CARABINIERI BADIA POLESINE (ROVIGO) Lo avrebbe detto al giudice in sede di convalida il 68enne arrestato dai carabinieri. Era chiamato a rispondere di una quarantina di dosi di cocaina. Patteggia

"Prendo 500 euro di pensione: obbligato a vendere droga"

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni

"Prendo solo 500 euro di pensione". Questa la motivazione che il 68enne di Badia Polesine, nel corso dell'udienza di convalida dell'arresto operato dai carabinieri (LEGGI ARTICOLO), avrebbe fornito al giudice. Era stato arrestato la settimana scorsa, venerdì 4 marzo


Badia Polesine (Ro) - Per lui l'arresto era scattato il 4 marzo, nel corso di una operazione fatta scattare dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Rovigo, guidata dal maggiore Salvatore Gibilisco. Il 68enne di Badia Polesine era accusato del possesso di una ventina di dosi di cocaina trovate nella sua disponibilità al momento del controllo e di una quantità più o meno analoga che avrebbe avuto in casa.

Già al momento della prima comparsa di fronte al giudice Gilberto Stigliano Messutti per la convalida dell'arresto il 68enne avrebbe cercato di fornire una giustificazione per la attività che gli veniva contestata dai carabinieri e che avrebbe "esercitato" in un bar di Badia Polesine. Tra l'altro a "incastrare" il 68enne sarebbe stata la foggia, decisamente particolare, con cui erano confezionate le dosi. Sacchettini colorati, gialli e verdi.

Comparendo di fronte al giudice, avrebbe affermato che, dal momento che prende solo 500 euro circa di pensione, lo spaccio sarebbe stato in qualche modo un "approdo obbligato". La difesa, affidata all'avvocato Michele Ciolino di Rovigo, ha trovato un accordo con la pubblica accusa, rappresentata dal pubblico ministero Alessia Pirani, sulla base di una pena di due anni, alla quale non si è potuto applicare il beneficio della condizionale alla luce di precedenti problemi con la giustizia dell'uomo.

La difesa, con l'avvocato Ciolino, ha comunque ottenuto il riconoscimento della ipotesi lieve del reato che gli veniva contestato e inoltre la misura meno afflittiva possibile per scontare la pena, evitando quindi il carcere.

 

9 marzo 2016
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017