AMBIENTE ROVIGO A lanciare l'allarme, il consigliere regionale dei Cinque Stelle Patrizia Bartelle, che sottolinea i danni all'ambiente, ma anche il rischio di infiltrazioni mafiose

"Vogliono triplicare l'attività delle cave di ghiaia"

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Una segnalazione che arriva dal consigliere regionale Patrizia Bartelle, polesana, su una proposta appena avanzata in consiglio regionale e che, a suo avviso, potrebbe provocare danni all'ambiente, ma anche aprire la porta a infiltrazioni mafiose o comunque malavitose



Rovigo - "A fronte di una norma presente nel collegato alla legge di stabilità regionale 2017, che già  da sola amplia a dismisura e senza motivo il fabbisogno per l'estrazione di materiale dalle cave, in queste ore abbiamo assistito ad una vergognosa proposta del forzista Massimo Giorgetti che vuole triplicare quella 'soglia scriteriata'".

L'allarme viene lanciato dal consigliere regionale Patrizia Bartelle, polesana di Corbola, che da una parte sottolinea i danni all'ambiente che un incremento simile delle estrazioni potrebbe provocare, ma dall'altra ricorda come questo settore sia esposto al rischio di infiltrazioni mafiose.

"L'impatto sulla salute delle attività legate al ciclo della ghiaia è incalcolabile - spiega - Anche perché direttamente o indirettamente afferente alle attività di per se già molto invasive nel nostro Veneto dei cementifici: si tratta di una materia arcinota che non necessita di approfondimenti in questa sede".

“Ma dico di più; l'attività estrattiva è un settore a forte pericolo di infiltarzione malavitosa - attacca Bartelle - La soglia introdotta dalla giunta è già mafiogena di suo; la proposta forzista è mafiosa tout-court. C'è solo da sperare che il voto del consiglio spazzi queste previsioni che, nella migliore delle ipotesi, sono frutto di ignoranza e di una sensibilità ambientale nulla. Diciamo che oggi abbiamo la ennesima conferma che il centrodestra veneto sta all'ambiente come l’acqua sta al fuoco”.

13 dicembre 2016




Correlati:

  • Nuovo incontro a caccia della verità

    AMBIENTE E SALUTE VILLADOSE (ROVIGO) Il Comitato Terre Nostre invita un esperto, venerdì 15 dicembre alle 21, per affrontare il “mistero” della puzza che affligge anche Pezzoli e Gavello

  • In Polesine bruciati in un anno 444 milioni di euro alle slot 

    GIOCO D’AZZARDO ROVIGO Allarme lanciato dal senatore del Movimento Cinque Stelle Giovanni Endrizzi: “Nel 2016 ogni famiglia rodigina ha speso in media di 4 mila 332 euro in slot, sale giochi e gratta e vinci”

  • "Inquinamento tre volte sopra il limite"

    AMBIENTE ROVIGO Il consigliere comunale Antonio Rossini chiede a sindaco e giunta di intervenite sulla problematica delle polveri sottili, già più volte sollevata dagli abitanti delle frazioni di Borsea e San Sisto

  • Il caso della casetta ottagonale: c’è ma non esiste

    LA CASA FANTASMA ROVIGO Si trova tra via Baruchello e via Merlin, ma non sarebbe mai stata accatastata. Il consigliere M5s Francesco Gennaro propone di darla ad una associazione, ma non si può perché ufficialmente non esiste

  • Lotta ai piccioni: "Non date loro da mangiare"

    AMBIENTE E SALUTE BADIA POLESINE (ROVIGO) Il Comune rivolge un invito in questo senso a tutti i cittadini, per rendere più salubre il centro ed evitare le nidificazioni

  • Finalmente si saprà la verità sulla puzza

    COMUNE CEREGNANO (ROVIGO) Lunedì 4 dicembre alle ore 21 nella sala Circolo parrocchiale Noi di Pezzoli si terrà un secondo incontro con i cittadini sul tema delle emissioni maleodoranti nella frazione 

  • Il "caso polli" approda in consiglio

    AMBIENTE ED ECONOMIA PORTO TOLLE (ROVIGO) All'ordine del giorno del consiglio comunale di martedì 5 dicembre

Bancadria 730x90 Cna Rovigo