologia afroamericana, Jody Borea, il critico musicale Giancarlo Spezia e i giornalisti Fabio Bianchi e Paolo Menzani. 

Un riconoscimento davvero importante per i Krisis di Rovigo, ovvero ovvero Pia Zoe al clarinetto, Roberto De Nittis al pianoforte e Fabio Adamo alla batteria.

26 gennaio 2016
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Deltablues 2018