VIOLENZA SESSUALE ROVIGO Moldavo di 38 anni a giudizio per maltrattamenti a carico della moglie, connazionale. Una vicenda allucinante quella approdata a giudizio a Rovigo

Stuprata mentre legge una fiaba al figlio

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe
Le accuse sono pesanti: maltrattamenti, violenza sessuale, lesioni personali e atti persecutori. Tutte elevate a carico di un moldavo di 38 anni per quanto avrebbe, secondo la tesi accusatoria, costretto la moglie a subire dal 2011 alla fine del 2013

Rovigo - Sarebbe arrivato sino a stuprare la moglie sotto gli occhi del figlio di 5 anni, aggredendola sul letto dove stava leggendo una fiaba al piccolo. E' uno degli episodi contestati al romeno di 38 anni sotto processo di fronte ai giudici del Collegio di Rovigo, con numerose e pesanti ipotesi di reato contestate: maltrattamenti, violenza sessuale, lesioni personali e atti persecutori. Il periodo complessivo preso in esame dal capo di imputazione va dal 2011 sino alla fine del dicembre 2013.

I fatti si sarebbero verificati a Rovigo, dove vivevano il 38enne e la moglie, con i tre figli. Tutti piccoli. A seguire l'indagine fu il personale della polizia, prima le Volanti, quindi la squadra mobile, guidata dal vicequestore aggiunto Bruno Zito.

I maltrattamenti comprendono offese e percosse che la donna avrebbe subito a causa del carattere irascibile del marito, spesso alimentato dall'acool. L'episodio di violenza sessuale, ossia lo stupro sotto gli occhi del figlio, si sarebbe verificato a dicembre del 2013, lasciando anche sul corpo della moglie traumi, sempre secondo la ricostruzione accusatoria, giudicati guaribili in 15 giorni.

Gli atti persecutori, invece, farebbero riferimento al periodo in cui la donna, stanca di quella vita, aveva deciso di cambiare casa, portando con sé i figli. Sarebbe stata oggetto di pressioni costanti per farla tornare indietro. Il processo si è aperto nella mattinata di giovedì 23 febbraio, di fronte al collegio presieduto dal giudice Silvia Varotto.

 E' stata ascoltata, nel corso di una drammatica udienza a porte chiuse, la vittima delle violenze contestate. La difesa è invece affidata all'avvocato Mariagrazia Panin di Rovigo, che conta di ridimensionare le contestazioni a carico del proprio assistito.
23 febbraio 2017




Correlati:

Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017