LA PROTESTA ROVIGO I genitori si sono ritrovati all'esterno della Cittadella, durante lo svolgimento della Conferenza dei sindaci dell’Ulss 18: "Se ogni Comune mettesse una somma saremmo a posto"

Vogliono togliere la speranza ai disabili

Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017

Lo spettro della chiusura del centro Essagi di Badia Polesine, che offre un servizio senza eguali a livello polesano. La Provincia non ha soldi per rinnovare l'appalto (LEGGI ARTICOLO), l'ultima speranza sono i Comuni e a Conferenza dei sindaci



Rovigo - "Senza di loro starei tutto il giorno tra letto, televisioone e divano". E' tutta qui, nella semplice dichiarazione di una donna di 43 anni l'importanza imprescindibile del Centro Essagi di Badia Polesine, che da anni si occupa della formazione di persone diversamente abili. A lungo ha avuto anche un collegamento diretto con Enaip, che avviava alla professione di giardinieri e coltivatori i partecipanti. Ora il sodalizio è sospeso, ma comunque i partecipanti, dai 20 ai 50 anni, senza limite di età, garantisce attività ludiche, formazione e comunque garantisce una certezza ai ragazzi diversamente abili: una giornata piena, stimolante, in compagnia.

Il più prezioso dei beni, quando l'alternativa è passare tutto il giorno sul divano, senza niente da fare. "E questo non è giusto - spiegano i genitori - perché anche i nostri figli hanno i loro diritti". 

Diritti che però stanno per essere negati a una trentina di ragazzi diversamente abili. La Provincia, infatti, ha scelto di non rinnovare il bando per la gestione del Centro. Mettendo quindi alle corde la cooperativa che sino a oggi ha gestito il servizio e che ha mezzi propri per tirare avanti non oltre Natale. Dopo di che l'alternativa sarà quella tanto temuta dalla donna che assieme ai genitori ha partecipato alla manifestazione di protesta andata in scena martedì 15 novembre davanti alla Cittadella: casa, divano, televisione.

Non è stata un luogo scelto a caso, la Cittadella sociosanitaria dell'Ulss 18 di Rovigo, dal momento che proprio mentre si svolgeva la manifestazione era in corso la riunione dell'assemblea dei sindaci, che come primo punto all'ordine del giorno ha proprio la situazione del Centro Essagi.

La speranza dei familiari dei frequentanti il centro è infatti che i Comuni dell'Ulss possano mettere assieme le forze e venire a capo della situazione. "Stiamo parlando di un centro che segue una trentina di ragazzi e costa al massimo 150mila euro l'anno". "Come un politico dei più scarsi", fa eco una mamma. Sono stati anche fatti i conti: basterebbero 60 centesimi a testa per ogni abitante. Alcuni sindaci hanno già dato la propria disponibilità, ma serve uno sforzo congiunto.

15 novembre 2016
Deltauto 468x60




Correlati:

  • Primarie del centrodestra per scegliere il sindaco

    ELEZIONI BADIA POLESINE (ROVIGO) Nel corso dell'incontro dei partiti del centrodestra Fratelli d'Italia lancia la proposta di consultazioni per individuare un candidato unitario

  • Bilancio ancora in crisi, imposte e tariffe al massimo

    COMUNE BADIA POLESINE (ROVIGO) La giunta ha messo a punto il piano, purtroppo la situazione attuale non consente alcuna diminuzione delle aliquote

  • "Sono stati trovati reperti: bloccate gli scavi"

    LAVORI PUBBLICI BADIA POLESINE (ROVIGO) Lo chiede Claudio Vallarini alla Soprintendenza, alla luce di quanto sarebbe emerso nel cantiere per la riqualificazione della piazza di Salvaterra

  • Ragazza morta nel canale, c'è un indagato

    INCIDENTE MORTALE BADIA POLESINE (ROVIGO) La mattina del 1° dell'anno Lisa Pellizzaro, 31 anni, di Ceneselli, finì con la propria auto nel canale che costeggia via Malopera. Indagato un dipendente del Comune di Badia

  • Il megaprogetto: 30 varchi elettronici in Polesine

    VIDEOSORVEGLIANZA ROVIGO Tutti collegati tra loro e alle varie forze dell'ordine. La proposta di As2 prevede un investimento da 1.360.000 euro. Da parte dei vari Comuni interessati arrivano i primi sì

  • "Non è il momento di privatizzare"

    CASA DEL SORRISO BADIA POLESINE (ROVIGO) Dopo lo strappo col sindaco Gastone Fantato, Manuel Berengan (Pd) spiega le motivazioni della sua contrarietà al progetto. Il Comune non sarà comunque commissariato

  • Entra al market e ruba mille euro di alcool

    FURTO BADIA POLESINE (ROVIGO) Denunciato un giovane marocchino di 18 anni, incastrato dal sistema di videosorveglianza dell'Eurospar e dalle indagini dei carabinieri