RUGBY TORNEO ALDO MILANI 42ESIMA EDIZIONE Presentazione ufficiale in Provincia con il presidente Marco Trombini e l’assessore regionale allo Sport Cristiano Corazzari. Si comincia sabato 30 aprile dalle 14, le finali a Rovigo il 1 maggio 

Sarà Edoardo ‘Ugo’ Gori il super ospite 

Da sinistra: Fabrizio Aggio, Adriano Zamana, Lucio Taschin, Luca Xodo, Roberto Aggio, Marco Trombini, Cristiano Corazzari, Andrea Donzelli e Fabio Finotti
Roberto Aggio, Marco Trombini e Cristiano Corazzari
Roberto Aggio
Lucio Taschin e Luca Xodo
Andrea Donzelli e Fabio Finotti
Raffaele Mora ed Adriano Zamana
Roberto Aggio e Marco Trombini
La presentazione a Palazzo Celio della 42esima edizione del torneo Aldo Milani
Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Tutto pronto per la 42esima edizione del Torneo Internazionale Aldo Milani. A difendere il trofeo conquistato l’anno scorso saranno i rossoblu della Monti Junior Rovigo Under 16, dovranno vedersela con i migliori club italiani e con i sudafricani dei Buffalo’s. Per consegnare il premio speciale intitolato a Nicola Perin, al Battaglini arriverà il mediano di mischia della Nazionale italiana e del Benetton Treviso Edoardo ‘Ugo’ Gori. La manifestazione si disputerà sabato 30 aprile nei campi di Badia Polesine, Frassinelle e Villadose, il 1 maggio tutti al Battaglini dalle ore 9

LEGGI L'ARTICOLO SULL'EDIZIONE 41


Rovigo - Vernissage a Palazzo Celio mercoledì 27 aprile per la presentazione ufficiale del Torneo Internazionale Aldo Milani giunto alla 42esima edizione. A fare gli onori di casa il presidente della Provincia di Rovigo Marco Trombini, con l’assessore regionale allo Sport Cristiano Corazzari, Andrea Donzelli per il Comune, il delegato provinciale del Coni Lucio Taschin, il vicepresidente della Rugby Rovigo Delta, Luca Xodo, il presidente del Club Aldo Milani, Roberto Aggio, il direttore del torneo Fabio Finotti, e i massimi dirigenti di Villadose e Frassinelle, Adriano Zamana e Raffaele Mora. Assenti giustificati Marzio Innocenti, presidente del Comitato Veneto, medico di professione, trattenuto per un’urgenza, e il presidente del Rugby Badia 1981, Massimiliano Dolcetto, il primo a rispondere con entusiasmo all’organizzazione del torneo. Infatti, per la prima volta, la giornata di sabato 30 aprile (dalle 14) verrà disputata nei campi di Villadose, Frassinelle e Badia Polesine, mentre il 1 maggio tutte le partite si disputeranno allo stadio Mario Battaglini di Rovigo dalle ore 9, le finali sono previste nel pomeriggio.

La manifestazione, è patrocinata da Regione Veneto, Provincia di Rovigo, Comune, Coni, Fir, Panathlon e Rugby Rovigo Delta, e gode del contributo della Del Monte, Kappa, Agricola Lusia e Gastone Salmaso.

