CANOA Ai campionati italiani di Milano il Gc Polesine Rovigo conquista ben 4 medaglie d’oro e diversi podi. Un’edizione da ricordare

Ben quattro titoli nazionali 

Fenomenale weekend del Gc Polesine all'Idroscalo di Milano con 4 titoli nazionali
Ben due titoli nazionali per Leonardo Piazzi
Elena Ricchiero conferma il titolo nazionale sui 500 metri
Musikè fondazione cariparo 730x90

Leonardo Piazzi in finale A nel K1 ragazzi 500 metri regala emozioni e centra il bis dopo il successo di venerdì sui 1000 metri. Conferma il tricolore anche Elena Ricchiero con uno sprint fenomenale.


Milano - Ne sarebbe orgoglioso il presidente Guido Bruno Boldrin (LEGGI ARTICOLO) recentemente scomparso.

In un week end il Gruppo Canoe Polesine torna a Rovigo con la bellezza di quattro titoli nazionali e numerosi podi.  Ai risultati del venerdì relativi alle gare sulla distanza dei 1000 metri (LEGGI ARTICOLI), di cui abbiamo già parlato (LEGGI ARTICOLO), si sono aggiunte altre incredibili emozioni e ricordi indimenticabili con le gare sui 500 metri del sabato, e sui 200 metri della domenica.

Sabato 10 settembre mattina, durante il processo di selezione, ancora una volta gli atleti polesani si distinguono per l’agilità con cui passano dalle fasi di qualificazione alla semifinale, per poi giungere a conquistarsi un posto in finale A, dove solo i primi nove specialisti italiani possono giocarsi le medaglie ed il diploma di campione d’Italia.

Nel primo pomeriggio Leonardo Piazzi in finale A nel K1 ragazzi 500mt regala emozioni. Partenza in sordina, poi un lento ma inesorabile  progresso, con una supremazia negli ultimi 100mt di gara, in una idroscalo gremita di pubblico ed esultante taglia il traguardo in testa alla corsa e fa il bis d’oro.

Poi è la volta di Elena Ricchiero, con diversi equipaggi sulla stessa linea sino quasi al traguardo. A spuntarla con una maestosa vogata, e per soli 59 centesimi di secondo, è stata ancora una volta Elena Ricchiero, che ha così ripetuto il risultato dello scorso anno e si è laureata campionessa italiana nella specialità K1 mt 500 categoria ragazze.

Letizia Piffanelli, anche lei iscritta nella stessa specialità, ha centrato la Finale B tagliando il traguardo in prima posizione (equivale ad una decima posizione nazionale).

La giornata del Sabato si è chiusa ancora con Linda Taddei sul terzo gradino del podio nella specialità del K1 Junior femminile subito a ridosso della nazionale Veronica Bordignon, che ha gareggiato proprio quest’anno ai campionati del mondo ed agli Europei in K4 con Elena Ricchiero, e Marigo Meshua della Canottieri Ausonia, anche reduce dai campionati del mondo ed Europei dove aveva partecipato come singolista.

La domenica invece le gare sono state disputate sulla distanza dei 200mt.  In questa distanza, al termine delle gare di qualificazione, ritroviamo Elena Ricchiero nella finale A di specialità, che nello sprint chiude in terza posizione alle spalle di Irene Bellan della Canottieri Ausonia e Garavelli Ilaria della Canottieri Bissolati. Elena Ricchiero è terza per soli 49 centesimi di secondo.  Leonardo Piazzi, questa volta raggiunge “solo” la finale B e taglia il traguardo in sesta posizione.  

Infine ritroviamo l’equipaggio di Linda Taddei e Letizia Piffanelli nel K2 Junior con un altro podio nazionale ed una medaglia di bronzo al collo.

Alla kermesse tricolore hanno anche partecipato Maya Girardi nel K1 500 e 200 ragazze femminile  e, nel settore maschile, Lorenzo Beltrame e Claudio Mazzali, nel K2 sui 500mt, e poi ancora Martino Casalini che ha gareggiato sia nel K4 mt che nel singolo sui 500mt, e Gianluca Luciani iscritto sia nel K4 1000 e 200 che nel singolo sui 500mt.  Tutti questi atleti hanno dato il meglio di sé ma si sono fermati alle semifinali nelle rispettive specialità.

La società ringrazia in particolare Franco Tesè, Francesca Zanirato Mirco Garbo. referenti tecnici per la squadra ragazzi e junior per i brillanti successi ottenuti.

 

 

12 settembre 2016
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe