POLIZIA FERROVIARIA ROVIGO Degenera il controllo in stazione nel giorno dell'Epifania, voleva denunciare tutti ma finisce nei guai proprio il nigeriano di 22 anni

Gli chiedono i documenti, lo straniero diventa una furia

Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017
Un servizio importante, da parte della polizia ferroviaria di Rovigo, impegnata in una scorta su un regionale

Rovigo - Erano circa le 18 dell'Epifania quando una pattuglia della Polfer che faceva vigilanza sul regionale Venezia - Bologna ha avuto il suo bel da fare a Rovigo, al momento del passaggio nel sottopasso. Qui, i poliziotti hanno notato un cittadino straniero che hanno ritenuto di controllare, domandando i documenti.

Il giovane a questo punto avrebbe fatto finta di nulla, proseguendo a camminare accelerando il passo per uscire il prima possibile. Nell'atrio, però, i poliziotti lo hanno fermato e hanno proceduto al controllo, chiedendo nuovamente documenti e generalità. A questo punto il giovane si sarebbe alterato, dicendo che dovevano lasciarlo stare.

I poliziotti lo hanno portato in ufficio, dove però lo straniero avrebbe proseguito a dare in escandescenze, dicendo che avrebbe denunciato tutti. Alla fine comunque si è calmato e ha dato le generalità: si tratta di un soggetto già noto agli ufficio per violazione della legge sull'immigrazione. E' stato denunciato per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Difficile capire il motivo della sua rabbia, dal momento che con sé non aveva nulla di sospetto o illecito ed era in regola con la normativa sull'immigrazione. In altre parole, mostrando subito i documenti avrebbe risolto il controllo in men che non si dica e senza alcuna conseguenza negativa.
7 gennaio 2017
Deltauto 468x60




Correlati: