PESCA ROVIGO Prevede la presenza di esponenti della Regione e delle associazioni di categoria della pesca. Lo scopo è quello di lavorare per un rilancio effettivo del settore

Nasce un nuovo tavolo per chi lavora in mare

Musikè fondazione cariparo 730x90

Un nuovo organismo che ha lo scopo di aiutare chi vive di pesca a superare le difficoltà di un settore che, in questo momento, soffre di diverse problematiche



Rovigo - La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell’assessore Giuseppe Pan, ha disposto la costituzione della Commissione consultativa regionale per la pesca professionale e l’acquacoltura. Ne faranno parte, oltre all’assessore Pan, presidente di diritto per la sua delega alla pesca, il direttore della struttura regionale competente Andrea Comacchio e i rappresentanti delle associazioni di categoria: Marco Spinadin per Federcoopesca, Antonio Gottardo di Legacoop Veneto, Gianni Stival di Agci, Alessandro Faccioli di Coldiretti-Pesca, Elio Dall’Acqua di Federpesca, Silvio De Nardi dell’Associazione Piscicoltori italiani e Giuseppe Priolo dell’Associazione Mediterranea acquacoltori. 

La commissione, che non comporterà oneri per il bilancio regionale, potrà coinvolgere anche i componenti dell’Osservatorio socio-economico sulla pesca, la direzione marittima delle Capitanerie di porto di Venezia e di Chioggia, esperti del settore e rappresentanti delle autonomie locali.

“Con l’insediamento di questo nuovo organo consultivo – dichiara l’assessore regionale alla pesca – la Regione dà continuità all’esperienza dell’'unità di crisi della pesca' creata nel 2010 per fronteggiare le emergenze sorte con l’entrata in vigore delle disposizioni europee in materia di strascico e di dimensioni delle maglie delle reti da pesca".

"I problemi di rilancio del settore nel contesto adriatico non mancano e la costituzione di un tavolo permanente con le associazioni professionali di categoria e i rappresentanti degli enti istituzionalmente preposti al governo delle acque marittime e lagunari – conclude Pan - ci aiuterà ad affrontare in modo diretto e concreto problematiche, criticità e progetti di sviluppo, nonché a gestire al meglio l’importante dote dei fondi comunitari per pesca e acquacoltura assegnati al Veneto fino al 2020”.

25 febbraio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe