MOVIMENTO NAZIONALE PER LA SOVRANITA’ (ROVIGO) Il polesano Roberto Lazzaretti è stato scelto come commissario regionale del neonato partito nato dall’unione de la Destra Storace e Azione nazionale di Gianni Alemanno 

La nomina per “servire lo Stato e non servirsi dello Stato"

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Dopo la nascita del Movimento nazionale per la sovranità, nato dall’unione dei due partiti “La Destra” e “Azione nazionale” (LEGGI ARTICOLO), e la definizione delle guide nazionali (presidente, segretario e direttivo), è il momento delle cariche regionali. Il polesano Roberto Lazzareti, già alla guida regionale del partito “La Destra” e membro del direttivo nazionale del neonato movimento, è stato ufficialmente nominato commissario regionale del Movimento nazionale per la sovranità. Premiato l’impegno sul territorio: “Siamo convinti che farà altrettanto bene”



Rovigo - “Un riconoscimento per il grande lavoro profuso su tutto il territorio regionale alla guida del partito La Destra di Storace – comunicano il presidente del nuovo Movimento nazionale per la sovranità, Francesco Storace, e il segretario Gianni Alemanno – La conferma di Roberto Lazzaretti a commissario regionale  è la continuazione di un lavoro di squadra che non trova precedenti storici e assume, per questo, rilevanza ancora maggiore. Un sogno che si realizza all’interno di una comunità orgogliosa per il raggiungimento di questo traguardo importante”. 

“La sua nomina va spiegata, molto semplicemente, nello spirito di servizio e nella capacità propositiva di questo  leader che ha saputo galvanizzare intorno ad un progetto politico forte e chiaro l’intero territorio e siamo convinti, per questo, che farà altrettanto bene ancora alla guida regionale del nuovo partito, unione tra La Destra di Francesco Storace e Azione Nazionale di Gianni Alemanno,  e che continuerà come sempre a lavorare per la crescita di ciascuna provincia del Veneto. Nei prossimi mesi ci aspettano  appuntamenti importanti e determinanti per la crescita del movimento e la vita della Regione, delle Provincie e anche dei nostri Comuni. Il suo dinamismo, la sua schiettezza e la sua determinazione offrono un esempio coerente e convinto di impegno al servizio della comunità: è uno di noi  e noi siamo tutti per lui”.

Roberto Lazzaretti accoglie con orgoglio la nomina e si rivolge ai simpatizzanti del neonato movimento: “Carissimi amici e militanti,l’incarico appena ricevuto mi onora e mi responsabilizza ancor più, nei vostri confronti e di quelli del presidente e segretario nazionali. Mi auguro un presente ed un futuro in cui tutti collaborerete per il bene comune, ovvero essere strumento per il recupero della Sovranità sottratta al popolo italiano. In particolare, nei nostri territori veneti. Avrò modo, nel  brevissimo, di confrontarmi con la segreteria nazionale per le assegnazioni delle Federazioni provinciali e per le ratifiche dei Circoli. Il mio invito è questo: tesserate, coinvolgete, fate nascere circoli ovunque”. Il nuovo movimento, come spiegano i rappresentanti nazionali, è rivolto a “tutte le persone che vogliono cambiare l'Italia per non lasciare il futuro in mano alla sinistra nemica del popolo, con l’obiettivo di servire lo Stato e non servirsi dello Stato, perché lo Stato non può lasciare soli gli italiani, ma il popolo italiano deve difendere la propria costituzione e la sovranità che gli appartiene di diritto, con o senza Europa”.

8 marzo 2017




Correlati:

Musikè fondazione cariparo