ELEZIONI PROVINCIA ROVIGO Spaccature in Forza Italia per il voto di Palazzo Celio. Mentre il partito guidato da Bartolomeo Amidei fa il tifo per Trombini, il coordinatore comunale di Adria, Federico Simoni, parteggia per la lista di Bergamin

Così vicini, così lontani 

Federico Simoni e Bartolomeo Amidei
Chef Academy 730x90

Mentre Forza Italia decide di appoggiare alle elezioni provinciali la lista del presidente Marco Trombini, il coordinatore comunale degli azzurri di Adria, Federico Simoni, contro le indicazioni del suo partito, parteggia per la lista promossa da Massimo Bergamin, personalmente presente in Provincia alla consegna dei nomi (LEGGI ARTICOLO). Bartolomeo Amidei, coordinatore provinciale che ha scelto la linea politica di Forza Italia da seguire per queste elezioni, non richiama all’ordine Simoni. Anzi, lo giustifica. “Si muove a titolo personale. Non posso obbligare tutti a pensarla come me”


Rovigo - “Non sono certo contento, ma non ha fatto nulla di illegale. Chiaramente si sta muovendo esclusivamente a titolo personale perché le indicazioni del partito sono altre, e le scelgo io”. Il senatore Bartolomeo Amidei, coordinatore provinciale di Forza Italia, interviene sulla presa di posizione del coordinatore comunale Fi di Adria, Federico Simoni, che appoggia la lista promossa dal sindaco Massimo Bergamin alle elezioni provinciali. Contro le indicazioni del suo partito, visto che secondo le indicazioni di Amidei, Forza Italia si è schierata con la lista opposta, promossa dal presidente della Provincia in carica, Marco Trombini. Federico Simoni non solo appoggia la lista avversaria al suo partito, quella di Bergamin, ma si è mosso personalmente a favore di “Centro destra per il Polesine” portando  personalmente la lista a Palazzo Celio.

Simoni è uno dei tanti coordinatori comunali, non più importante, non meno importante degli altri – spiega Amidei – Ha scelto di appoggiare una lista civica e non può essere punito per questo. Io scelgo chi deve appoggiare il partito, visto che sono il coordinatore provinciale, ma non posso obbligare tutti a pensarla come me. Ripeto comunque che si tratta di una scelta fatta a titolo personale, non di partito”.

Chiaro che non tutti gli azzurri siano obbligati a pensarla come Amidei. Si tratta però del coordinatore provinciale che detta la linea del partito. E che un iscritto, con un ruolo di rappresentanza sul territorio come Simoni, faccia palesemente il tifo per la lista avversaria senza che nessuno lo richiami all’ordine non può essere che il segno di una evidente rassegnazione del partito alle frammentazioni interne.  

 

 

5 gennaio 2017
CASA DI CURA SANTA MARIA MADDALENA




Correlati:

  • L'ex assessore vince la "battaglia" per la tessera 

    PD ROVIGO La commissione di garanzia regionale boccia il ricorso presentato da Virna Riccardi che non voleva firmare il tesseramento 2015 di Luigi Osti che ora ritorna ad aver la sue tessera 

  • 700 mila euro per i giovani

    SPORT ROVIGO La Fondazione Cariparo al fianco delle società sportive Under 18 e delle scuole primarie per diffondere dei sani valori

  • Dipendenti sul piede di guerra, il Prefetto prova a risolvere

    PROVINCIA DI ROVIGO Nuovo tentativo di conciliazione, ma questa volta i sindacati si presentano in ordine sparso: Cgil e Uil assieme pronte alla battaglia, la Cisl va per conto suo

  • Temi calienti per la due giorni di consiglio 

    COMUNE ROVIGO Giovedì 26 e venerdì 27 gennaio alle ore 16 si terrà il consiglio. 17 punti all’ordine del giorno tra cui le relazioni degli amministratori di Ecoambiente e Asm spa, il piano degli interventi e le mozioni sui dipendenti comunali 

  • Il sindaco ha chiesto le dimissioni al suo “soldato"

    POLITICA ROVIGO Michele Aretusini, eletto in consiglio provinciale, sulla graticola. Il gruppo consiliare del Carroccio chiede l'impegno di un passo indietro. Lui prima accetta, poi "tradisce" la fiducia di Massimo Bergamin rivolgendosi a Renato Borgato

  • Tutto è pronto per la cerimonia di investitura

    PALAZZO CELIO ROVIGO Lunedì 23 gennaio alle ore 17 verranno convalidati i neo eletti consiglieri della Provincia 

  • "I Rovigoti vittime dei sentimenti invece di far di conto"

    COMUNE ROVIGO Roberto Magaraggia, ex consigliere comunale oggi presidente di As2, fornisce gli altri dati della classifica del Sole 24 Ore sui temi della città evidenziando che quei numeri son ben diversi dal gradimento generale di Massimo Bergamin

Seren automobili affiliazione nov-dic-gen 2017