GIORNATA DELLA MEMORIA ROVIGO Le varie scuole dell'Istituto comprensivo Rovigo 4 hanno programmato varie attività didattiche per ricordare l'orrore della Shoah

Film, libri e poesie per non dimenticare l'orrore

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Un imperativo chiaro: non dimenticare. I docenti delle scuola dell'Istituto comprensivo Rovigo 4 hanno cercato di applicarlo, in occasione della Giornata della Memoria, proponendo attività particolari ai ragazzi


Rovigo - Anche i ragazzi e i docenti delle varie scuole dell’Istituto comprensivo Rovigo 4 hanno celebrato la giornata della memoria, per ricordare le vittima della Shoah, ossia lo sterminio degli ebrei, ma non solo, messo in atto dai nazifascisti nel corso della seconda guerra mondiale.

Le classi della scuola secondaria “Sante Zennaro di Grignano Polesine” hanno svolto le loro riflessioni o partendo dalla visione di alcuni film. Hanno profondamente toccato gli alunni la lettura di testimonianze di sopravvissuti ai campi di concentramento. Sentire direttamente dalle loro parole gli orrori delle punizioni e delle torture subite, li ha fatti dire a gran voce “mai più!".

Le classi prima, seconda e terza del plesso “Aldo Moro” di Boara Polesine sono state coinvolte in “lezioni interattive speciali” sul tema. Per conoscere i fatti storici accaduti è stata letta una pagina del diario di Anna Frank facendo riferimento, nello specifico, al diritto di andare alla scuola pubblica in Germania dalla quale Anna ed altri ebrei erano stati dolorosamente esclusi. Vi è stata anche la produzione di un cartellone, frutto di grande sensibilità dei bambini, con visione e conoscenza delle fonti storiche e documenti.

Per i ragazzi di quarta e quinta, invece, la giornata della memoria è stata l’occasione per fermarsi un attimo e riflettere, per interrogarsi sul perché della discriminazione dell'uomo contro altri uomini. E’ stato, inoltre, interessante osservare, analizzare, descrivere e cercare di riprodurre con la tecnica dell’acquerello dipinti e i disegni nati dalla mano di chi ha vissuto in prima persona la tragedia dell’Olocausto.

Presso la Scuola primaria “Col. A. Milan” di Grignano Polesine la classe prima è partita a riflettere dalla storia “La strega megera” di Luigi Dal Cin; le classi seconde hanno letto il  libro “Rosa bianca” di Roberto Innocenzi; le classi terze hanno letto il libro “Il volo di Sara” e un estratto di “UNA STELLINA PER LILIANA” in AAVV “MAI Più” ; la classe quarta ha letto un breve racconto che fa riferimento alla storia di Liliana Segre; la classe ha riflettuto e discusso sulla situazione vissuta dagli ebrei nei campi di concentramento.

Le classi della scuola primaria “Duca D’Aosta” hanno visto i film “Il bambino con il pigiama a righe” e “La vita è bella”, hanno letto brani, hanno riflettuto sulla necessità della pace e dell’aiuto reciproco in famiglia e tra i popoli.

Le classi della Scuola Secondaria di primo grado “A. Riccoboni”, oltre alla visione di film a tema e alla lettura di brani antologici e testimonianze per l’argomento, hanno realizzato un lavoro molto significativo e ad effetto. Le classi seconde hanno elaborato, in lingua francese, dei cartelloni sull’importanza di ricordare e non dimenticare la tragedia della Shoah.

Nelle classi della scuola primaria di Granzette si è fatto riferimento ad episodi de "Il diario di Anna Frank", si è spiegata la trama del film “Il bambio con il pigiama a righe” e per i più grandi le riflessioni sono partite dalla lettura delle poesie “Vorrei volare” (scritta da un bambino ebreo), “Se questo è un uomo” (Primo Levi)".

Alla scuola primaria “A. Miani” di Borsea, le classi hanno letto principalmente brani tratti da "Il diario di Anna Frank", hanno svolto elaborati grafico-pittorici a tema, hanno ascoltato la canzone Gam gam, con relativo testo tradotto.

 

 

12 febbraio 2017




Correlati:

Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017