TERREMOTO CASTELMASSA (ROVIGO) Il sindaco Eugenio Boschini ricostruisce la trafila che ha portato alla chiusura del Cotogni e assicura che non è stata lasciata irrisolta una situazione di pericolo: anzi

"Ecco per quale motivo ho chiuso il teatro"

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017

Il sindaco di Castelmassa Eugenio Boschini interviene per spiegare i motivi dell'ordinanza con la quale ha disposto la chiusura del teatro Cotogni (LEGGI ARTICOLO), spiegando anche che, per quanto la causa prima sia relativa al terremoto del 2012, non si deve pensare che per tutto questo periodo sia rimasta una situazione di pericolo in paese



Castelmassa (Ro) - L’amministrazione comunale di Castelmassa ha deciso, con ordinanza sindacale, di chiudere per inagibilità il teatro Cotogni, prevedendo, nel contempo, la realizzazione di opere provvisionali in grado di eliminare le lesioni attualmente presenti nell’edificio, consentendo così di poterlo rendere nuovamente agibile entro il 18 marzo 2017.

Un provvedimento preso dal sindaco a tutela della sicurezza e della incolumità pubblica, a seguito di una perizia fatta sull'immobile per capire quanto gravi siano le conseguenze del terremoto del 2012. Un provvedimento che aveva indotto parte della cittadinanza a porsi una domanda: "Ma se le lesioni risalgono al 2012 vuol dire che per tutti questi anni abbiamo vissuto in una situazione di pericolo?". La rispostaè no. E il sindaco Eugenio Boschini intende spiegare nei dettagli il motivo, spiegando quanto accaduto.

"La causa di questa situazione - spiega infatti il primo cittadino - risulta chiaramente correlata al sisma del 20 e 29 maggio 2012, ma i tecnici attualmente impegnati a supportare l’amministrazione in questo frangente ritengono che le scosse successive a questo periodo abbiano aggravato in modo significativo le lesioni attualmente riscontrate. Tutto ciò è confermato dal fatto che, immediatamente dopo gli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 l’amministrazione, di concerto con l’ufficio tecnico comunale ed i tecnici dei vigili del fuoco, dopo aver attentamente esaminato lo stato della struttura, non avesse decretato condizioni di pericolo e/o di inagibilità dell’edificio".

"Nel mese di aprile 2016, l’ufficio tecnico comunale ha evidenziato che un concio di un arco della loggia del teatro, prospiciente via Cesare Battisti, manifestava cedimenti che progressivamente aumentavano nel tempo; conseguentemente, l’amministrazione comunale ha immediatamente provveduto, in primo luogo, a mettere in condizione di sicurezza l’intero arco e, in secondo luogo, a monitorare, punto a punto, lo stato delle strutture dell’intero complesso".

"Anche alla luce dell’ultima scossa di terremoto che si è recentemente verificata in aree contermini a Castelmassa (Comune di Melara), l’amministrazione ha ritenuto opportuno e necessario incaricare formalmente un tecnico, tra quelli già consultati precedentemente, al fine di ottenere un documento formale, asseverato, in grado di attestare le condizioni attuali dell’immobile".

"La decisione assunta dall’Amministrazione è totalmente coerente con quanto già realizzato negli anni precedenti, relativamente alla messa in sicurezza degli edifici colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012, che sono stati oggetto di interventi di riparazione/miglioramento sismico in funzione del grado di gravità delle lesioni subite".

"A questo proposito, giova ricordare che, a partire dall’anno 2012, l’amministrazione comunale ha realizzato opere di messa in sicurezza di edifici di proprietà comunale per un importo totale di  1.361.502,55 euro garantendo così la continuità di funzioni fondamentali, come quella della pubblica istruzione, intervenendo prontamente (anni 2012 e 2013) su tutte le scuole di ogni ordine e grado". 

5 marzo 2017




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe