CSA ADRIA (ROVIGO) Primo faccia a faccia tra il presidente Sandra Passadore e il Cda della casa di riposo e i familiari: tensioni, ma anche passi in avanti per capirsi

"Ogni mese, un incontro per superare i problemi"

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

E' servito, evidentemente, il consiglio comunale nel corso del quale lavoratori e familiari degli ospiti del Csa di Adria hanno segnalato i problemi derivanti, a loro avviso, dai provvedimenti che erano stati appena introdotti (LEGGI ARTICOLO). Un ulteriore passo in avanti verso una normalizzazione della situazione, dopo che nella mattinata di venerdì 24 febbraio era andato a buon fine il tentativo di conciliazione in Prefettura (LEGGI ARTICOLO)



Adria (Ro) - "Nel corso dell'assemblea tenutasi venerdì 24 febbraio i familiari, gli ospiti del Csa di Adria, il consiglio d'amministrazione e il direttore si sono confrontati con i cambiamenti che  sono stati registrati nella nostra struttura". Lo rende noto la presidente della Casa di riposo di Adria Sandra Passadore, che parla di un graduale superamento delle tensioni che si erano manifestate e che avevano portato addirittura alla convocazione di un consiglio comunale dedicato al tema.

 "La chiusura dell'assemblea - prosegue Passadore - nonostante alcuni momenti di confronto più accesi, può definirsi all'insegna della collaborazione e della manifesta volontà del comitato dei familiari e del consiglio d'amministrazione tutto. Oggi alla presenza del presidente Sandra Passadore, delle consigliere Emanuela Beltrame e Anna Paola Lisi, il coordinatore dei familiari Roberto Siviero ha ribadito la richiesta già avanzata in sede di assemblea".

 "La richiesta accolta con favore dal Cda è quella di calendarizzare incontri tra il comitato dei familiari ed il consiglio d'amministrazione con cadenza mensile. Ai primi incontri si potrà altresì esaminare collegialmente il regolamento che disciplina la vita del comitato dei familiari e i suoi rapporti con il consiglio d'amministrazione in modo da renderlo più funzionale alle esigenze stesse per le quali il comitato è previsto".

"Altro immediato punto di incontro si è concretizzato nel volere rendere più veloce e certa la procedura prevista per il comitato dei familiari qualora voglia richiedere l'utilizzo di una sala per le funzioni proprie del comitato stesso. Si è delineato l'accordo che sarà formalmente recepito e che prevede che la richiesta sarà presentata per iscritto indirizzata al direttore ed evasa entro due giorni  lavorativi con individuazione dell'ambiente da parte dello stesso direttore".

"A breve sarà comunicata la data di incontro tra comitato dei familiari e cda. Nel dialogo dovranno essere ascoltate le domande, date le risposte e valutate le proposte. L'interesse che accomuna le diverse parti è il benessere dell'ospite: una gestione trasparente e collaborante può garantire il livello alto della qualità nonostante la riduzione delle risorse. I canali istituzionali sono la garanzia della giusta considerazione e trattazione delle doglianze e delle proposte".

28 febbraio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

  • Dopo le minacce, indagini e solidarietà

    IL CASO ROVIGO Arriva anche Natalino Balasso a sostenere Cristina Caniato e Vanni Destro, destinatari di due lettere anonime. Dopo la presentazione ufficiale della denuncia, del caso si occuperà la polizia di Rovigo

  • La grande orchestra del Buzzolla in concerto 

    MUSICA ADRIA (ROVIGO) Sabato 25 novembre alle 21 la formazione di allievi e docenti del Conservatorio, diretta dal maestro Ambrogio De Palma, terrà il l’appuntamento inaugurale per l’anno accademico 2017/2018, al teatro Comunale 

  • Dopo la sosta, si riparte

    COMMENDA ROVIGO Cerimonia in mattinata per la riapertura del supermercato della Coop Alleanza 3.0. Con un nuovo servizio pensato per le persone anziane

  • "Follia pensare di sopprimere la ferrovia"

    SERVIZI ROVIGO Il consigliere regionale dei 5 Stelle Manuel Brusco interviene sulla situazione della Rovigo - Verona

  • Anche in città arrivano gli addobbi

    NATALE ADRIA (ROVIGO) Affidato l’incarico di sistemare gli addobbi luminosi in città, per una spesa complessiva di 15mila euro. Se ne occuperà la ditta Elettrocostruzioni Rovigo

  • Ultimi ritocchi, poi i due velox

    STRADE ADRIA (ROVIGO) Il Comune impegna la somma necessaria a installare l’apparecchio fisso sulla Piovese. Prevista anche la sistemazione di un velobox

  • Nuovo allarme per "finti dipendenti delle Poste"

    IL CASO (ROVIGO) In città ci sono state due truffe e anche Poste Italiane ha lanciato un appello, ora vengono segnalati movimenti sospetti a Fiesso

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni