RUGBY PRO12 Rinnovo importante per la franchigia di Parma, anche se restano delle ombre sul futuro. Carlo Canna è il topscorer azzurro dell’anno 2016, ed il suo futuro sembrava già scritto quando militava nelle Fiamme Oro

Carlo Canna rimane alle Zebre

Carlo Canna
Animazione estiva Baseball Camp 2018

Nonostante le voci di un dissesto finanziario imminente (LEGGI ARTICOLO) alle Zebre è già tempo di rinnovi. Carlo Canna ha firmato fino al 30 giugno 2019, che si giochi a Parma, Roma o Milano, c’è poca differenza: rimane comunque un punto fermo della Nazionale italiana


Parma - L’apertura Carlo Canna vestirà ancora la maglia delle Zebre Rugby, avendo rinnovato il proprio contratto che lo lega alla franchigia di base a Parma. Il numero 10 beneventano, giunto a Parma dalle Fiamme Oro Rugby nell’estate del 2015, ha firmato un nuovo contratto che lo vedrà in bianconero per altre due stagioni fino al 30 Giugno 2019. 

Il giocatore classe ’92, dopo il suo arrivo al club bianconero al termine del suo primo mondiale Rwc 2015 giocato in Inghilterra con la maglia dell’Italia, è diventato un punto fisso del XV del Nord-Ovest vestendo la maglia zebrata per 17 volte nella sua stagione d’esordio in Guinness PRO12 e nelle coppe europee. Il giocatore conferma subito anche le sue naturali doti di calciatore messe in luce nel campionato Eccellenza segnando 97 punti nella sua prima stagione alle Zebre Rugby. Anche nella stagione in corso il beneventano è uno dei giocatori più utilizzati dallo staff tecnico con 14 presenze sulle 15 gare ufficiali fin qui disputate dal XV del Nord-Ovest tra torneo celtico e Epcr Champions Cup. 

Dopo l’esperienza con le nazionali italiane U19 ed Emergenti per Canna arriva l’esordio con la nazionale maggiore nella gara di Torino contro la Scozia dell’Agosto 2015 in preparazione del mondiale inglese.

Con coach Brunel l’apertura gioca nove partite consecutive esordendo anche nel Rbs 6 Nazioni 2016 con due presenze da titolare contro Francia ed Inghilterra prima di un infortunio. Anche sotto la guida del nuovo ct O’Shea l’ex cremisi é una certezza del gruppo azzurro con 6 presenze nelle sei gare fin qui disputate nel tour americano e nei test match dello scorso Novembre. Canna dimostra le sue qualità di realizzatore anche con la maglia della nazionale; sono 68 i punti segnati in 15 presenze, topscorer azzurro dell’anno 2016.

La dichiarazione del giocatore: ”Sono contento di poter rimanere alle Zebre Rugby e spero che le prossime stagioni possano essere positive, continuando nella nostra crescita tecnica. Ringrazio le Fiamme Oro Rugby che mi hanno permesso di continuare a vivere da protagonista questa esperienza di rugby internazionale“.

La scheda dell’atleta:
Nome: Carlo
Cognome: Canna
nato a: Benevento
Il: 25/08/1992
Altezza: 190 cm
Peso: 93 kg
Ruolo: Apertura
Honours: Italia, Emergenti, Italia U19
Caps: 15
Presenze in Guinness PRO12: 23
Presenze in EPCR Champions Cup: 4
Presenze in EPCR Challenge Cup: 4
Club precedenti: Fiamme Oro, Gladiatori Sanniti

 

11 gennaio 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Assalto al Plebiscito per conquistare la Serie A

    RUGBY SERIE B Spareggio promozione a Padova per la Borsari Badia (Rovigo) contro il Villorba. Allenamento in settimana anche con l’ausilio di Joe McDonnell per il pack

  • Evento di proporzioni planetarie

    RUGBY ROVIGO Già 700 iscritti per partecipare alla mischia più grande del Mondo, tre giorni di eventi nella città in mischia, dal Festival alle celebrazioni del trentennale del 1988, attesi anche Botha, Smal e Lupini

  • Si parte subito con il derby

    RUGBY OVER 35 I Veci del Rovigo il 26 maggio allo stadio Battaglini saranno di nuovo protagonisti con la 17esima edizione del torneo Città di Rovigo

  • Il bucaniere

    RUGBY ROVIGO Lo scudetto della stella rossoblù fu la sua consacrazione, Alessandro Bombonato e le mani d’oro ch e all’epoca erano rare nel suo ruolo

  • Cioffi, lo stacanovista

    RUGBY EMERGENTI Iniziato il radino per la Nations cup, a Roma anche Massimo Cioffi, Riccardo Brugnara e Samuele Ortis nell’ultima stagione a Rovigo e il neo rossoblù Gianmarco Vian

  • Cavinato a Mogliano chiama Salvatore Costanzo

    RUGBY ECCELLENZA Nuovo presidente e allenatore, ma si cambia anche denominazione. Il Mogliano di Maurizio Piccin. Rovigo ritroverà Andrea Cavinato da avversario

  • Venturi: “Il merito nostro fu di averci creduto fino alla fine”

    RUGBY ROVIGO L’ala di Pieve di Cento nello scudetto della stella era uno dei pochi “foresti”, ma Edy Venturi aveva classe da vendere. Lo scudetto del 1988 è anche suo

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo