CONTROLLI ROVIGO Grazie a Confindustria, le Volanti di Rovigo saranno equipaggiate con il tablet: interrogazioni in banca dati e controlli in tempo reale per un territorio sempre più sicuro

Il tablet si aggiunge a manette e pistola

Michele Fioretto, Massimo Barbin, il Questore di Rovigo Fabio Cilona, Gian Michele Gambato e Maurizio Vallone
il Questore di Rovigo Fabio Cilona e Maurizio Vallone
Michele Fioretto, Massimo Barbin, il Questore di Rovigo Fabio Cilona, Gian Michele Gambato e Maurizio Vallone
Gian Michele Gambato e Maurizio Vallone
Musikè fondazione cariparo 730x90

Un nome digitato e immediatamente tutte le informazioni che possono servire ai poliziotti che vivono la strada ogni giorno, sulla Volante, con tutti i rischi e le necessità che questa importantissima attività



Rovigo - "Siamo convinti che la sicurezza sia un valore, perché un territorio sicuro è un territorio attraente". Lo ha detto Gianmichele Gambato, presidente di Unindustria Rovigo, nello spiegare le ragioni che hanno portato gli industriali a donare alla polizia i tablet che li accompagneranno ora nella loro costante attività di controllo del territorio. "Spero un giorno di leggere una classifica del Sole24Ore nella quale si dica che la Provincia di Rovigo è quella maggiormente sicura d'Italia".

"Senza Confindustria questo progetto non avrebbe mai visto la luce - ha detto il questore di Rovigo Fabio Cilona - Il tablet consentirà al personale su strada di verificare direttamente generalità e pendenze delle persone che vengono controllate, ma consentirà di conservare nei database centrali più dati. A Rovigo abbiamo anche attivato la possibilità per gli operatori di rilevare le impronte digitali. Ben venga la tecnologia quando ci aiuta nel combattere la criminalità".

La sicurezza è funzionale, secondo l'impostazione alla base del progetto, per fare impresa e per creare lavoro. "Il controllo del territorio è una condizione basilare per lo sviluppo economico - ha detto Maurizio Vallone, dirigente nazionale del servizio di Polizia anticrimine della polizia di Stato - Proprio per questo il controllo del territorio è un versante di impegno fondamentale, per aumentare la percezione di sicurezza, non forte in questo periodo, nonostante una diminuzione costante dei reati negli ultimi tre anni. Reprimere un reato è importante, ma non ha lo stesso effetto positivo di una mancata commissione del reato".

Nelle Regioni dove il progetto è stato attivato in prima battuta - Calabria, Puglia, sicilia, Campania - i risultati sono stati notevoli e immediati, ha spiegato Vallone. Il numero di persone le cui generalità sono state verificate in tempo reale è quintuplicato, passando dalle 800mila persone all'anno 4 milioni. Il tablet tra l'altro consentirà di comunicare direttamente via tablet tra pattuglia e centrale operativa.

Ma non solo: possono venire scambiati immediatamente video o contenuti come foto, indispensabili quando si cerca una persona scomparsa o che abbia appena commesso un reato.

L'impiego del tablet, poi, consentirà di snellire molto le pratiche burocratiche, evitando la formalità burocratica della compilazione della relazione di servizio alla fine del turno, con la relazione che poi entrerà in automatico e immediatamente in banca dati.

17 gennaio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017