“Devo ringraziare Danilo Ortolani che ci ha messo in contatto con la multinazionale Del Monte - spiega il presidente del club Aldo Milani Roberto Aggio - l’azienda leader ci donerà 50 pacchi contenenti 100 banane, due li daremo alla Rugby Rovigo per ringraziarli dell’ospitalità allo stadio Mario Battaglini, oltre ovviamente alle 18 squadre partecipanti al torneo, il resto lo doneremo in beneficenza a diverse associazioni che operano nel volontariato, tra cui ai Frati Cappuccini”. Da quest’anno verrà introdotto un premio speciale intitolato a Nicola Perin (Monti Junior Rovigo), il giovane rossoblu prematuramente scomparso. Ad onorare la sua memoria, ed ospite speciale il 1 maggio allo stadio Battaglini, ci sarà il mediano di mischia della Nazionale italiane e del Benetton Treviso Ugo Gori. “Devo ringraziare il direttore sportivo del Benetton Treviso Antonio Pavanello - ha spiegato Roberto Aggio - quando lo abbiamo contattato lo stesso Ugo Gori ha risposto subito presente, soprattutto in considerazione del fatto che il giovane Nicola lo aveva conosciuto proprio in ospedale a Padova,  i giocatori del Benetton Treviso lo erano andati a trovare per incoraggiarlo, e al mediano di mischia della Nazionale non era passato inosservato quel giovane talento. Il premio a lui dedicato verrà conferito al più tenace, una caratteristica che Perin aveva in campo, come nella vita, ha combattuto e stretto i denti, purtroppo la malattia ce lo ha portato via troppo presto. Ringrazio la famiglia di Nicola per aver accettato il nostro invito”. Dopo Mauro Bergamasco, Naas Botha, ed Elio De Anna, toccherà dunque ad Ugo Gori premiare i giovani vincitori del torneo Aldo Milani e il miglior mediano di mischia del weekend, il più tenace e combattivo. “In conclusione vorrei ringraziare la Kappa - spiega Aggio - per le maglie del torneo, e Gastone Salmaso per il trasporto dei sudafricani dei Buffalo’s che resteranno in città per i prossimi giorni”.

Sia Adriano Zamana, presidente del Villadose, che Raffaele Mora, numero uno del Frassinelle, hanno preso spunto dalla 42esima edizione per rilanciare un progetto futuro, l’idea potrebbe essere di mantenere questa formula, coinvolgendo tutte le società del territorio anche per i prossimi anni. Entrambi hanno risposto con entusiasmo all’invito del Club Aldo Milani, e con Badia rappresentano la storia e il presente di tutto il movimento polesano. Per ragioni anagrafiche non vi hanno preso parte, ma si sono detti onorati di poter ospitare un evento così importante per il territorio.

“Sembrerà banale - esordisce il patrone di casa e presidente della Provincia di Rovigo Marco Trombini - ma riuscire a portare avanti per 42 anni una manifestazione significa che dietro ci sono valori importanti, di squadra e sport. Puntare su un torneo giovanile è ancor di maggior pregio. Gli sport di squadra sono importanti e tolgono dalle distrazioni i ragazzi che potrebbero avere problemi di inserimento sociale, o tentazioni particolari”.

Luca Xodo, numero due di viale Alfieri, ha portato i saluti di tutta la società e del presidente Francesco Zambelli “Puntare sui giovani e dare a loro la possibilità di mettersi in mostra in una piazza importante come Rovigo, penso sia uno dei ricordi, per chi ha giocato, più belli. Questa edizione vede coinvolte anche le società limitrofe del territorio, nasce da un problema, infatti la prima squadra sabato la Battaglini disputa in diretta Rai il match valevole per il primo posto con il Calvisano, ma dai problemi possono nascere delle opportunità, e penso che il modo di lavorare del Club Aldo Milani ci spinga a riflettere, se ragioniamo anche noi da squadra possiamo avere dei risultati più importanti”.

“E’ un motivo di grande soddisfazione essere qui con voi - ha esclamato l’assessore regionale allo Sport Cristiano Corazzari portando i saluti del Governatore Luca Zaia - soprattutto come polesano, questo torneo ha delle radici profonde nella nostra terra, un legame forte tra la nostra provincia e il rugby. Uno sport carico di valori, quelli della nostra gente, il rispetto, la solidarietà. il vero spirito sportivo. Valori che  non sono presenti in altri sport. Questa torneo si rivolge ai giovani, ed è un aspetto importante dal punto di vista educativo”. Un passaggio fondamentale l’assessore della Regione Veneto lo dedica all’azione di governo “Stiamo modificando la Legge regionale sullo Sport votata nel 2015, perchè sia più fruibile dalle associazioni sportive che richiedono contributi, un’operazione necessaria per renderla più snella”.

“Tante altre società sportive dovrebbero prendere esempio dal Club Aldo Milani - ha commentato il delegato provinciale del Coni Lucio Taschin - costa tanto organizzare un torneo, ma non solo dal punto di vista economico, ma soprattutto in risorse umane, chiunque faccia qualcosa è importante, soprattutto per i giovani. Giovedì sera, durante le premiazioni del Coni nella palestra San Pio X, dedicheremo pure noi un momento particolare a Nicola Perin, parlando con i genitori, ho detto loro che ricordarlo in una festa credo sia la cosa migliore, e mi fa piacere che domenica al Battaglini sarà lo stesso”.

