POLITICA PORTO TOLLE (ROVIGO) Il sindaco Claudio Bellan replica alle critiche dell'opposizione annunciando il via alla gara per la nuova casa di riposo. Ma non è tutto

"Parte il bando da 6 milioni. Se vi pare poco..."

Claudio Bellan sindaco di Porto Tolle
Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017

I tre consiglieri comunali di minoranza a Porto Tolle Roberto Pizzoli, Silvana Mantovani e Raffaele Crepaldi avevano elaborato un vero e proprio elenco di doglianze, sottolineando gli errori dell'amministrazione e quanto a loro avviso questa non avrebbe fatto. Da parte sua, anche il sindaco Claudio Bellan ha qualcosa da dire in merito


Porto Tolle (Ro) - "Ho visto con sorpresa l’articolo della minoranza o meglio dei tre ex assessori e sinceramente ho provato un senso di pena e anche di comprensione, comprendendo la loro frustrazione di fronte ad una amministrazione comunale impegnata in tanti fronti: dalla opere pubbliche, all’urbanistica, al sociale, all’incentivazione e sostegno delle attività produttive". E' così che il sindaco di Porto Tolle Claudio Bellan intende rispondere alla minoranza, che aveva attaccato lui e la sua giunta nei giorni scorsi, facendo il punto su errore e azioni ancora non intraprese.

"Sono consapevole e con grande rispetto del ruolo di opposizione, se fatta con serietà e con spirito di servizio per la crescita della  comunità. Purtroppo i  tre ex non fanno questo, ma  si limitano a denigrare con battute insignificanti e anche irrispettose del ruolo che svolgono, anziché partecipare alla vita pubblica. Sono praticamente assenti in tutte le manifestazioni pubbliche di vario genere, disertano la conferenza dei capigruppo, sottraendosi a quel ruolo di controllori e propositori consono alle opposizioni".

In ogni caso, il sindaco intende riprendere gli argomenti sollevati dalla minoranza, per rivendicare quanto, assieme alla sua maggioranza, ritiene di avere fatto in questi anni di mandato.

"Parlando di Enel - esordisce - ogni progetto ha bisogno della valutazione del territorio ed è necessario avere la garanzia della bonifica e del ripristino di un ex sito produttivo esteso su circa 300 ettari. Enel non ha ancora quantificato le spese per il ripristino dell'area da dismettere, e questo passaggio è determinante per valutare qualsiasi nuovo investimento, pertanto l’amministrazione svolge e svolgerà un ruolo determinante per le scelte di destinazione  d’uso dell’area".

"Questa amministrazione ha risolto e sta trovando soluzioni a questioni primarie. Ricordo il contenzioso Ici-Imu con Enel. E per il futuro dell'ex centrale abbiamo promosso incontri a livello locale e nazionale. In confronto al passato, abbiamo segnato un deciso cambio di passo".

L'analisi del primo cittadino passa poi agli interventi per la sistemazione e messa in sicurezza delle scuole elementari e medie, cita anche la viabilità in molte frazioni e nel centro di Ca' Tiepolo. "E' assurdo definire i lavori di messa in sicurezza delle strade come 'catrame e asfalti'. Le opere pubbliche nel piano di investimenti, come detto, superano i 15 milioni di euro  per scuole e aree verdi, manutenzioni,  per valorizzare le ricchezze del territorio: pesca, agricoltura e turismo"

Poi, un passaggio importante dedicato alla lotta contro le slot e contro le sale Vlt, dal momento che quella di Bellan è stata la prima amministrazione comunale del Polesine a promulgare una ordinanza per limitare gli orari di esercizio delle slot".

"Abbiamo avuto il coraggio - rivendica il sindaco - di essere la prima amministrazione comunale nel Delta ad aver regolamentato i limiti orari di funzionamento di videolotterie e slot, e abbiamo avuto la pazienza e la forza amministrativa che hanno permesso di superare lo stallo sul rinnovo dei diritti esclusivi di pesca".

"Uscirà fra qualche giorno il bando di manifestazione di interesse per la costruzione della Casa di riposo: 6 milioni di euro di investimento da privati che abbiamo presentato ai primi di dicembre , se ai tre ex viene da ridere e perché non capiscono, altrimenti lo avrebbero fatto loro".

"Sulla questione Parco questa amministrazione si è mossa da subito in concertazione con le altre amministrazioni, organizzando incontri aperti in comune con le associazioni degli agricoltori della pesca venatorie, evidentemente i tre ex erano impegnati a far dell’altro".

"Il 18 settembre inoltre il Delta del Po Area Mab Unesco ospiterà il forum mondiale della gioventù dando al nostro territorio una valenza mondiale.

Tutto questo lo si ottiene lavorando e partecipando a tutti i tavoli in concertazione con tutti gli enti preposti. Siamo presenti, inoltre,  nella Conferenza dei sindaci della costa dove abbiamo da poco ottenuto il riconoscimento formale della Regione Veneto.

 

 

7 gennaio 2017
Deltauto 468x60




Correlati:

  • Niente dimissioni: per ora il sindaco rimane

    COMUNE BADIA POLESINE (ROVIGO) Al termine dei due giorni di "riflessione" il primo cittadino Gastone Fantato ha deciso di non rassegnare le dimissioni, dopo la spaccatura in maggioranza

  • "Discriminazione sin dagli asilo nido: legge da impugnare"

    SCUOLA ROVIGO I parlamentari veneti del Pd, col polesano Diego Crivellari, chiedono al ministero di impugnare la legge che privilegia per l'accesso i figli di residenti in Veneto da 15 anni

  • "L'unificazione non si fa a discapito dei pazienti"

    SANITA' ADRIA (ROVIGO) La consigliera regionale Patrizia Bartelle interviene sulle conseguenze che l'assorbimento della Ulss 19 del Basso Polesine dalla Ulss 18 sta già manifestando

  • Il paese è compatto, la scuola è salva

    SERVIZI GUARDA VENETA (ROVIGO) Tantissime persone sono accorse all'assemblea di sabato 18 febbraio, non c'è pericolo di chiusura per questo servizio

  • D'estate, giovani vigili contro il precariato

    PARCHEGGI ROSOLINA MARE (ROVIGO) I consiglieri Pako Massaro, Chiara Paganin e Nicolò Crivellari presentano una mozione per assumere i giovani, in stagione, come controllori del traffico 

  • "E' la fine della mia maggioranza"

    CRISI POLITICA BADIA POLESINE (ROVIGO) Dopo la lettura del documento di vicesindaco, tre assessori e due consiglieri, il sindaco Gastone Fantato si prende due giorni per valutare le dimissioni

  • Nasce un quartiere a dimensione di anziani

    SERVIZI SOCIALI VILLANOVA DEL GHEBBO (ROVIGO) L’amministrazione comunale pensa agli over 65 con il progetto La bottega di San Giuseppe che prevede la realizzazione di 18 abitazioni attive, solidali e comunitarie per l’invecchiamento attivo