GRANDI OPERE ROVIGO Il comitato "Pontecchio pulita" prende posizione: "La Nogara Mare non ha nessuna utilità e non porterà in alcun posto"

"La Transpolesana è nostra: non pagheremo"

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017

E' solo la politica che vuole "mangiare" ancora: è questa la posizione espressa da Enrico Costa e Valentino Perlari, esponenti del comitato "Pontecchio Pulita", per quanto riguarda le recenti richieste avanzate da più parti di realizzazione della Nogara Mare (foto a lato), la strada che dovrebbe portare sino al mare


 

Pontecchio Polesine (Ro) - "In questo periodo di continue campagne elettorali, con l'avvicinarsi di nuove votazioni, i disfattisti non perdono occasione per mettersi in mostra e il tema sul quale tutti cercano di buttare fumo sugli occhi è sempre lo stesso: la Nogara Mare. Sindaci, consiglieri, assessori, onorevoli e chi più ne ha più ne metta, vogliono distruggere (più delle attuali buche esistenti), Transpolesana, la vorrebbero regalare (come fosse cosa di loro proprietà), per poi farla ripagare agli utilizzatori come autostrada". E' questa la posizione di Enrico Costa e Valentino Perlari, esponenti del comitato "Pontecchio pulita".

"Non si vuole tenere conto del fatto che gli italiani tutti e i polesani in generale, la Transpolesana l'hanno già pagata con i soldi delle loro tasse, con gli espropri dei terreni agricoli, con la cementificazione selvaggia, con le centinaia di vittime di incidenti stradali causati dagli allora attraversamenti a raso ed ancora oggi dalla cattiva manutenzione, ed è visibile a chiunque lo stato in cui si trova. La Transpolesana è nata per collegare due province Rovigo con Verona e viceversa, evitando così di percorrere la pericolosissima via alberata di platani come la vecchia strada Rovigo - Lendinara - Badia Polesine - Castagnaro”.

"Oggi come oggi la Transpolesana SS 434, ha un motivo in più di esistere sia come superstrada che come tangenziale poiché con circa 20 chilometri della stessa, collega due autostrade, la A 13 Bologna - Padova con la A 31 Valdastico. Gli attuali amministratori e politici, invece di riflettere sulla inutilità della Nogara - Mare, pensano a come far pagare il pedaggio del tratto sopracitato di Transpolesana che congiunge e collega le due Autostrade esistenti A13 - A 31, senza voler ammettere che da Nogara a Legnago non esiste nessun tracciato reale costruito come strada da depredare, ma che bisognerà pensare a nuovi espropri di terreni agricoli ed a una nuova cementificazione per il suo realizzo"

"Ancor peggio sul tratto Rovigo - Adria che non arriverà mai al mare, ma si troverà a finire la sua corsa nel bel mezzo del Parco del Delta nominato Patrimonio dell'Unesco. A questo punto noi Polesani, assieme a tutti gli italiani di buon senso ci chiediamo: ma su questa Nogara - Mare, quanta politica ci vuole ancora mangiare? Vista l'economia che da otto anni arranca, a nessuno gli viene mal di panza? Al solo pensiero dell'inutilità della Nogare - Mare, rimaniamo sempre più convinti che non  la si debba proprio fare".

2 marzo 2016
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe