CULTURA ROVIGO Al via dal’2 febbraio fino al 5 maggio gli spettacoli del Teatro Studio organizzati dalla compagnia Teatro del Lemming

Si comincia col viaggio nei sensi di Odisseo 

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017

Sarà la compagnia Teatro del Lemming ad aprire e chiudere la seconda parte della stagione teatrale 2016/2017 del Teatro Studio di Rovigo che vedrà sette spettacoli in scena oltre che i pomeriggi poetici organizzati con la collaborazione de Il Ponte del Sale



Rovigo - Al via la seconda parte della stagione teatrale 2016/2017 del Teatro Studio di Rovigo, organizzata dalla compagnia del Teatro del Lemming che apportato avanti gli spettacoli “nonostante l’assenza di qualunque sostegno da parte dell’amministrazione del comune di Rovigo, ma grazie alla Fondazione Cariparo, in merito al bando Culturalmente Impresa” affermano gli organizzatori. 

Gli appuntamenti da febbraio a maggio si caratterizzano per la varietà dell'offerta. Infatti la primavera del Teatro Studio si svolgerà all'insegna delle residenze artistiche di diversi gruppi con prove, spettacoli, conferenze e incontri di poesia. Si comincia il 2 febbraio alle ore 21 con uno spettacolo storico del Lemming, da tempo non più presentato a Rovigo: Odisseo. Viaggio nel Teatro è un'esperienza onirica ed emotiva all'interno dell'epopea dell'eroe greco. Un viaggio sensoriale in cui i personaggi dell'odissea prendono forma e corpo nell'incontro con lo spettatore. Lo spettacolo è dedicato a trenta spettatori alla volta. La prenotazione è obbligatoria. 

A seguire, l'11 febbraio alle ore 21, un altro gruppo storico del territorio: il Teatro Nucleo di Ferrara che presenta Tenebra, per la regia di Natasha Czertok e Davide Della Chiara. Uno spettacolo che, come recita la presentazione "mette a repentaglio il ben pensare e i buonismi dell'occidente, mira a cancellare tutti i veli, i filtri e le sovrastrutture che ci siamo costruiti, riportandoci dentro noi stessi [..]". Il giorno seguente si incontrerà Horacio Czertok alle 18 per una conferenza spettacolo, Contra Gigantes, una preziosa testimonianza sulla storia del Teatro Nucleo raccontata dal suo fondatore. 

L'1 e il 2 marzo torna il Teatro del Lemming con la sua nuova produzione, un lavoro ancora mai presentato a Rovigo: WS Tempest. Lo spettacolo chiude la "Trilogia dell'acqua" che aveva visto negli anni passati i Lemming impegnati nelle riscritture di Amleto e Giulietta e Romeo. Questo ultimo spettacolo, dopo il debutto per il Festival Olimpico nel prestigioso scenario della basilica palladiana di Vicenza, si presenta come un naufragio poetico nelle parole e nelle opere di William Shakespeare. 

Il 19 marzo, sempre alle ore 21, vedrà protagonisti gli artisti di un gruppo tedesco nato tra Friburgo e Berlino: Mixed_me Performance Gbr. Il loro spettacolo Mixed_Me  è realizzato con la regia di Aurora Kellermann, in scena il danzatore Jo Koppe e le musiche originali di Munsha. Il lavoro è dedicato ad un tema delicato ed importante di cui oggi si comincia a parlare con maggiore attenzione: l'intersessualità e cioè la coesistenza, in uno stesso individuo, di caratteri maschili e femminili.  

La serata del 20 aprile porta a Rovigo la "poesia-scenica" di Ilaria Dragoche presenta nella stessa serata due sue opere recenti. Ecuba, è un lavoro nato all'interno dello spettacolo Metamorfosi_di forme mutate in corpi nuovi, di Roberto Latini. Transhumance è una produzione del Teatro Metastasio di Prato, con le musiche di Gianluca Misiti: "Mare. In fondo laggiù, lontano che quasi non lo vedo, riverbero appena di sangue e respiri, c’è qualcuno. E qualcuno chiama. Come fosse me, lasciato piccolo sul fondo delle paure o al centro di ogni speranza. Ho sogni, mani che tengono forte la presa della vita e stringo il mio essere qui la più bella cosa che c’è!"

E come per chiudere un cerchio, la stagione 2016/2017 si conclude con un'altra Odissea del Lemming, questa volta dedicata all'infanzia. Il 4 e il 5 maggio i protagonisti saranno infatti i bambini che parteciperanno all'Odissea dei bambini. Viaggio nel Teatro per venti bambini di tutte le età. Un percorso per piccoli e grandi pieno di avventure paurose e divertenti. Anche per questo lavoro la prenotazione è obbligatoria.

Last but not least ritornano i pomeriggi poetici organizzati con la collaborazione de Il Ponte del Sale. Gli appuntamenti si svolgeranno sempre alle 18 nel foyer del Teatro Studio e saranno accompagnati dalle letture e dai brindisi a cura del Teatro del Lemming. Il 21 marzo Gino Piva con Marco Munaro e Luciano Caniato; il 31 marzo Franco Loi con Anna De Simone; l’8 aprile Paolo Valesio con Graziella Sidoli;

il 6 maggio Marco Marangoni, Sebastiano Aglieco, Matteo Vercesi Stati generali della poesia italiana contemporanea, una riflessione a più voci.

Biglietto unico 12 eccetto per gli spettacoli del Lemming a 15 euro. L’abbonamento a tutti gli spettacoli della rassegna ha un costo di 50 euro. Ingresso gratuito per gli incontri dei brindisi con i poeti.

2 febbraio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Musikè fondazione cariparo 730x90