Al Torneo Aldo Milani ha partecipato da giocatore prima, da arbitro poi, l’assessore allo sport del Comune di Rovigo Andrea Donzelli, auspicando un maggior intervento delle istituzioni a sostegno dell’evento già a partire dalla prossima edizione, ha ricordato “Ai miei tempi si vedeva il 5 Nazioni in televisione, per noi ragazzini giocare con il Grenoble era un’emozione incredibile, è stato il nostro primo momento in cui abbiamo interagito con atleti stranieri. Il torneo è una tappa fondamentale per questa città, anche un effetto sull’economia reale con 500 persone che alloggiano nel nostro territorio. Vorrei spezzare una lancia per Roberto Aggio, credo che questa manifestazione, dalla prossima settimana, debba far riflettere noi amministratori, per dare maggiore sollievo agli organizzatori, soprattutto per un problema di risorse. Questo è molto di più di un torneo, tutta la comunità del rugby rodigino si stringe attorno ai valori coltivati dai protagonisti, i vari Andrea Dal Martello, Stefano Casotti, Vittorio ‘Biso’ Bordon, e cerca di trasmetterli agli atleti che calcheranno l’erba del Battaglini”.

Si gioca sabato 30 aprile dalle 14 a Badia Polesine, Villadose, Frassinelle
Domenica 1 maggio tutte le squadre giocheranno al Battaglini dalle ore 9

Gironi  
Campo di Badia:
Girone A: Rugby Badia, Rugby San Donà e Rugby Sud Tirolo. 
Girone B: Buffalo’s, Rugby Mirano e Centro Formazione Valli dell’Adige. 

Campo di Frassinelle girone C: Rugby Benetton, Fiamme Oro Roma e Rugby Rubano. 
Girone D: Monti Rossa, Rugby Vicenza e Asr Milano.  

Campo di Villadose, girone E: Monti RossoBlu, Rugby Castellana e Appia Roma. 
Girone F: Lions Xv, Centro Formazione Dolomiti e Rugby Genova. 

Vincitore dell’ultima edizione Monti Junior Rovigo Under 16

Altri premi del torneo

30^ TARGA  “VITTORIO BORDON (BISO)”
Vittorio Bordon, detto Biso, è stato per molti anni giocatore  della Rugby Rovigo e compagno di squadra di Aldo Milani

22^ TARGA “STEFANO CASOTTI”
(alla squadra migliore realizzatrice intesa non solamente come quantità di punti segnati, ma anche come qualità delle marcature stesse) Come in ogni edizione i compagni di squadra di Stefano, desiderano rendere  omaggio al loro grande amico consegnando questo premio sportivo a un club intero per rievocare i bei momenti di sport vissuti insieme al loro grande amico.

19° TROFEO FAIR PLAY - PANATHLON
(alla squadra o alla persona autore  di un gesto degno del miglior fair play) Il premio, istituito dal Panathlon di Rovigo,  viene intitolato al Dott. Antonio Ricchieri, indimenticato  Presidente del Panathlon Club cittadino.

17^ TARGA “PAOLO CESARO”
(al miglior numero 8 del Torneo) Il Premio, offerto dal Rugby Club “Bersaglieri” S.Sisto, è dedicato ad un supertifoso della Rugby Rovigo il quale, pur abitando in provincia di Treviso, non ha mai perso una trasferta con il Club a seguito della squadra del Cuore.

16° TROFEO “ANDREA DAL MARTELLO”
(al miglior trequarti ala) Gli amici, compagni di squadra, con questo trofeo vogliono ricordare la sua giovinezza stroncata.

12° TROFEO “LE FELCI D’ORO”
(alla squadra miglior realizzatrice) Il Club Le Felci d’Oro di Rovigo (ex rugbisti appartenenti  alle forze di Polizia) consegnerà il trofeo alla squadra  che segna più mete. I risultati e classifica sul sito: www.felcidoro.it

8^ EDIZIONE  TARGA CIAR
(giocatore più giovane  del torneo)

 

 

27 aprile 2016
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017