CONSIGLIO COMUNALE ADRIA (ROVIGO) Il voto del consiglio comunale lascia pochi dubbi: ok all'iter per avere un istituto professionale per l'artigianato. Ma si è deciso anche sul patrimonio archeologico

La città vuole avere una "sua" università

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Per ora, di 51 emendamenti proposti ne sono stati accolti due. Ma si tratta di due di peso, fa notare Omar Barbierato, capogruppo in consiglio comunale ad Adria della lista Impegno per il Bene Comune, che aveva raccolto proposto e idee da tutta la cittadinanza per capire di cosa ci sia necessità (LEGGI ARTICOLO)


Adria (Ro) - "Siamo soddisfatti dei due emendamenti che sono stati accolti dal consiglio comunale: entrambi guardano al futuro e noi ci crediamo moltissimo". Il gruppo consiliare di Impegno per il Bene Comune ritiene positivo il bilancio del consiglio comunale "maratona" proseguito sin verso le tre della notte, nel corso del quale sono stati votati i 51 emendamenti - e vari sottoemendamenti - raccolti da questa lista e da Siamo Adria grazie ai suggerimenti dei cittadini.

Molti emendamenti sono stati bocciati dal voto del consiglio, ma due sono stati approvati. ""Il primo - spiega il capogruppo Omar Barbierato - propone di diventare soci del Cur, ossia il Consorzio universitario rodigino, per portare corsi universitari ad Adria specifici per il territorio, nel rispetto del bilancio, e iniziare l'iter per portare un istituto professionale ad Adria per sviluppare l'artigianato".

"Il secondo riguarda l'opportunità di lasciare visibili resti archeologici per migliorare l'offerta turistica; due emendamenti che puntano dunque sulla cultura per pensare allo sviluppo di Adria. Ci dispiace che per altri argomenti non ci sia stato il tempo, la volontà e la forza per discutere, ma confidiamo che possano essere ripresi in una fase successiva in consiglio comunale per il Bene Comune".

Tra i prossimi argomenti da affrontare, secondo Impegno per il Bene Comune, ci sono la legge salva suicidi, misure per abbassare i livelli di pm10, tangenziale, sicurezza stradale, aree verdi, opportunità per i giovani..

"Il voto non omogeneo di maggioranza e minoranza - chiude la nota - ci fa pensare che si possa ragionare insieme per costruire concretamente qualcosa di buono per i cittadini, questo rimane il nostro Impegno, di ripresentarli tramite opportune mozioni all'attenzione del consiglio comunale.

 

 

7 gennaio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Musikè fondazione cariparo 730x90