BASEBALL SOFTBALL ROVIGO Il Comune deve porre rimedio a un dramma che grava sulla società dal 2012, una vergogna sportiva che ha fatto il giro dell’Italia del batti e corri

Una strada senza ritorno. Boniolo: "Non aspettiamo più"

Alessandro Boniolo con l'assessore allo Sport Luigi Paulon che entrato in Giunta nel 2016 ha ereditato una grana non da poco.
Il sindaco Massimo Bergamin da giugno 2015 non ha risolto la situazione
Baseball 730x90

Alessandro Boniolo: “Abbiamo la fortuna di avere una Fondazione della Cassa di Risparmio che ci vuole dare una mano ma non può aspettare all'infinito, abbiamo due aziende come Lavori Speciali e Bedendo Prefabbricati che stanno rischiando di loro per non appesantire la situazione. Noi potevamo e possiamo impugnare le carte dando vita ad una serie di lotte che chissà dove ci porterebbe”. 

Leggi l’articolo sul vertice a Palazzo Nodari
Leggi l’articolo sul campo da Baseball
Leggi l'articolo sui lavori degli spogliatoi Settembre 2013
Leggi l'articolo sui lavori degli spogliatoi 16 Agosto 2013
Leggi l'articolo sui lavori degli spogliatoi Agosto 2013
leggi l'articolo sulla conferenza stampa del 28 dic 2012
leggi la replica degli assessori Piscopo e Bimbatti
leggi l'articolo sui lavori di primavera 2012 al campo di baseball
leggi l'articolo sull'ultimatum della Fibs di marzo 2012
leggi l'articolo di agosto 2011
leggi l'articolo di luglio 2011
leggi l'articolo di dicembre 2010
leggi l'articolo di marzo 2010


Rovigo - Va in archivio un 2016 ancora ricco di iniziative per il Baseball Softball Club Rovigo che non smette mai di proporsi nel panorama sportivo cittadino ma anche a livello nazionale con proposte dove al centro di tutto c'è lo sviluppo dei giovani.

"E' stata e sarà sempre la nostra forza - commenta soddisfatto il presidente Alessandro Boniolo -. Anche in questi ultimi anni dove la crisi economica non ci ha lasciati indenni sono stati loro il faro della nostra attività e in cantiere ci sono molte iniziative dove soprattutto le famiglie saranno al centro di un progetto sperimentale ambizioso."

In effetti anche in un 2016 dove i rossoblu non hanno schierato squadre senior di punta in serie A sono arrivate tantissime soddisfazioni dai giovani. A partire dal minibaseball con un fermento in continua evoluzione e tanti ragazzi e ragazze che fin dai 4 anni si accostano alla scuola appositamente creata e gestita da Silvia Bovolenta per arrivare poi ai ragazzi (negli ultimi tra i più forti in Italia), agli allievi e ai cadetti che hanno espresso giocatori già nel giro della nazionale. Nel softball non si è da meno con una scuola femminile che sta trovando basi solide anche grazie al ritorno di Leonardo Mena che particolarmente seguendo i lanciatori della squadra.

"Nella scuola - continua Boniolo - siamo in tutti i progetti sperimentali grazie all'attivismo di Nicoletta Marchetto e alla voglia che abbiamo di non fermarci mai e di metterci a disposizione delle famiglie, il nostro interlocutore principale nelle attività che proponiamo."

Si sta chiudendo anche un 2016 che ha visto l'edizione record del Baseball Night con oltre 2000 persone in Piazza Vittorio Emanuele e la consolidata squadra con i Tanto Par Ridare, tecnologicamente proposti lo scorso settembre in diretta streaming.

"Abbiamo tanti progetti - analizza il presidente dell'Asd Baseball Softball Club Rovigo -. A gennaio rinnoveremo il nostro direttivo per trovare ulteriori forze in un gruppo che non ha mai litigato in oltre 20 anni. E nel 2017 toccheremo quota 45 anni di attività. Io tutta questa gente, tutti questi volontari li devo solo ringraziare. Ognuno di loro sa cosa ha fatto per creare un Baseball Softball Club Rovigo inimmaginabile."

E a gennaio riprenderà l'attività indoor che vedrà la squadra allievi impegnata nella fase interregionale di Bologna essendo già al comando del proprio raggruppamento mentre la squadra ragazzi dal 5 febbraio esordirà nella Winter League rodigina, tappa storica del circuito indoor italiano.

Presidente cosa si aspetta dal nuovo anno?
"La risposta mi sembra scontata - esclama Boniolo -. Tutti, ripeto tutti a Rovigo sanno che quando si parla di baseball e softball si parla di un gruppo di oltre 160 persone con un campo incompiuto. Io dico una cosa. In tanti anni ne abbiamo visti di dirigenti e assessori che hanno toccato con mano la questione. In un mondo normale non ci vuole molto a sedersi attorno ad un tavolo e chiudere questa vicenda con un minimo di responsabilità che nessuno, ripeto nessuno, oserebbe contraddire. Abbiamo la fortuna di avere una Fondazione della Cassa di Risparmio che ci vuole dare una mano ma non può aspettare all'infinito, abbiamo due aziende come Lavori Speciali e Bedendo Prefabbricati che stanno rischiando di loro per non appesantire la situazione. Noi potevamo e possiamo impugnare le carte dando vita ad una serie di lotte che chissà dove ci porterebbe. Noi vogliamo solo fare sport e siamo stufi di farlo con un campo che ci ha prosciugato risorse economiche e diritti sportivi che hanno leso la cosa più bella che abbiamo dentro di noi: la passione pura e sacrosanta per questo sport e per i nostri giovani. E' un appello che faccio a tutti quelli che hanno a cuore la vita di questa società che è straordinaria, che ha passato mille problemi, che si propone sempre in modo costruttivo e che in Italia ha lasciato un pesante segno sia nel mondo del baseball sia nel mondo del softball. Non aspettiamo più perchè è dal 2012 che ci siamo trasferiti nel quartiere Tassina ed è da 4 anni che l'incompiuta è sempre più incompiuta. In un mondo normale nessuno andrebbe più avanti."

 

 

28 dicembre 2016
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017