AMBIENTE ROVIGO Il consigliere Andrea Borgato chiede informazioni circa la riqualificazione di viale Regina Margherita dopo l’abbattimento di sei platani malati

"Che progetti ci sono per i polmoni verdi della città?"

Musica fondazione cariparo

Il presidente del Bachelet ricorda all’amministrazione che anni fa in viale Regina Margherita furono tagliate alcune piante e immediatamente sostituite con altre della stessa specie invitando ed auspicando quindi che l’amministrazione si esprima anche su come, quanto e quando intende procedere con la piantumazione di nuovi alberi ma soprattutto riqualificare il contesto urbano e le aree verdi della città 



Rovigo - Alla vigilia delle operazioni di taglio di sei platani “storici” di viale Regina Margherita, colpiti da malattia irreversibile, Andrea Borgato, consigliere comunale di Rovigo, aggiunge la sua voce agli altri colleghi Vernelli e Bonvento che in questi giorni hanno avuto modo di intervenire sulla questione (LEGGI ARTICOLO).

“Non intendo fare polemica fine a se stessa, - afferma Borgato - ma credo che l’attuale amministrazione comunale debba quanto prima dire cosa intende fare per la città anche per quanto riguarda la sua riqualificazione e, più in generale, la sua ambientalizzazione. Stiamo uscendo da una stagione invernale che ci ha portato nelle posizioni nelle alte classifiche delle città più inquinate dalle polveri sottili e, quindi, il taglio di altre piante in città, peraltro in zona storica, appare un contrappasso dantesco anche se, si dice, motivato dalle condizioni in cui versano i platani in questione”.

Il consigliere pertanto chiede che si spieghi e si faccia conoscere cosa si farà dopo, sapendo che Asm provvede al taglio ma non pensa alla futura piantumazione. “Qualche anno fa sulla stessa arteria, per gli stessi motivi, furono tagliate alcune piante e immediatamente sostituite con altre della stessa specie e non ci furono levate di scudi. - spiega il presidente del Bachelet - Probabilmente è davvero importante comunicare e rendere partecipi i cittadini delle scelte che si fanno, soprattutto su temi sensibili come quello ambientale, che tocca la qualità della vita della città”.

Borgato auspica che l’amministrazione si esprima anche su come, quanto e quando intende procedere per riqualificare il contesto urbano e in particolare le aree verdi, le alberature e, più in generale, i polmoni verdi della città. “Parco Langer non può essere l’unica battaglia, - conclude - anzi è il tempo del concorso di idee, mettendo insieme intelligenze, professionalità, volontariato finalizzato a ridare alla nostra Rovigo il titolo di città delle rose”.

23 febbraio 2016
CASA DI CURA SANTA MARIA MADDALENA




Correlati:

Bagno e Calore Scegli il meglio 730-90