POLITICA ADRIA (ROVIGO) Un solo consigliere delle liste pro Bobo in aula, manca il numero legale, dopo che erano circolate voci di un voto contro un documento predisposto dalla Giunta. Le Provinciali hanno lasciato il segno

Maggioranza in crisi, salta il consiglio comunale

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe
Non un bel vedere, un consiglio comunale - tra l'altro importante - che salta per mancanza del numero legale, perché l'unico consigliere comunale presente dalla maggioranza che sostiene il sindaco Massimo Barbujani era Luca Azzano Cantarutti, capogruppo di Indipendenza Noi Veneto. E' accaduto nella serata di martedì 10 gennaio, a Palazzo Tassoni. Si acuisce, quindi, la crisi di maggioranza scoppiata dopo il voto alle elezioni provinciali (LEGGI ARTICOLO)

Adria (Ro) - Salta il consiglio comunale, con la maggioranza che non si presenta in aula, fatta eccezione per il consigliere di Indipendenza Noi Veneto Luca Azzano Cantarutti, facendo quindi mancare il numero legale. Il tutto dopo che erano circolate con insistenza voci di una possibile bocciatura del Documento unico di programmazione prodotto dalla Giunta, ossia il documento che delinea le linee guida e le priorità che l'amministrazione comunale vuole seguire nel corso del suo mandato. Sarebbe stato un segnale politico fortissimo, alla luce della importanza del documento.

Le indiscrezioni della vigilia davano per certo il voto contrario di almeno tre consiglieri di maggioranza il che, unito ad assenze e a un presumibile voto contrario della minoranza, avrebbe potuto fare finire bocciato il documento. Non è accaduto perché la maggioranza, complice forse anche qualche ripensamento di singoli, ha deciso di non presentarsi. Fatta una unica eccezione.

Proseguono quindi i rapporti tesi in maggioranza, all'interno della quale qualche difficoltà preesistente è uscita moltiplicata ed esacerbata dalle elezioni provinciali di domenica 8 gennaio. A quanto pare, infatti, era stato raggiunto un accordo per cui gli 11 consiglieri di maggioranza avrebbero lasciato da parte questioni di partito e avrebbero votato compatti su Daniele Ceccarello. E' comunque stato eletto, ma degli 11 voti attesi da Adria solo 6 sarebbero in effetti arrivati. Quanto basta per scatenare rancori e accuse di tradimento.
11 gennaio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

  • Dopo le minacce, indagini e solidarietà

    IL CASO ROVIGO Arriva anche Natalino Balasso a sostenere Cristina Caniato e Vanni Destro, destinatari di due lettere anonime. Dopo la presentazione ufficiale della denuncia, del caso si occuperà la polizia di Rovigo

  • La grande orchestra del Buzzolla in concerto 

    MUSICA ADRIA (ROVIGO) Sabato 25 novembre alle 21 la formazione di allievi e docenti del Conservatorio, diretta dal maestro Ambrogio De Palma, terrà il l’appuntamento inaugurale per l’anno accademico 2017/2018, al teatro Comunale 

  • Anche in città arrivano gli addobbi

    NATALE ADRIA (ROVIGO) Affidato l’incarico di sistemare gli addobbi luminosi in città, per una spesa complessiva di 15mila euro. Se ne occuperà la ditta Elettrocostruzioni Rovigo

  • Ultimi ritocchi, poi i due velox

    STRADE ADRIA (ROVIGO) Il Comune impegna la somma necessaria a installare l’apparecchio fisso sulla Piovese. Prevista anche la sistemazione di un velobox

  • Il diciassettenne verso il GT3

    MOTORI ADRIA (ROVIGO) Giacomo Altoè ha sostenuto un test con il team Mercedes, ottime le impressioni sul tracciato di Paul Ricard

  • Città ancora più bella nell’atmosfera delle feste 

    EVENTI ADRIA (ROVIGO) Il sindaco Massimo Barbujani con le associazioni del territorio sta predisponendo il palinsesto delle iniziative nel periodo natalizio

  • Botte tra ragazzine, una in ospedale sanguinante

    SCUOLA ADRIA (ROVIGO) L'episodio sarebbe avvenuto nei giorni scorsi all'esterno di una scuola superiore, sul caso sta indagando la polizia

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017