SOLIDARIETÀ FRATTA POLESINE (ROVIGO) Domenica 26 marzo l’iniziativa dell’associazione Faedesfa che si terrà a Carpi di Modena, paese terremotato nel 2012. Aperte le iscrizioni fino al 18 marzo 

Pranzo con Amatrice, la scorpacciata della solidarietà 

Musikè fondazione cariparo

Già 150 adesioni raccolte per il “Pranzo con Amatrice” che si terrà domenica 26 marzo a Carpi di Modena, altro luogo simbolo del sisma che colpì dolorosamente le popolazioni emiliane nel 2012, e che l’associazione di Fratta Polesine Faedesfa ha voluto aiutare. Ora tocca al comune di Amatrice ed al sindaco Sergio Pirozzi che riceverà l’intero ricavato del pranzo benefico a base di piatti prodotti con  ingredienti acquistati nelle aziende di Amatrice tra cui anche la vera pasta all’amatriciana



Fratta Polesine (Ro) - A “Pranzo con Amatrice” in Emilia Romagna domenica 26 marzo. Grazie ai soci di Faedesfa onlus di Fratta Polesine, per un giorno il cuore di una delle cittadine del centro Italia colpite nel 2016 dal terremoto si trasferirà al nord. 

Per l’esattezza a Carpi di Modena dove al pranzo benefico sarà presente il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi. Carpi di Modena non è un comune scelto casualmente dalla Onlus polesana, rappresentata dal presidente Andrea Pezzuolo, per la “scorpacciata della solidarietà”. E’ infatti un altro luogo simbolo del sisma che colpì dolorosamente le popolazioni emiliane nel 2012. Una delle località che il gruppo delle magliette verdi di Faedesfa, che da tempo opera nel settore della beneficienza, aiutò da subito. Due territori accomunati dal terremoto, uniti assieme per far rinascere e ricostruire Amatrice. L’intero ricavato del pranzo verrà destinato per interventi diretti alla città di Pirozzi. 

“Abbiamo ricevuto tantissimo da Faedesfa nel 2012 e di questo siamo ancora grati - spiega Paola Zampollo ex terremotata e socia emiliana di Faedesfa – non potremo ricostruire le case o restituire il lavoro agli amatriciani ma con questo evento vogliamo dimostrare che uniti assieme si può ricominciare, passo dopo passo”. Promessa mantenuta anche da parte di Andrea Pezzuolo, presidente di Faedesfa. “Ho voluto invitare Pirozzi per dimostrargli e fargli sentire il nostro calore. Dopo l’avvio ufficiale della lavanderia mobile ad Amatrice (LEGGI ARTICOLO) siamo pronti con altri aiuti concreti e sarà progetti che sarà lui stesso ad indicarci”. 

Seduti attorno a un tavolo si avrà la possibilità di gustare, tra i vari piatti proposti, la vera pasta all’amatriciana. Piatto tutelato dal comune laziale con un marchio di origine. Ai fornelli, al “Circolo Rinascita” in via Marte 1 a Carpi di Modena (Località Budrione) una brigata di sei cuochi preparerà il pranzo con i prodotti originali e gli ingredienti acquistati nelle aziende di Amatrice. Il pranzo è aperto a tutti, grandi e piccini. Il costo è di 25 euro a persona per gli adulti, il menù per i bambini è invece di 5 euro. 

Dal Polesine pronti a partire pullman gratuiti messi a disposizione dall’associazione Faedesfa. I pullman partiranno da Pontecchio, Fratta Polesine, Pincara. Anche i comuni di Villanova del Ghebbo e San Bellino si stanno dando da fare per raccogliere le adesioni. Circa 150 quelle raccolte sino ad oggi. C’è possibilità di prenotare però sino a sabato 18 marzo chiamando il 347- 4038532 oppure il numero verde gratuito 800 111 444. 

1 marzo 2017




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe