TRIATHLON ROVIGO Sabato 14 gennaio in Camera di Commercio la festa del Veneto con ospite d’eccezione Michele Ferrarin, vice campione paralimpico. Sul palco 61 campioni regionali 

Una disciplina in crescita anche in città 

Enrico Novo, Luigi Paulon e Vladi Vardiero
Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Enrico Novo: “Il sogno è di poter arrivare a fare il Triathlon anche qui”. Sarebbe importante poter organizzare una manifestazione di questo tipo per la Provincia di Rovigo, uno sport a forte impatto economico e con un notevole indotto. Intanto per sabato 14 gennaio, il Comitato Veneto, ha scelto proprio il Polesine, e la città capoluogo, per la festa regionale. Presentazione a Palazzo Nodari con il presidente del Comitato Veneto Fitri, Vladi Vardiero e l’assessore allo Sport Luigi Paulon


Rovigo - 150 tesserati nella provincia di Rovigo nel giro di un anno, 6000 in tutto il Veneto, il Triathlon, disciplina olimpica, non è solo ironmen, ma turismo sportivo che racchiude in sé lo spirito libero di tre competizioni. Nuoto, corsa e ciclismo, il connubio perfetto per rimanere in forma. Uno sport in grande espansione e dai grandi valori, non da meno quello economico con un indotto spaventoso. La ricerca continua di nuovi materiali (scarpe, biciclette, indumenti tecnici) e di apparecchiature, in grado di monitorare in tempo reale i parametri corporei, pone il Triathlon tra una delle discipline con il più ampio sviluppo sull’indotto. Il Comitato Veneto ha deciso di premiare lo sforzo della provincia di Rovigo e della Rhodigium team, ogni anno la festa regionale fa tappa in una località diversa, quest’anno si svolgerà al salone del Grano in Camera di commercio sabato 14 gennaio alle ore 17. Due ore di premiazioni (LEGGI LA LISTA DEI PREMIATI) a cui parteciperà anche l’assessore regionale allo Sport Cristiano Corazzari e Michele Ferrarin, vice campione paralimpico. Ci sarà anche il Coni Veneto e provinciale, con il delegato Lucio Taschin. dopo la cerimonia che vedrà incornare atleti, tecnici e dirigenti, dolci per tutti grazie alla pasticceria Novecento, in una Camera di commercio colorata da Tecnoverde di Villadose.

La presentazione dell’evento nel salone d’onore del Comune di Rovigo, mercoledì 11 gennaio a Palazzo Nodari. a fare gli onori di casa l’assessore allo Sport Luigi Paulon, Enrico Novo (Rhodigium team), delegato provinciale Fitri, e Vladi Vardiero presidente del Comitato regionale Veneto Fitri.

“Siamo felici – ha commentato Luigi Paulon durante la presentazione avvenuta mercoledì 11 gennaio a palazzo Nodari -, di accogliere a Rovigo questa importante manifestazione che raggruppa molti appassionati. Uno sport che richiede grande resistenza fisica e molto importante anche per i giovani. L'augurio è che continui a crescere e a coinvolgere sempre più atleti”.

Il programma prevede alle 16.30 l'accreditamento degli atleti, alle 17 il saluto delle autorità, alle 17.30 le premiazioni di Coppa Veneto, campioni regionali e migliori atleti dirigenti, tecnici ed ufficiali di gara 2016, alle 19.30 il brindisi finale.

“E' un onore ospitare l'evento di chiusura della stagione. Rovigo è partita lo scorso anno - spiega Enrico Novo, delegato provinciale Fitri - con corsa e nuoto al polo natatorio. Il sogno è di poter arrivare a fare il Triathlon anche qui. Ci sono molti adulti che si dilettano con questa disciplina, ma vogliamo puntare anche sui giovani”.

I giovani appunto, se gli agonisti senior sono un chilometro avanti, il triathlon è la disciplina adatta per i più piccoli. La possibilità di variare è importante, soprattutto per una crescita muscolare corretta. Una disciplina in crescita come ha sottolineato il presidente del Comitato regionale Veneto Fitri, Vladi Vardiero “la federazione nel 2016 è passata da 39 a 49 associazioni nella nostra regione”. In Italia le società sono oltre 400, ma il numero è destinato a salire.

“Si tratta di un evento itinerante e quest'anno abbiamo scelto Rovigo che si era candidata. Il Triathlon è un mondo particolare e affascinante alla portata di tutti. I nostri atleti, nella maggior parte dei casi, provengono da una delle tre discipline. Adesso siamo concentrati nel far crescere il mondo giovanile, lavorando anche con le scuole”.

Difatti la Fitri (Federazione Italiana Triathlon) ha appena stretto un accordo con il Miur, un aspetto importante per coinvolgere i ragazzi che sempre meno abbracciano la pratica sportiva, preferendo troppo spesso, altri interessi meno salutari.

 

11 gennaio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017