MOTORI ADRIA (ROVIGO) Il duo della Porsche 911 conquista la vittoria in una gara tirata fino all’ultima prova e conclusa pari merito con Fabbri: si deve ricorrere alla discriminante per stabilire i vincitori. Mozzi terzo 

Il 3° Revival Città del Pane ad Argenti e Amorosa

Mauro Argenti e Roberta Amorosa (fotosport)
Musikè fondazione cariparo 730x90

Soddisfatti del percorso e dell’organizzazione della gara tutti gli equipaggi giunti al traguardo e grandi festeggiamenti per il Progetto Mite che si aggiudica la classifica delle Scuderie mentre ad Argenti viene consegnata oltre ai trofei anche l’iscrizione gratuita alla regolarità sport Città di Modena del prossimo 11 giugno oltre agli zainetti messi in palio da +note.


Adria (Ro) – Al passaggio sulla pedana di Piazza Garibaldi alla partenza della gara, qualcuno tra i concorrenti ha affermato che potevano esser una decina a giocarsi la vittoria della terza edizione del Revival Città del Pane, regolarità sport abbinata al rally storico Città di Adria che ha anche dato il via al Trofeo Tre Regioni 2017, e alla fine l’esito dimostrerà che quella frase era fondata.

La prima frazione di gara, quella del venerdì sera, si corre sotto l’incessante pioggia con un vento fortissimo che costringe la direzione gara ad annullare la prova svoltasi in pista. Si va al riposo con Mauro Argenti e Roberta Amorosa su Porsche 911 T in testa con tre punti di vantaggio su Paolo e Sergio Veronese su Alpine Renault A110 e quattro nei confronti di Giordano Mozzi ed Elisa Moscato su Opel Kadett Gt/e.

Si riparte sabato mattina con un confortante sole e altre nove prove da disputare e la sfida che s’infiamma con una classifica molto corta che a metà gara vede passare al comando Veronese tallonato da Mozzi ad un punto e da Leonardo Fabbri con Sonia Cipriani su Volvo 144 staccati di tre. Il futuro vincitore Argenti è quarto a cinque punti dalla vetta e precede a sua volta di un punto Giacomo Turri e Marco Serafini su Fiat 128: cinque equipaggi racchiusi in sei punti e tutti in grado di aggiudicarsi la gara. 

A Gavello Mozzi va a riprendere il comando e al secondo riordino viaggia con nove lunghezze su Veronese e Fabbri che seguono appaiati. Quarto è Argenti staccato di tredici e sembra tagliato fuori per la vittoria e ad una prova dalla fine Mozzi sembra ad un passo dal successo ma i nove punti pagati nella prova in autodromo e il contemporaneo “netto” di Argenti ribalta una volta di più la classifica e sulla pedana di Piazza Garibaldi si festeggia la vittoria del duo bolognese che conclude con le stesse penalità di Fabbri e Cipriani ma si aggiudica la gara come da regolamento in virtù del miglior risultato nella prova discriminante, la prima di Rosapineta.

L’equipaggio della Volvo si deve accontentare della piazza d’onore ed il podio viene completato da Mozzi e Moscato terzi per una sola penalità. Ai piedi del podio arrivano Senna e Zaffani su Volkswagen Golf Gti che si lasciano alle spalle Iula e Cocconcelli, quinti su Porsche 911 SC. Turri e Serafini alla loro prima “sport” sono sesti con la 128 mentre i Veronese concludono settimi con l’Alpine Renault A110 precedendo Martini e Garavello con la Fiat Uno 70S e Ferratello e Taesi su Fiat 128 SL; chiudono la top ten Franzoso e Biancolin su A112 Abarth. Degni di menzione sono anche gli emiliani Marani e Colfi che chiudono undicesimi con la Volkswagen Golf Gti e recriminano per un “300” pagato nella prima parte di gara senza il quale sarebbero probabilmente andati a podio. Fabbri si aggiudica la classifica del Trofo Tre Regioni precedendo Mozzi e Senna.

26 febbraio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

  • A Vallelunga, Tinti ancora sul podio

    MOTORI ADRIA (ROVIGO) Al Trofeo italiano amatori, sul circuito Pietro Taruffi, paura Castellani e gioia per Fabrizio Tinti

  • Il polesano cerca il riscatto all’Isola d’Elba

    MOTORI ROVIGO Il pilota adriese Matteo Luise, con ancora l'amaro in bocca per il ritiro al Lahti Historic Rally, rientra nel penultimo round del Ciras con tanta voglia di bissare il successo del 2016

  • Un weekend da dimenticare in fretta

    MOTORI ROVIGO Il ritorno di Eros Finotti in Slovenia, qui vincitore nel 2016 nell'Alpe Adria Rally Cup, va in archivio con un amaro ritiro

  • Il polesano assapora l’europeo 

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Taglio di Po Eros Finotti, affiancato dal clodiense Nicola Doria, torna sulle speciali slovene che gli diedero la vittoria nell'Alpe Adria Rally Cup 2016

  • In pista con un sorriso

    MOTORI ADRIA (ROVIGO) Domenica 1 ottobre all’autodromo polesano bella iniziativa organizzata dal Wrc team, perché la disabilità non sia un limite

  • Un successo annunciato, il terzo  

    MOTORI ROVIGO Numeri da capogiro a Villadose per la terza edizione: quasi 300 mezzi in totale, un centinaio di adesioni al Vespa Incontro ed in cinquanta alla 5 Miglia Storico

  • Con una gara in rimonta, Tinti al Mugello è primo

    MOTORI ROVIGO Al trofeo italiano amatori grande prestazione di Fabrizio Tinti nel circuito del Mugello

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe