CANOA Erano tre gli atleti della Gc Polesine Rovigo a Castel Gandolfo alla prima gara della stagione sui duemila metri 

Esordio nel nuovo centro federale 

Alberto Lentini al suo esordio
Paolo Imparato
Fondazione Cariparo Nuove Generazioni

Sulla linea di start del lago di Castel Gandolfo, oltre 500 atleti appartenenti a 57 società italiane si sono dati battaglia su un percorso in circuito lungo: un mix tra resistenza e velocità con un primo appuntamento utile per testare lo stato di forma dei pagaiatori italiani. In gara Claudio Mazzali per la categoria Junior, Paolo Imparato per la categoria Ragazzi e il nuovo inserimento in squadra per la Paracanoa Alberto Lentini nella Junior. 


Castel Gandolfo (Roma) - Ha dato il via alla stagione agonistica dell’acqua piatta, la gara del campionato italiano invernale sui duemila metri per tutte le categorie federali.  La manifestazione si è svolta presso la sede del rinnovato centro federale. Sulla linea di start del lago di Castel Gandolfo, oltre 500 atleti appartenenti a 57 società italiane si sono dati battaglia su un percorso in circuito lungo: un mix tra resistenza e velocità con un primo appuntamento utile per testare lo stato di forma dei pagaiatori italiani al termine del periodo di preparazione invernale. La prova consisteva per ogni categoria ed imbarcazione di una prima manche con al max nove concorrenti, dalla quale venivano selezionati a cronometro i primi 9 atleti per la finale dove ci si contendeva il titolo di campione italiano invernale. 

La mattinata di gare che era già partita inizialmente male per alcuni problemi di rilevazione dei tempi cronometrici, inconveniente che ha rallentato la manifestazione e costretto i concorrenti di alcune batterie a doverle ripetere.  

A questo si è aggiunto che gli atleti, (ed i loro accompagnatori) hanno dovuto fronteggiare un’insistente pioggia e forte vento per tutta la mattina. Le condizioni meteo avverse hanno fatto hanno spinto gli organizzatori alla sospensione, a tutela degli atleti, per due ore.  Spuntato nuovamente il sole, i concorrenti sono così potuti tornare in acqua per riprendere così le competizioni che si sono chiuse con ulteriori ritardi.  

Quest’anno il Gruppo Canoe Polesine Rovigo Asd ha preso parte con una piccola delegazione, composta da tre atleti: Claudio Mazzali per la categoria Junior, Paolo Imparato per la categoria Ragazzi e il nuovo inserimento in squadra per la Paracanoa Alberto Lentini nella categoria categoria Junior.  Paolo Imparato, al primo anno di inserimento nella nuova categoria ha dato il meglio di sé, tuttavia nella difficile prova a crono non è entrato in finale ma ha fatto registrare un tempo incoraggiante.  Anche Claudio Mazzali, nella categoria junior ha fatto registrare un buon tempo, indicativo per futuri progressi.  I due poi hanno anche gareggiato nel k2 nella categoria junior fermandosi in settimana posizione.    

Alberto Lentini invece è la novità della stagione, avvicinatosi  alla canoa lo scorso anno, proveniente da una lunga esperienza nel nuoto e nella pallanuoto, ha iniziato prima a giocare a canoa polo, e quindi si è avvicinato alla paracanoa di acqua piatta. Quella di Castel Gandolfo è stata la prima occasione per cimentarsi nella nuova disciplina.  A fianco dei migliori atleti di paracanoa d’italia, ha gestito bene la prima parte di gara chiudendo poi in ultima posizione, ma non distante dagli avversari che lo hanno preceduto.  

 

 

6 marzo 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe