INCONTRO BADIA POLESINE (ROVIGO) Il sindaco Gastone Fantato si fa portavoce di un centinaio di primi cittadini per chiedere ai vertici della Regione un nuovo incontro per parlare della infrastruttura. Intanto emerge una stramba clausola…

Nogara Mare, ordini dall’alto: “Tenere la stampa all’oscuro”

Da sinistra: Gastone Fantato, Elisa De Berti, Cristiano Corazzari ed Ivan Dall'Ara
Fondazione Cariparo Nuove Generazioni

L’incontro doveva tenersi martedì 15 marzo in Comune a Badia Polesine, alla presenza da una parte degli assessori regionali Cristiano Corazzari, polesano di Stienta, ed Elisa De Berti. All’ordine del giorno, il futuro della Nogara Mare, la cosiddetta “autostrada del mare” che avrebbe dovuto attraversare il Polesine e che secondo molti, ormai, di certo non si farà più


Badia Polesine (Ro) - L’incontro, però, è stato rimandato all’ultimo causa impegni dei due amministratori regionali. Ma coloro che ancora sperano nella realizzazione di questa infrastruttura - e sono ancora tanti - non si rassegnano e sono tornati alla carica, guidati dal sindaco di Badia Polesine Gastone Fantato che ha scritto alla Regione domandando un nuovo incontro sul medesimo argomento.

La corrispondenza sulla questione, assicura Fantato, ha toccato una ventina di parlamentari, amministratori e consiglieri della Regione, oltre che un centinaio di sindaci, tutti interessati alla realizzazione della autostrada del mare. Abbastanza per chiedere un nuovo incontro. “Considerato che per il territorio l’argomento dell’esecuzione della Nogara Mare è urgentissimo, si chiede di indicare, nei prossimi giorni, comunque in tempi ristrettissimi, la nuova data ed ora nonché la nuova sede per la riunione in oggetto”, si legge nella comunicazione firmata, oltre che da Fantato, anche da Giorgio Grassia, Massimo Barbujani Luciano Mirandola, primi cittadini rispettivamente di Castelguglielmo, Adria e Nogara.

“Si tenga conto che gli scriventi - chiude la nota - delegati per le vie brevi a rappresentare la stragrande maggioranza del territorio e dei sindaci responsabili, sono disposti anche ad una visita, propedeutica e non alternativa, a Venezia, negli uffici dell'assessore De Berti”. Desta invece un certo stupore una delle “condizioni” che la Regione avrebbe posto per l’incontro: tenere la stampa fuori dalla porta. Richiesta che, a quanto pare, i sindaci non hanno avuto problemi ad accettare immediatamente.

“Circa il non coinvolgimento della stampa, quale condizione posta dall'assessore De Berti  per la partecipazione all’incontro disdetto - prosegue Fantato - impegno tra l'altro onorato, dopo la comunicazione di lunedì 14 sarà impossibile oltre che inopportuno mantenere questo atteggiamento”. 

Due riflessioni: in primo luogo, stupisce che i rappresentanti dei cittadini siano pronti a escludere l’opinione pubblica da un incontro nel quale si parla di opere pubbliche, pagate coi soldi dei cittadini. In secondo luogo il fatto che la stampa, in prima battuta tenuta serenamente all’oscuro, diventi bene accetta quando si tratta di avere un argomento di persuasione. 

 

 

16 marzo 2016
Bancadria 468x60




Correlati:

  • "Non era un quintale di droga": si patteggia

    IL CASO A BADIA POLESINE (ROVIGO) Si alleggerisce di molto la posizione del 46enne di Badia Polesine che era stato arrestato dai carabinieri. Patteggia 22 mesi, con la sospensione, e torna libero subito

  • Un'animazione da togliere il fiato

    SCUOLA BADIA POLESINE (ROVIGO) I bimbi della primaria sono rimasti incantati dalla rievocazione storica che è stata realizzata appositamente per loro

  • Sporcano in pochi, ma pagano tutti

    RIFIUTI IN TRANSPOLESANA (ROVIGO) Il Comune di Badia Polesine ha dovuto di recente stanziare 2mila euro per la pulizia delle piazzole. Una incombenza che tocca anche ad altri Municipi

  • Un insospettabile badiese aveva 100 chili di marijuana

    CARABINIERI BADIA POLESINE (ROVIGO) Finisce in manette un imprenditore agricolo di 46 anni, indagine dei militari di Piove di Sacco

  • E' il momento delle luminarie

    NATALE BADIA POLESINE (ROVIGO) Due settimane di chiusura al traffico di varie vie del centro per consentire l'installazione. Dal 27 novembre all'11 dicembre

  • Un quintale di droga nascosto in campagna

    CLAMOROSO A BADIA POLESINE (ROVIGO) I carabinieri di Padova arrivano in Polesine per assestare un colpo importante al sottobosco dello stupefacente, un 46enne in manette

  • "Tre coltellate, vibrate da punti diversi". E il Dna...

    OMICIDIO BADIA POLESINE (ROVIGO) Tocca a consulenti ed esperti, intervenire nel processo che vede Giorgio Pasqualini, 69 anni, accusato dell'uccisione di Lorenzo Ferracin, 45 anni

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017