RUGBY SEI NAZIONI 2016 Sorpresa nel Xv titolare che affronterà la Francia sabato 6 febbraio. Jacques Brunel dà fiducia a Canna in mediana in coppia con Ugo Gori

Quattro esordienti: Odiete, Bellini, Gega e Lovotti

David Odiete dal Mogliano alla Nazionale da titolare (nella foto nell'ultimo confronto al Battaglini con il rossoblu Joe Van Niekerk
Cooking Chef Academy 730x90

Ben due titolari provenienti dal campionato di Eccellenza con la maglia della Nazionale all’esordio al Sei Nazioni. David Odiete (1993, Mogliano) e Mattia Bellini (1994, Petrarca Padova) conquistano il proprio primo cap rispettivamente come estremo ed ala.


Roma – Jacques Brunel, Commissario Tecnico della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato oggi la formazione che affronterà la Francia sabato 6 febbraio allo Stade de France di Parigi-Saint Denis nella prima giornata dell’Rbs 6 Nazioni 2016. Il calcio d’inizio dell’incontro, valido per l'assegnazione del Trofeo Garibaldi, è fissato alle 15.25, con diretta su Dmax Canale 52 in simulcast su Deejay Tv. La diretta sarà inoltre disponibile in streaming online su Federugby.it, sulla nuova piattaforma DPlay e su eurosport.com

Il Ct azzurro, che proprio contro la Francia al Saint Denis inaugurò la propria gestione nel 2012, lancia dal primo minuto, nel match che apre la campagna annuale nel più importante e prestigioso dei tornei ben quattro esordienti, due dei quali provenienti dal campionato Italiano d’Eccellenza. In totale, rispetto all’ultima uscita dell’Italia lo scorso ottobre ad Exeter contro la Romania, sono ben nove i cambiamenti al XV titolare.

Inedito e giovanissimo il triangolo allargato, con un’età media di 23 anni: David Odiete (1993) e Mattia Bellini (1994) conquistano il proprio primo cap rispettivamente come estremo ed ala, con Leonardo Sarto (1992) a completare il reparto nella sua ventiquattresima apparizione con l’Italia.

L’unico nato negli Anni ’80, nella linea dei trequarti, è il primo centro delle Zebre Gonzalo Garcia, mentre a secondo centro trova ancora spazio Michele Campagnaro (1993) e la coppia mediana, inedita dal primo minuto in maglia azzurra, vede Carlo Canna (1992) alla prima uscita da titolare della maglia numero dieci di mediano d’apertura in coppia con Edoardo Gori, a nemmeno 26 anni e con 47 caps confermato prima scelta a mediano di mischia.

Espertissima la terza linea, dove con capitan Sergio Parisse Brunel si affida al veterano Alessandro Zanni ed a Francesco Minto, punti fermi della gestione del tecnico transalpino nel pack azzurro, mentre in seconda linea Marco Fuser e George Biagi fanno coppia per la prima volta.

Due infine gli esordi in prima linea, con Andrea Lovotti sul lato sinistro ed Ornel Gega tallonatore al loro primo cap e l’esperienza di Lorenzo Cittadini a completare la testa della mischia.

In panchina, il Ct punta come sempre su cinque avanti – i tallonatori Zanusso e Castrogiovanni, il tallonatore Giazzon, Bernabò in seconda linea e Van Schalkwyk per dare copertura all’intero reparto delle terze -  su una mediana alternativa con Palazzani ed Haimona, utilizzabile quest’ultimo anche come centro, e su Luke McLean in grado di dare un’iniezione di esperienza tra i trequarti.

Questa la formazione dell’Italia:
15 David ODIETE (Marchiol Mogliano, esordiente)*
14 Leonardo SARTO (Zebre Rugby, 23 caps)*
13 Michele CAMPAGNARO (Exeter Chiefs, 18 caps)*
12 Gonzalo GARCIA (Zebre Rugby, 39 caps)
11 Mattia BELLINI (Petrarca Padova, esordiente)*
10 Carlo CANNA (Zebre Rugby, 7 caps)
9 Edoardo GORI (Benetton Treviso, 47 caps)*
8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 114 caps) – capitano
7 Alessandro ZANNI (Benetton Treviso, 94 caps)
6 Francesco MINTO (Benetton Treviso, 23 caps)
5 Marco FUSER (Benetton Treviso, 6 caps)*
4 George Fabio BIAGI (Zebre Rugby, 8 caps)
3 Lorenzo CITTADINI (Wasps Rugby, 44 caps)
2 Ornel GEGA (Benetton Treviso, esordiente)
1 Andrea LOVOTTI (Zebre Rugby, esordiente)*

a disposizione
16 Davide GIAZZON (Benetton Treviso, 24 caps)
17 Matteo ZANUSSO (Benetton Treviso, esordiente)*
18 Martin CASTROGIOVANNI (Racing ’92, 115 caps)
19 Valerio BERNABO’ (Zebre Rugby, 27 caps)
20 Andries VAN SCHALKWYK (Zebre Rugby, esordiente)
21 Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby, 15 caps)
22 Kelly HAIMONA (Zebre Rugby, 7 caps)
23 Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 75 caps)

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

 

 

4 febbraio 2016
Bancadria 468x60




Correlati:

  • I Wallabies non fanno sconti

    RUGBY Una bella Italia evidenzia lacune difensive che l’Australia sfrutta (40-27). Negata una meta regolare a Budd in avvio, ottimi segnali dalla mischia. Tour nel Pacifico che si chiude con tre sconfitte

  • Palla ovale, ma soprattutto spirito di gruppo

    RUGBY GIOVANILE Camp giunto alla settima edizione a Badia Polesine aperto a ragazzi e ragazze. Spazio anche a momenti ludici e conviviali ed una serata speciale dedicata al Tour dei Lions in Nuova Zelanda 

  • Rimpatriata di ex

    RUGBY ECCELLENZA Per l’11° Trofeo Adriano Pedrini di Badia Polesine squadre di lusso del massimo campionato italiano. Rovigo, Petrarca Padova, Viadana, Reggio, Medicei e il Valsugana (Serie A) dell’ex Polla Roux

  • Nella città etrusca partita inaugurale al Bettinazzi

    RUGBY ADRIA (ROVIGO) Un sabato in cui il vicesindaco Simoni ha anche provato le touche, festa ovale per rilanciare il progetto e coinvolgere il bassopolesine

  • Pressione non solo sugli azzurri

    RUGBY Sabato 24 giugno a Brisbane, alle 7 ora italiana con diretta su Sky Sport, l’Italrugby affronta l’Australia. La squadra di Conor O’Shea ha già collezionato due sconfitte con Scozia e Fiji

  • Zebre: ritorna tutto in mano alla Fir, ma lo era già

    RUGBY PRO12 A Parma che non tirasse una buona aria era noto da tempo, ma la federazione ha ufficializzato la chiusura della società privata e il reintegro delle Zebre. Rovigo deve trovare un accordo con il Benetton per non rimanere fuori dai giochi

  • Sorrisi sulla sabbia

    BEACH RUGBY Il Frassinelle (Rovigo) al torneo di Pesaro per condividere un’esperienza fantastica 

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017