ANIMALI CASTELNOVO BARIANO (ROVIGO) Come ogni anno, sono arrivate le pecore, i due pastori e i tre cani che accompagnano il gregge

Si rinnova il rito millenario della transumanza

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017

Una presenza ormai consueta, a Castelnovo Bariano, con il gregge che attraversa l'Alto Polesine e Castelnovo Bariano per la transumanza


Castelnovo Bariano (Ro) - Da sempre in Alto Polesine tra Po ed Adige in autunno-primavera si vedono sugli argini e nelle zone golenali in particolare grosse greggi di centinaia di capi.Vi sono località trentine (ma non solo) a ridosso delle Alpi dove la transumanza è normale sotto le montagne. Quando in settembre il freddo comincia a seccare i pascoli,  gli armenti scendono in pianura in senso dannunziano.

Da alcuni anni le pecore dell’azienda agricola Mirko Faben (Cerea) ai primi freddi abbandonano la Malga Susine e, attraverso Adige e Canalbianco (al ponte della maxidiscarica Torretta) entrano a Bergantino. Poi  sul Po stazionano fra Castelnovo Bariano (qui da fine dicembre scorso) e Occhiobello sino a Pasqua minimo. In maggio con autotreni si ritorna in malga. Sono animali che danno lana e carne, gli agnelli vengono venduti a Pasqua o alle  macellerie islamiche

Qui a Castelnovo Bariano  sono le oltre 500 pecore che in gennaio stazionano tra le vie Spinea, Gramignazzi ed Argine Po, munite di regolari permessi comunali e sanitari (tra cui il test della brucellosi), e accudite da due pastori romeni ormai molto conosciuti in paese. Dalle 16 alle 10 del giorno dopo il grosso armento riposa in un apposito recinto elettrificato per motivi di sicurezza, restando all’aperto ognitempo, protetto dalla lana. Una roulotte fa da casa ai due operai di Faben, che a turno vanno in paese a fare la spesa: una scelta di vita.

Di giorno gli animali si spostano continuamente brucando, inquadrati da tre cani bravissimi, facendo l’argine maestro e i terreni adiacenti, non toccando ovviamente il folto verde frumento. I due pastori sono sempre presenti e con fischi e la chiamata dei cani per nome regola il ritmo del gregge, pecore belle e lucide. Sono forniti di un rimorchio coperto per trasporto di animali vivi: qui mettono gli agnelli appena nati.

 

9 gennaio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

  • Una strage: oltre due tonnellate di pesci morti

    AMBIENTE PETTORAZZA GRIMANI (ROVIGO) Ripulito dalle carcasse il Ceresolo, il bilancio complessivo mette i brividi. E anche il costo non è cosa da poco

  • Un altro delfino morto

    ANIMALI ROSOLINA (ROVIGO) Nuovo ritrovamento, è il secondo dell'estate. Più numerosi i casi di decesso di tartarughe marine, al momento non ci sono certezze sulle cause

  • Le nutrie e la siccità hanno combinato un bel guaio

    AMBIENTE PETTORAZZA (ROVIGO) Gli animali hanno compromesso la stabilità dell’argine. L’abbassamento del livello dello scolo, programmato per i lavori di sistemazione, unito alle temperature, provoca una strage di pesce

  • I delfini arrivano a salutare i turisti

    AMBIENTE PORTO TOLLE (ROVIGO) Meraviglioso fuori programma nel corso della visita di tre giorni nel Delta promosso dall'associazione Sagittaria

  • Misteriosa moria di pesce nel canale

    AMBIENTE PETTORAZZA GRIMANI (ROVIGO) Si è verificata nella zona di Botti Barbarighe, ignoti i motivi che la hanno provocata

  • Chiedono amore, danno tutto il loro cuore

    LEGA DEL CANE RIFUGIO CIPA ROVIGO Le proposte di adozione della settimana: servono alcuni incontri per fare conoscenza, poi potrete andare a casa assieme

  • Salvataggio insperato 

    TENNIS ROVIGO Il circolo di Castelnuovo Bariano si conferma nella categoria D3. Un risultato ottenuto in virtù dell’ottimo quarto posto conquistato

Cooking Chef Academy 730x90