EUROPROGETTAZIONE ROVIGO L’assessore Alessandra Sguotti risponde alle critiche del consigliere di minoranza Mattia Milan sui soldi “conquistati” con la partecipazione ai bandi

“Tutte le risorse sono preziose per fare piccole e grandi cose"

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017

L’assessore all’europrogettazione Alessandra Sguotti non accoglie molto bene le critiche del consigliere di minoranza Mattia Milan che alla luce dei finanziamenti ottenuti dal Comune di Rovigo grazie al lavoro dell’assessore (LEGGI ARTICOLO) l’aveva accusata di aver raccolto solo briciole rispetto ad altre città, come Vicenza (LEGGI ARTICOLO). L’assessore Alessandra Sguotti, quindi, risponde al consigliere accusando a sua volta di essere poco informato e di giudicare un operato che non conosce



Rovigo - “Conoscere per giudicare questo il principio universale che tutti dovrebbero rispettare quando si appartiene ad una comunità, ad una città, ad un consiglio comunale”, afferma l'assessore Alessandra Sguotti, a seguito delle dichiarazioni del consigliere Mattia Milan che l’accusava di sprecare energie per portare a casa solo pochi spiccioli. “Purtroppo Mattia Milan, il consigliere comunale della lista Silvia Menon sindaco, ha ignorato questo principio oppure semplicemente è superficiale. Infatti i soldi che la comunità europea mette a disposizione nei progetti hanno prassi e protocolli ben precisi. Rispetto ai quali le amministrazioni non hanno nessun margine di flessibilità”. 

“I progetti presentati dall'assessorato allo sviluppo economico attengono fondi relativi alla programmazione Por-Fesr della Regione Veneto, fondi messi a disposizione per strutturare un sistema di servizi che altrimenti gli enti comunali faticherebbero a soddisfare. I fondi della programmazione europea sono diversi. Il Comune di Rovigo, come già dovrebbe sapere Milan, sta lavorando su altre linee di finanziamento, che potrebbero esprimere risorse più corpose, riguardanti cultura, turismo, eco sostenibilità, mobilità lenta, integrazione. Non è nemmeno pensabile fare il paragone con Vicenza che beneficia, capofila di un'area vasta, di fondi per i quali sono specificatamente escluse le città di Rovigo e Belluno che beneficiano di altri finanziamenti specifici”. 

“Nel rilancio della città tutte le risorse sono preziose per fare piccole e grandi cose perché i cittadini hanno bisogno sia di una scuola ristrutturata, che di un'aiuola ben curata – conclude l’assessore Sguotti – Ed è questo lo spirito dei progetti regionali, che si differenziano da quelli europei. Dal micro al macro. Rovigo deve intervenire sulle cose di tutti i giorni quotidianamente e contemporaneamente poter guardare lontano e pensare in grande”.

3 marzo 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe