SALUTE ROVIGO Allarme per la patologia influenzale, preso d'assalto il centralino del servizio di emergenza, in tanti hanno chiesto informazioni e segnalato febbre alta e altri problemi

Psicosi influenza: in un giorno 500 chiamate al 118

Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017

Se non è un record, ci manca davvero poco. In 24 ore, quella di operatività di sabato 7 gennaio, sono state circa 500 le chiamate che gli operatori del 118 dell'Ulss hanno dovuto evadere, quasi tutte con segnalazioni di casi di influenza. Nulla di grave e nulla che non sia presagibile in questa stagione, ma la gente è preoccupata



Rovigo - Hanno telefonato in circa 500, prendendo letteralmente d'assalto il centralino del 118, ossia il servizio di emergenza dell'azienda sanitaria Ulss 5 Polesana, formata dall'assorbimento della ex Ulss 19 di Adria e del Basso Polesine da parte dell'ex Ulss 18 di Rovigo e dell'Alto Polesine.

Argomento centrale della quasi totalità di chiamate, l'allarme per l'influenza. Non ci sono state situazioni di particolare emergenza, casi particolarmente gravi che abbiano messo a rischio la vita di persone, ma comunque la preoccupazione tra i polesani è tanta e, di fronte a un innalzamento della febbre, magari in soggetti "deboli", in molti hanno pensato bene di chiamare il 118.

Il personale del 118 ha messo in campo, come ogni giorno, tutta la propria professionalità, fornendo le indicazioni del caso e assicurandosi comunque che non ci fossero situazioni a rischio, necessità di ricoveri o di intervento immediato.

8 gennaio 2017




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe