ANIMALI ROVIGO Individuata una colonia tra San Martino di Venezze, Rovigo e Villadose, la Provincia approva il piano di controllo. Saranno catturati con gabbie, ma va bene anche l'abbattimento diretto

Dopo secoli tornano i cinghiali. "Prendeteli o uccideteli"

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Da secoli non si vedevano cinghiali in Polesine. Ora sono tornati, ma resteranno poco. Molto poco. E' quanto emerge dalla documentazione con la quale la Provincia di Rovigo ha approvato il piano di controllo contro gli ungulati che, a quanto emerso, si sono stabiliti in una piccola colonia in campagna


 

Rovigo - Vanno catturati, o anche uccisi, sia perché non sono animali autoctoni, sia perché creano danno alle colture, sia perché, infine, esiste sempre il rischio di investimenti sulle strade. I cinghiali sono tornati in Polesine dopo che da secoli non esistevano colonie stabili. Al massimo, sporadici avvistamenti. Non resteranno a lungo, comunque, alla luce di quanto stabilito dalla Provincia di Rovigo con l'approvazione del piano di controllo per il contenimento della specie.

Nell'ultimo anno, scrive la Provincia, si sono susseguiti avvistamenti tra Rovigo, Villadose e San Martino di Venezze, in una zona dove si trovano una discarica esaurita, un ex complesso di pesca sportiva e una fornace abbandonata. Probabile che si tratti di animali "migrati" dai Colli Padovani, dove pure sono in atto interventi di contenimento. La distanza non è impossibile: si parla di una ventina di chilometri.

Si è deciso di cercare di catturare gli animali della "colonia polesana" con gabbie denominate "chiusini", in luoghi dove sia preventivamente avvenuta anche la pasturazione, ossia il ripetuto spargimento di cibo attuato per fare in modo che l'animale graviti in zona. Alla cattura potrà affiancarsi l'abbattimento diretto con armi da fuoco.

La lotta è cominciata, quindi. Come per la nutria, quindi, in Polesine non c'è spazio neppure per il cinghiale, è stato deciso.

24 febbraio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

  • Donazione, un passo avanti fondamentale

    COMUNE VILLADOSE (ROVIGO) La giunta approva i nuovi indirizzi che consentiranno a coloro intenzionati a procedere alla donazione di ufficializzare questa loro volontà

  • Progetto approvato, ma non ci sono i soldi per farlo

    VIABILITA' ROVIGO La Provincia dà l’ok alla fattibilità tecnica ed economica dei lavori del collegamento di strade regionali e provinciali nella zona di San Martino di Venezze e Villadose, un primo stralcio del valore di 3 milioni e 600mila euro. Ma manca

  • Topi in pieno centro, nuove segnalazioni

    IL CASO A ROVIGO Fotografato un esemplare in via Angeli, i residenti continuano a lamentarsi, alla luce degli ultimi avvistamenti, anche di roditori non propriamente di piccole dimensioni

  • La lettera dell'Ulss: "Basta cani alla catena"

    ANIMALI ROVIGO Comunicazione ai sindaci dei nove Comuni del Delta della Ulss 5. Si chiede di veicolare alla cittadinanza il messaggio

  • Salva il maialino dal macello, ma vogliono toglierglielo

    LA STORIA A ROVIGO La proprietaria era arrivata sino in Polesine per salvarlo dalla morte e ora lui vive in casa con lei, il marito e i figli, a Torino. Ma secondo l'Ulss piemontese non è possibile

  • Donazione, un passo avanti fondamentale

    COMUNE VILLADOSE (ROVIGO) La giunta approva i nuovi indirizzi che consentiranno a coloro intenzionati a procedere alla donazione di ufficializzare questa loro volontà

  • In pieno centro è allarme topi

    LA SEGNALAZIONE ROVIGO Tra piazza Garibaldi e via Bedendo sarebbero comparsi numerosi roditori. La preoccupazione dei residenti

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe