ELEZIONI COMUNE ADRIA 2016 (ROVIGO) L’attenzione del candidato sindaco Massimo Barbujani per il tema della mobilità elettrica e dell'ecosostenibilità con l’installazione di quattro colonnine di ricarica per gli automezzi elettrici

Nella città etrusca il pit stop per le auto green

La mappa delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici nei pressi dell'aeroporto milanese di Linate
Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017


Il progetto dell’installazione di quattro colonnine di ricarica per auto elettriche ha la particolarità di fungere da strumento di marketing per la città di Adria con possibili ricadute anche sul commercio locale




Adria (Ro) - Aprile 2016, una data importante per la città di Adria, i suoi cittadini e la propria amministrazione. Primo comune della provincia di Rovigo e tra i primissimi in Veneto, approfitta della proposta avanzata dai bandi regionali per la mobilità elettrica per concretizzare l'idea di una città più verde, maggiormente ecosostenibile, più attrattiva ed innovativa: l’installazione di quattro colonnine di ricarica per auto elettriche.

Massimo Barbujani, candidato sindaco della città, racconta come in breve tempo abbia raggiunto l'accordo con Franco Barbieri, deus ex machina di Route 220, una startup di Milano insediata nell'Hub Copernico specializzata in mobilità elettrica.

"L'ho ripetuto più volte in campagna elettorale - sottolinea Barbujani - prima del sottoscritto in Regione Veneto nemmeno sapevano della nostra esistenza. Le prime pratiche di richiesta di finanziamento le abbiamo fatte noi, questa volta, la bontà dell'idea garantisce al Comune il contributo regionale per l'installazione di quattro colonnine di ricarica per auto elettriche”.

Il progetto finanziato prevede infatti l'individuazione di quattro punti in città per la ricarica di veicoli elettrici, ogni colonnina può servire due automobili plug and play, che pagando il parcheggio si ricaricano e possono continuare la marcia.

"L'idea di Route 220 che abbiamo sposato come amministrazione prevede anche l'inserimento di Adria in tutta la cartografia digitale dedicata ai possessori di auto elettriche, quindi un qualsiasi turista, a bordo del proprio veicolo, saprà di potersi fermare ad Adria per continuare il suo viaggio. Posizioneremo le colonnine nei punti strategici della città, museo archeologico, teatro comunale, ospedale, corso Mazzini vicino a Bancadria".

Ecosostenibilità e marketing di prossimità si sposano quindi in un progetto innovativo, che pone Adria in prima fila per il rilancio della città, in chiave green ed ecosostenibile. "Dalle promesse ai fatti - conclude Barbujani - c'è molto da fare e voglio ben sperare che gli adriesi se ne rendano conto domenica 19 giugno, garantendo a questa amministrazione ulteriori cinque anni per portare avanti quanto di buono già fatto fino ad oggi".

13 giugno 2016
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Musikè fondazione cariparo 730x90