CALCIO SERIE D Vito Antonelli é ufficialmente il nuovo tecnico della Vigontina San Paolo. L'ex mediano del Delta Rovigo sostituisce mister Vincenzo Italiano

Nuova panchina per Vito Antonelli

Vito Antonelli è il nuovo allenatore del Vigontina San Paolo in Serie D
Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017

L'allenatore di origini pugliesi Vito Antonelli, ex Delta Rovigo, guiderà ufficialmente la squadra bianconera dalla giornata di domenica 8 gennaio: "Mi hanno dato subito un'ottima impressione a livello umano e cercherò di creare un buon rapporto affinché si possa lavorare bene e centrare l'obiettivo salvezza."


San Martino di Lupari (Pd) - Un nuovo volto guiderà ufficialmente la Vigontina San Paolo, che dopo le dimissioni del mister Vincenzo Italiano, decide di cambiare tecnico e di affidare la panchina del club bianconero a Vito Antonelli. L'allenatore di origini pugliesi, ma polesano d'adozione, conosciuto per i suoi trascorsi nel Delta Calcio Rovigo, ha cominciato la sua nuova avventura con i patavini. Già nella giornata di martedì 3 gennaio il primo allenamento, dove ha conosciuto gli elementi della formazione: "É un gruppo formato da bravi ragazzi - commenta Vito Antonelli - composto per la maggior parte da atleti giovani e da qualche giocatore con più esperienza. Mi hanno dato subito un'ottima impressione a livello umano e cercherò di creare un buon rapporto affinché si possa lavorare bene e centrare l'obiettivo salvezza al termine del campionato." 

Una missione non semplice: la Vigontina San Paolo, che milita nel girone C della Serie D, é penultima con soli 13 punti, ma Vito Antonelli crede nell'impresa: "Sicuramente é una sfida difficile, ma voglio affrontarla col massimo dell'entusiasmo e voglio trasmettere la giusta fiducia. Dovremo avere carattere e determinazione per affrontare ogni avversario, senza dimenticarci il rispetto e l'umiltà." Il prossimo incontro sarà con l'Altovicentino, compagine che gravita al di fuori della zona playoff, e contro i rossoneroazzurri dovrà subito ottenere un risultato positivo, ma sarà fondamentale anche l'aspetto psicologico: "Le partite vanno tutte affrontate nella maniera giusta e non conta solo vincere, ma anche la qualità del gioco e come si esprime sul campo: voglio che i ragazzi abbiano l'approccio mentale giusto fin da subito."

Arrivato alla corte del direttore sportivo Alessandro Bragagnolo ha subito trovato un ambiente familiare, e non imputa le colpe della precedente gestione al suo predecessore: "Conoscevo già questa società perché ci ho giocato anche da calciatore. Le persone che ne fanno parte sono tutte molto cordiali e la gente é radicata all'interno del gruppo. Ho avuto una buona impressione ed é come appartenere ad una famiglia. Penso che se mi hanno chiamato, sicuramente c'era qualcosa che non andava, ma non conosco i risvolti della situazione precedente al mio arrivo. Da adesso in poi bisognerà indubbiamente avere maggior impegno e ottenere senz'altro di più." 

Andrea Rizzatello 

 

 

3 gennaio 2017
Deltauto 468x60




Correlati:

  • Ghiotta occasione per il Delta

    CALCIO SERIE D L’Imolese impatta con il San Donato 2-2, il Rovigo vincendo domenica contro la Ribelle potrebbe balzare in testa alla classifica

  • Raggiunti i 110 iscritti

    CALCIO JUVENTUS FAN CLUB ROVIGO Conviviale a tinte bianconere nella pizzeria Fennec. Corriera già organizzata per Udinese - Juve del 5 marzo

  • Granata in silenzio, biancazzurri senza il capitano

    CALCIO SERIE D Il Delta Rovigo ospita al Gabrielli i ravennati della Ribelle. L’Adriese affronta al Luigi Bettinazzi la Correggese del nuovo tecnico Euguenio Benuzzi

  • 39 punti di differenza, serve l’impresa

    CALCIO ECCELLENZA ROVIGO Il Loreo di mister Stefano Santi impegnato in un match durissimo contro i veronesi dell’Ambrosiana Veronese

  • Tripletta di Paparella e tre punti in cassaforte

    CALCIO PRIMA CATEGORIA ROVIGO Il Boara Pisani di Encio Gregnanin batte 4-1 i veneziani del Cavarzere. Risultati negativi invece per Medio Polesine e Papozze

  • Doppio concentramento per crescere 

    CALCIO GIOVANILE TWIN CUP Le squadre gemellate con il Padova hanno partecipato alla manifestazione dedicata agli atleti nati nel 2008 e 2009. In campo anche San Pio X Rovigo, Canalbianco, Porto Tolle 2010 e Badia Polesine

  • Un turno insidioso per entrambi 

    CALCIO PROMOZIONE ROVIGO Il Porto Viro impegnato contro l'Ambrosiana Trebaseleghe per non abbandonare la prima posizione. Il Badia Polesine di Damiano Susto affronta l'Azzurra Due Carrare cercando di evitare passi falsi