COMUNE ROVIGO La giunta ed il sindaco Massimo Bergamin hanno incontrato la Cna, con il direttore Alessandro Monini e il funzionario Daniele Decimi per parlare delle prospettive per le aziende del territorio 

Gli artigiani chiedono meno pressione fiscale

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017

Un incontro che si è focalizzato soprattutto sul tema delle imprese locali e sulle difficoltà che stanno avendo in questo periodo, in particolare quello della tassazione, quello avvenuto tra la giunta comunale guidata dal sindaco Massimo Bergamin e la Cna di Rovigo che aveva mandato una lettera a tutti gli amministratori comunali, nella quale spiegava quali erano i punti da tenere in considerazione alla luce del bilancio di previsione 2017  



Rovigo - Ha accolto le proposte effettuate dalla Cna di Rovigo, il sindaco Massimo Bergamin che nella giornata di martedì 14 marzo, assieme ai colleghi della giunta, ha ospitato il direttore Alessandro Monini e il funzionario Daniele Decimi per parlare delle prospettive future delle aziende del territorio oltre ad altre iniziative per la ripresa economica e sociale.

A metà febbraio la Cna con il presidente David Gazzieri e il direttore Monini aveva illustrato una serie di temi che le amministrazioni comunali dovevano tenere in considerazione in occasione della predisposizione del bilancio comunale di previsione 2017 (LEGGI ARTICOLO) per costruire prospettive positive pur consapevole delle difficoltà che sta affrontando il Polesine. 

Uno dei temi caro all’associazione di categoria è quello della tassazione e su questo il primo cittadino di Rovigo ha spiegato come “il Comune stia lavorando sulle dinamiche dell’Imu e prossimamente su quelle della Tari, uno degli obiettivi prefissati, dopo aver portato a termine la questione del ciclo dei rifiuti”.

Cna, restando in tema, ha fatto presente come “ci siano meno imprese, la tassazione è alta” e ha invitato l’amministrazione a valutare particolari situazioni di criticità cercando di andare incontro alle imprese in difficoltà nel pagamento delle imposte facendo una maggiore rateizzazione oltre le tre previste e su questo l’assessore Susanna Garbo si è impegnata a valutare.

Bergamin si è poi collegato alle attività del centro, facendo riferimento a piazzetta Annonaria “che prossimamente tornerà completamente a vivere non solo per l’assegnazione di diversi box - afferma - ma perché l’amministrazione ha impegnato  20mila euro in lavori di ristrutturazione e risanamento grazie ad una diminuzione del canone di affitto del 30%. Piazzetta Annonaria non sarà l’unica zona su cui siamo impegnati, anche l’ex libreria Pavanello prossimamente vedrà una nuova ridestinazione”.

Da qui l’appello ai privati per ridurre i costi di affitto dei locali a Rovigo per richiamare così nuove imprese e negozi nel centro storico.

Infine una piccola parentesi sul tema Interporto, tanto caro a Cna, nella quale si è cercato di fare una riflessione su quali reali opportunità potrebbe portare per l’associazione perché l’infrastruttura di Rovigo potrebbe essere utile per le imprese polesane nel trasporto fluviale: “Invito la Provincia, in particolare la consigliere con la delega alla partecipate Valeria Toso ad un confronto su questo tema”.

Nel frattempo gli assessori avranno qualche altro mese di tempo, prima di un ulteriore incontro con Cna a fine maggio inizio giugno, per fare “i compiti per casa” ricevuti dopo l’incontro con l’associazione di categoria.

14 marzo 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe