TRAGEDIA IN OSPEDALE (ROVIGO) Nel primo pomeriggio c'è stata l'autopsia su Marco Fabbris, 24 anni, di Adria. Nessuna indicazione conclusiva. Si fronteggeranno tre esperti per chiarire la morte

Morte in ospedale, sarà scontro tra consulenti

Fondazione Cariparo Culturalmente

Da una parte il consulente scelto dalla Procura. Al suo fianco, quello della famiglia di Marco Fabbris, 24 anni, il giovane morto giovedì 15 settembre in ospedale ad Adria in circostanze da chiarire (LEGGI ARTICOLO). Dalla parte opposta, quello di sette degli otto medici dell'ospedale indagati - come atto dovuto e a loro tutela, così da potere prendere parte all'accertamento - dall'autorità giudiziaria



Adria (Ro) - La prima parte dell'autopsia non è stata conclusiva. Né, molto probabilmente, avrebbe potuto esserlo. Non è chiaro cosa abbia ucciso Marco Fabbris, 24 anni, di Adria, morto nella tarda mattinata di giovedì 15 settembre dopo essere entrato al pronto soccorso nella serata di martedì 13, lamentando gonfiore e dolore alla gola, per poi venire colto da una crisi.

O, meglio: si ha una idea di cosa possa averlo ucciso, ossia uno shock anafilattico. Ma non ancora di cosa possa averlo provocato. E proprio in questo senso andranno gli accertamenti della Procura, nella persona del sostituto Andrea Girlando, che ha nominato un proprio consulente medico legale. Lo stesso ha fatto la famiglia di Marco, che si è affidata all'avvocato Federico Bartelle.

Simile il discorso anche per gli otto medici al momento iscritti sul registro degli indagati. Una iscrizione tecnica, sostanzialmente un atto dovuto, in primo luogo - appunto - per dare loro la possibilità di partecipare a questo accertamento tecnico con un proprio consulente. In sette hanno deciso di farlo. Gli accertamenti si prospettano lunghi.

20 settembre 2016




Correlati:

  • Eccesso di velocità: quasi due milioni e mezzo in tre anni

    POLIZIA LOCALE ADRIA (ROVIGO) Il Comune prevede 800mila euro di entrata annua dal 2018 al 2020. E ha anche già deciso a cosa destinare queste risorse: manutenzione stradale, ma non solo

  • E’ ufficiale: la Coimpo è fallita

    IL CASO AD ADRIA (ROVIGO) L’ufficialità è arrivata lunedì 22 gennaio, come curatore nominato Riccardo Bergamo. Ora arrivare a una decisione sulla bonifica potrebbe essere più difficile, o comunque richiedere più tempo

  • "Assisteva la nonna, abusò della nipote". Medico condannato

    VIOLENZA SESSUALE ROVIGO Era finito anche in carcere. In Appello, la condanna per l'ospedaliero, ora in pensione, passa da tre anni e mezzo a tre anni, in virtù del riconoscimento delle attenuanti generiche

  • Bobo e le tre opzioni 

    POLITICA ADRIA (ROVIGO) Le ipotesi per uscire dalla crisi di giunta sono: “O mi dimetto, o cambio qualcosina, o faccio il reset completo della giunta”. Entro la fine della settimana, la decisione

  • Bruciati 38 milioni. "Ora basta": Bobo spegne le slot

    LUDOPATIA ADRIA (ROVIGO) Il sindaco Massimo Barbujani prende atto dei drammatici dati dell'azienda sanitaria e dell'Agenzia delle Entrate. Scattano fasce protette nelle quali non sarà possibile giocare

  • I primi frutti della grande battaglia sindacale

    CSA ADRIA (ROVIGO) La casa di riposo pensa all'accordo con Merlara, Cavarzere e Rovigo, per potere restare pubblico. L'accordo dovrebbe essere sottoscritto a giorni

  • Pronta la firma per un “accorpamento” delle case di riposo

    CSA ADRIA (ROVIGO) Elena Suman, M5s, chiede un intervento immediato per evitare che vengano presi accordi tenendo all’oscuro il consiglio comunale. Si parla di un accordo con Iras e le case di riposo di Cavarzere e Melara

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017