CULTURA ROSOLINA (ROVIGO) Venerdì 16 dicembre alle ore 18 presso l’auditorium si terrà il reading di poesia dove bambini leggeranno versi di autori della letteratura per l'infanzia sul tema dei loro diritti

I giocattoli dell’anima possono essere le parole

Brazzorotto 730x90

Diritto al gioco, alla famiglia, alla salute, all'educazione, ad un'infanzia serena, e non ultimo il Natale sono i temi scelti per “I giocattoli dell'anima” l’iniziativa ideata dalla scrittrice e insegnante rosolinese Margherita Pizzeghello, che si terrà venerdì 16 dicembre, che ha come scopo aiutare i bambini e le famiglie attraverso i progetti umanitari che Emergency realizza nel mondo e in Italia



Rosolina (Ro) - "I giocattoli dell'anima" è il titolo della rassegna di poesia rivolta a bambini e adulti che si svolgerà nell'auditorium di Rosolina venerdì 16 dicembre alle ore 18. Durante il pomeriggio saranno lette poesie sull'infanzia, la pace, la mondialità, il Natale. L'occasione è quella della giornata internazionale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza appena trascorsa e dell'imminente celebrazione del Natale.

L'evento è ideato e diretto dalla scrittrice e insegnante rosolinese Margherita Pizzeghello, con la collaborazione organizzativa degli assessorati alla cultura e pari opportunità del comune bassopolesano, che ha coinvolto gli alunni delle scuole proponendo loro di mettersi in gioco in un reading letterario su temi di loro interesse: il diritto al gioco, alla famiglia, alla salute, all'educazione, ad un'infanzia serena, e non ultimi il Natale, Babbo Natale e la Befana. 

Lo scopo dell'iniziativa è aiutare i bambini e le famiglie attraverso i progetti umanitari che Emergency realizza nel mondo e in Italia, con centri chirurgici e cardiochirurgici, pediatrici e reparti maternità, banche del sangue e cliniche di costruzione protesi e riabilitazione, la gestione sanitaria di campi profughi, nonchè i poliambulatori e le cliniche mobili.

“Ascolteremo tante poesie che raccontano in versi il mondo dei più piccoli e dei loro diritti, troppo spesso calpestati e violati - ha detto Pizzeghello - dal diritto al cibo, alla salute, alla famiglia, all’istruzione, che manca a moltissimi bambini nei paesi meno sviluppati, non ultimo il diritto al gioco, fino a quello fondamentale di vivere l’infanzia con serenità, libertà e pace. L'idea nasce dalla necessità che ci sia conoscenza e rispetto dei diritti dei bambini e dalla bellezza comunicativa della poesia, divertimento ed espressione dell'anima che diventa strumento possibile al servizio di grandi temi come questo”.

"Mi piacerebbe diventasse un appuntamento consueto quello dei bambini che incontrano la poesia e della poesia che incontra i bambini - ha aggiunto la scrittrice - in modo che in futuro siano loro a scrivere le poesie che leggono e diventino perciò anche autori oltrechè protagonisti del reading".

Durante l'evento saranno letti, dagli alunni delle scuole primarie e medie che hanno accolto l'invito, versi di scrittori della letteratura per l'infanzia, come Rodari, Lodi e Piumini, che essi imparano a conoscere a scuola. Ma anche versi di Madre Teresa di Calcutta, Giovanni Paolo II, Giovanni XXIII, Guido Gozzano, Bertold Brecht, Alda Merini, Umberto Saba, Giovanni Pascoli, che saranno valorizzati da un'ospite d'eccezione, l'attrice di teatro, di reading e premi letterari come il Città di Chioggia, Santa Boscolo, che avrà il compito di incantare la platea con la sua arte.

Non mancheranno le poesie sull'infanzia, la maternità, la pace, il superamento di barriere, la natività, dell'autrice Margherita Pizzeghello, che il 10 dicembre ha ricevuto un altro premio a Venezia al 36esimo concorso "Agape Natale" per la poesia "Io sono quel bimbo" dedicata ai bambini migranti e che ha ottenuto il 2° posto, lirica già premiata al Teatro Aurelio a Roma e declamata dagli alunni delle scuole.

13 dicembre 2016
CASA DI CURA SANTA MARIA MADDALENA




Correlati:

Chef Academy 730x90