CULTURA ROVIGO L’associazione “Amici dell’arte e della cultura di Grignano Polesine” ha omaggiato Elvidio Milan assieme a familiari ed amici 

In ricordo del maestro poeta

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Dall’amore per la poesia, a quello per la musica, fino alla vita da maestro: sabato 25 febbraio è stata ripercorsa la via di Elvidio Milan dall’associazione “Amici dell’arte e della cultura di Grignano Polesine”, i familiari ed amici 



Rovigo - Ricordato Elvidio Milan, maestro e poeta di Grignano Polesine, nella giornata di sabato 25 febbraio presso l’auditorium San Rocco. L’evento è stato organizzato dall’associazione “Amici dell’arte e della cultura di Grignano Polesine”, rappresentato dall’architetto Stefania Schiesaro, con il patrocinio di Antichi beni originari di Grignano Polesine e del Circolo Noi San Benedetto.

Il saluto di benvenuto è stato dato ai presenti da Daniele Milan - nipote di Elpidio Milan - che avviando i lavori ha invitato Giuseppe Milan, valente chitarrista, figlio di Elvidio, a dare un saggio della sua abilità. In successione i saluti don Alessandro parroco di Grignano, Stefano Previatello presidente degli Antichi beni originari e Severino Zennaro presidente del Circolo Noi – San Benedetto.

Daniele Milan ha presentato la figura dello zio, ricordando le sue origini modeste, contadine, ma religiose, piene di operosità, bontà ed amor di patria e come fin da piccolo dimostrasse una non comune sensibilità ed introspezione verso la poesia di forma e gusto classico; i temi preferiti sono stati l’amore in tutte le sue sfumature, la bellezza da vero esteta qual era, la natura madre e matrigna e le amate montagne, il senso per gli affetti e le cose perdute, la malinconia della vita stessa.

Diplomatosi maestro elementare a Rovigo nell’anno 1944, ha insegnato in varie località del Basso Polesine ed anche a Villamarzana dove ha tenuto anche una scuola serale; ha concluso la carriera scolastica a Grignano Polesine nel 1985. Ha amato immensamente i bambini ed il loro fantastico mondo e si è dedicato completamente alla poesia negli anni della maturità e fino allo morte. 

Milan ha parlato, inoltre, della lunga e ricca carriera artistica e culturale che ha accompagnato la vita dello zio, facendo spesso riferimento ai suoi familiari, presenti in sala, ovvero alla moglie Giuseppina Mazzo, con la quale ha vissuto amorevolmente per quasi sessant'anni, alla figlia Carolina, nonché al figlio Giuseppe, il chitarrista; ha fatto anche riferimento ad un’altra grande passione dello zio, ovvero la musica, per la quale ha collezionato una notevole quantità di dischi in vinile quasi tutti a 33 giri, amando in particolare la musica operistica di Puccini e quella jazz.

Stefania Schiesaro, architetto e pittrice, appassionata da sempre di poesia e scrittura, prendendo la parola ha approfittato dell’occasione per presentare il sodalizio da lei rappresentato caratterizzato dalla passione per l’arte, la cultura ed il forte senso di appartenenza a Grignano, sottolineando il legame dell’associazione con Elvidio Milan che di arte e cultura ha vissuto nella sua Grignano, facendola conoscere e splendere, con le sue opere, non solo nel Polesine ma anche in altri luoghi di rilevanza nazionale.

Quasi toccante è stata la testimonianza dello scrittore e poeta Gianni Sparapan, che ha ricordato l’amico Elvidio facendo emergere l’affetto e l’amicizia che li legava oltre alla grandissima stima che ha sempre avuto per la sua vena artistica, unico rammarico: non essere riuscito a farsi dire dall’amico dove comprava quel “Merlot” favoloso di cui poteva godere, occasionalmente, solo di qualche bicchiere ed averne qualche bottiglia in regalo.

La giornalista e scrittrice Angioletta Masiero, ripercorrendo i propri passi nel campo letterario che hanno determinato la sua appartenenza al gruppo giovani autori polesani, ha delineato la figura del poeta Elvidio, ricordandolo con tanto affetto e stima, leggendo alcune poesie dello stesso onde far risaltare alcuni aspetti significativi ed espressivi dell’anima del poeta.

Alla fine della serata il “Duo Varbondei” composto da Marco Brancalion e Alfredo Nicoletti ha eseguito brani musicali della tradizione popolare ed, a conclusione, Giuseppe Milan ha interpretato con la chitarra, in modo magistrale, alcuni brani di Jazz tanto cari al padre che spesso lo invitava a suonarli per godere della musica amata e dell’abilità del figlio.

2 marzo 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

  • Pizzeghello narratrice e poetessa vince ancora 

    CONCORSO ARTISTICO LETTERARIO La polesana Margherita Pizzeghello si aggiudica il primo posto per la categoria narrativa-racconto breve al concorso “La Musica è...” in provincia di Treviso, e la menzione d’onore con un componimento 

  • La poesia è donna 

    ROVIGO Angioletta Masiero declamerà quattro sue composizioni all’evento di Varedo in provincia di Monza

  • Tredici serate indimenticabili 

    AGOSTO GRIGNANESE 2017 ROVIGO Scende il sipario sulla 169a edizione della fiera della frazione e si aprono le porte per la stagione sportiva. Ecco i numeri vincenti della lotteria

  • Un'altra pedalata sotto le stelle

    INIZIATIVE ROVIGO Venerdì 25 agosto sui pedali con gli Amici della bici, alla scoperta della città e del poeta Gigi Fossati

  • Parte l’Agosto grignanese tra cibo, balli e spettacoli 

    EVENTI FRAZIONI ROVIGO Da venerdì 11 a mercoledì 23 agosto si terrà la 169esima edizione. Allo stand gastronomico ogni sera un tema preciso. I "Tanto par ridare" domenica 20 

  • I tecnici del Parma Academy al campo di Grignano per un giorno 

    CALCIO GRIGNANO POLESINE ROVIGO La Polisportiva ormai è da un anno affiliata al Parma. Il 27 luglio porte aperte per un allenamento tecnologico con i gialloblu. Tutto gratis, ma serve iscriversi

  • Razzia di aglio nella notte, rubate 10 tonnellate

    MAXI FURTO GRIGNANO POLESINE (ROVIGO) Un episodio incredibile, colpite due aziende, danno nell'ordine dei 30mila euro. Per i ladri un lavoro immane, un episodio del genere non si era mai visto

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017